Site Logo
lunedì 9 dicembre 2019

E’ Mai un Bene Ingannare?

D: Quale guida divina potrebbe essere data?
R: Ciò che è stato dato; e solo quello che nell’attività giornaliera, nella conversazione giornaliera è
coerente con ciò che professi di credere, è applicabile o addirittura utile nell’influenza. Perché
sentire o indicare ciò che non è pratico vuol dire ingannare se stessi. E, come è stato dato, questo
non è saggio. 282-9
Quanto alle cose: il corpo è incline, attraverso le tendenze naturali, a sapere di più delle
complicazioni di ogni transazione; però non agendo sempre per se stesso alla stessa maniera come
richiesto da e di altri. Ciò è quindi piuttosto un uso erroneo, una presentazione erronea del sé e delle
capacità del sé.
E’ ben noto alla coscienza del corpo che “ciò che semini lo raccoglierai”, ma il corpo non sempre
agisce in quella maniera nei confronti degli altri. Non che il corpo intenda o di proposito abbia
l’intenzione di ingannare; però le azioni e le parole dette non lasciano sempre l’impressione
nell’altra persona che il corpo potrebbe intendere ingannare.
Nelle azioni quindi e nello scopo - fissa il sé su “il tuo sì sia sì e il tuo no sia no,” e agisci e parla
allo stesso modo. 2709-3
D: Spiegare Giovanni 17,12 - “nessuno di loro è andato perduto, tranne il figlio della perdizione.”
Che cosa si intende per ‘perduto’ in questo senso, e che cosa si intenderebbe per salvo?
R: Egli aveva scelto piuttosto di cercare di fare a modo suo e di convincere gli altri, illudendoli, a
seguire il proprio modo di fare piuttosto che dimostrare fede o credito o lealtà o amore nei confronti
di quella fonte dalla quale la vita, la coscienza o le manifestazioni sono emanate. Perciò quello detto
di colui che si ribellò contro il trono del cielo e si manifestò nella carne in colui che Lo tradì.
Quindi tutti sono figli della perdizione - o permettono che quella forza si manifesti attraverso loro -
coloro che Lo rinnegano o che Lo ingannano o che si presentano come una cosa e - nell’ambiente
terreno o per guadagno personale o per ragioni di gratificazione - agiscono in altro modo; perché
essi non fanno altro che perseguire, rinnegare, tradirLo. 262-93
Nell’entità c’è stata una tendenza al flirt. Questo non è un bene. Questo vuol dire ingannare, ma
l’inganno è nel sé. Perché quando fai male agli altri, in verità hai fatto più male a te stessa.
Quindi usa le tue capacità nell’attirare, le tue capacità nel leggere, le tue capacità nel sentire i
problemi degli altri come opportunità alla gloria della vita spirituale, e non per il sé o per l’interesse
del sé . . .
Perché, come è detto in modo appropriato, “quale rete fatale tessiamo quando cominciamo a
praticare l’inganno.” Colui che inganna il suo simile, in qualunque modo o maniera, porta grande
angoscia, grande disturbo nella propria anima. Perché con quale scopo semini con quello scopo
raccoglierai. 3084-1
Analizzando gli impulsi vi è la grande tendenza per l’entità di giudicare secondo degli standard
materiali, e di dipendere mentalmente dalle manifestazioni fisiche. Questi vanno bene, ma - con tali
standard e con tali criteri di misurazione - è facile ingannarsi. Perché siamo stati messi in guardia
che vi è una via che sembra giusta ad un uomo ma alla sua fine c’è la morte. La morte è
separazione, opportunità perduta - in qualche sfera di attività in cui vi è una coscienza, o spirituale o
materiale. La mente è sempre il costruttore, poiché è la compagna dell’anima e del corpo, ed è la via
che è stata dimostrata e manifestata sulla terra nel Cristo. 3343-1
Non dire una cosa alla presenza del bambino per poi fare tu stessa qualcos’altro. Non dare istruzioni
né chiedi al bambino di fare ciò che non fai tu stessa, poiché il tuo sé diventa un bugiardo nell’atto
stesso di farlo. 5306-1
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza