Site Logo
venerdì 7 agosto 2020

I Simboli e la Carta dell'Aura

D- Qual è il segno della Sua presenza?
R- Il cerchio con la Croce. 423-3
Il cerchio—questa è una figura, un simbolo di completezza; come indicato dalle parole “Il Signore
tuo Dio è Uno” (Marco 12:29). 2174-2
D- Perché vedo così spesso una croce durante la meditazione?
R- ... La Croce indica la strada, sempre! 307-15
D- Quali erano i simboli dei setti stadi dello sviluppo dell’uomo?
R- Il mondo come lo scarabeo. La nascita come il galletto. La mente come il serpente. La saggezza
come il falco. 281-25
Come è sempre stato dato, l’occhio è come la determinazione; o l’essere uno dell’amore del Padre
per i figli degli uomini. 281-18
Il pesce rappresenta l’acqua dalla quale tutto è stato tratto. 5748-2
La forma stessa (un’arpa) della memoria (akascica) stessa. 1473-1
Bellissima memoria (akascica)—tutta bianca, con del sapere. 1837-1
Una croce di Malta di legno di teak dovrebbe essere indossata dall’entità in ogni momento, vicina
alla pelle, intorno al collo o al polso...Questo avrebbe un’influenza utile perché creerebbe una
vibrazione. Non che avesse un’influenza di per sé, ma le relazioni della stessa diventerebbero
influenze utili—proprio come ciò che pensi cresce gradualmente per diventare te—man mano che
digerisci la sua influenza o forza. 2029-1
La stella con la rosa sulla stessa dovrebbe essere l’emblema portato sempre dall’entità intorno al
corpo, perché porterà all’entità forza e luce e speranza...
L’una è la luce che ti guiderà. L’altra è il simbolo della vita che è sempre come una dolce essenza o
un dolce incenso davanti a Lui, che guida, che si schiude nel servigio che tu dai al tuo prossimo.
695-1
D- Darai nei dettagli i simboli, i colori e gli stadi nello sviluppo rappresentati da un’aura spirituale
completa dell’entità, così che possa esserne fatto un disegno da essere usato come influenza utile.
R- (A voce bassa Cayce disse) darai una carta dell’aura dell’entità, indicando i simboli, colori e il
significato di ognuno, di modo che se ne possa fare un disegno che sarebbe di aiuto all’entità. 288-
50
Una carta dell’aura è il tentativo di interpretare le esperienze materiali di individui nei loro viaggi
attraverso la terra; indicando, con illustrazioni, quel posto sulla terra dell’attività individuale, e—
sulla destra o sulla sinistra—le fonti dalle quali l’entità è entrata in attività nella coscienza terrena o
materiale. Intorno alla stessa è simboleggiato, nei segni dello Zodiaco, quella parte del corpo che è
stata posta in rilievo attraverso quel particolare periodo di attività.
Per mezzo di colori vengono simboleggiate anche certe attività—per esempio, il nero indica la
combinazione completa di tutto. Perché per l’interpretazione materiale il bianco è l’assenza di
colore, il nero è la combinazione di tutti.
Il blu scuro indica risveglio; il color porpora, la guarigione; il bianco, la purezza; l’oro, la
realizzazione. Tutti questi e le loro varie sfumature indicano l’attività; questo riguarda le stelle,
nonché il sole e la luna.
Il sole indica forza e vita, mentre la luna indica cambiamento—e in una direzione indica l’unicità di
quell’attività attraverso un’esperienza individuale—essendo le variazioni indicate dalle variazioni
nel colore.
La stella—quella bianca : la purezza; quella a cinque punte: indica che tutti i sensi dell’uomo hanno
raggiunto l’attività—i colori mostrano la variazione; le forme a sei, sette e otto punte indicano il
conseguimento—come le sette stelle in una figura indicano la realizzazione dei sette centri speciali
nel corpo.
Per quanto riguarda tutta la carta—l’interpretazione tocca di più all’artista—per ciò che riguarda la
sua bellezza. 5746-1
Nel dare una carta dell’aura (quadro simbolico)—indicheremmo questi come punti importanti nelle
esperienze dell’entità sulla terra, perché hanno a che fare con il modo con cui l’entità ha condotto o
sta conducendo se stessa nel presente per arrivare a una sua maggiore apertura—spiritualmente,
mentalmente e materialmente. Uno non dovrebbe venir messo in risalto più dell’altro...
Le illustrazioni sono conseguimenti, i simboli della Coscienza Universale o aspetti astrologici sono
i modi, e i simboli intorno agli stessi indicano quella parte del corpo rappresentata negli stessi; e
significano il modo o il risalto dato dall’entità. Per esempio, l’Ariete indicava la mente—o l’uso
della testa; mentre Bilancia indicava l’equilibrio mantenuto in corpo, mente e proposito in una tale
esperienza. 533-20
D- Avrete davanti a voi l’entità Edgar Cayce, nato il 18 marzo 1877 a Christian County vicino a
Hopkinsville, Kentucky. Darete una carta dell’aura dell’entità, indicando i simboli, i colori e il
significato di ognuno, in modo che se ne possa fare un disegno che sarebbe di aiuto all’entità.
R- Sì. Quando diamo i segni, i simboli che possono indicare delle attività che possono essere
illustrate in una carta dell’aura—molto dipende dal concetto dell’artista di fare di un tale disegno un
oggetto di bellezza o un’esperienza utile per un’entità.
Dando le interpretazioni della stessa, le influenze o attività durante il periodo dell’esperienza di una
tale entità possono essere indicate meglio, se possibile, con le illustrazioni di un luogo; mentre i
modi con cui una tale attività fu applicata possono essere dati nei segni o simboli verso i quali
l’entità era attratta da una tale attività in quella particolare sfera di coscienza.
Quindi, per questa entità, cominceremmo dapprima con la trasposizione in immagini, per illustrare
il periodo in cui le stelle del mattino cantarono insieme e i figli di Dio si riunirono per annunciare
l’avvento dell’uomo nella coscienza materiale.
Perciò, da una parte all’altra della sezione più bassa, usando quasi tutta la larghezza del disegno—
cominciate sul lato destro mettendo la mezzaluna con le sette stelle; quella più vicina alla
mezzaluna è più luminosa. Queste, le stelle, sarebbero a cinque punte—in oro e in argento. Questa
parte di un tale disegno dovrebbe avere piuttosto come sfondo la volta blu del cielo; scuro, mentre
verso il lato sinistro verrebbe la sfumatura verso il chiaro, il più chiaro, il chiarissimo—con soltanto
la punta estrema del sole sorgente—sopra la distesa d’acqua; con vegetazione e crescita rigogliosa.
Gli animali verrebbero tutti indicati come in uno stato di attesa verso la luce, o il sole; Dal serpente
agli uccelli del cielo; indicando in particolare il corvo e i colombi fra gli uccelli del cielo, e il
serpente su uno degli alberi o cespugli indicati, e il bue, il cammello. Questi in particolare sarebbero
indicati in un tale disegno.
Sulla sinistra, nella parte più bassa, mettete il simbolo del sole. Sulla destra mettete il simbolo della
terra. Ognuno di questi sarebbe in bianco e verde; anche il sole sarebbe in verde chiaro con il centro
bianco e dorato.
Sopra questo indicate un monte, e il simbolo o segno che è il simbolo dei Gemelli—o la figura a
due corpi o corpi uniti come una figura (piccola), sul bordo di questo monte. La vegetazione qui
sarebbe molto verdeggiante, nella parte centrale; sfumando verso sinistra per diventare un tempio—
o il cristallo, o un obelisco con il cristallo in cima. Senza dubbio questa non sarebbe una figura
troppo grande; con molte figure in adorazione della luce che proviene dall’obelisco.
Sul lato destro ci sarebbero i campi con dei braccianti in catene o schiavi.
Questo indicherebbe senza dubbio il periodo in Atlantide quando ci fu la separazione dei sessi
indicata fra le cose, o le figure-pensiero o corpi; quelli che avevano colto la visione e quelli che
venivano ancora tenuti in schiavitù.
Sulla sinistra mettete il simbolo di Mercurio—questo in oro e verde. Intorno allo stesso ci sarebbe il
segno o simbolo dell’Ariete—o il montone—quattro nel numero; piccolo e nero.
Sul lato destro mettete il simbolo di Giove—in violaceo e corallo; mentre intorno allo stesso ci
sarebbero quattro simboli dello Scorpione.
Questi indicano il luogo, le attività e il modo col quale questi furono applicati nell’esperienza.
Sopra questo, estendendosi quasi del tutto da una parte all’altra del disegno (che dovrebbe essere in
forma di vignetta e non all’interno di un cerchio come il primo) , indicate—sulla sinistra—la
migrazione di un gruppo o una massa di persone, con un capo—con un bastone in mano—che guida
dei popoli; con alcune bestie da soma—come l’asino, il cammello e anche elefanti, ma pochi di
numero di ciascuno di questi—piuttosto distribuiti nel gruppo e non semplicemente in testa o
davanti alla carovana. Quindi la piramide sarebbe indicata nella parte centrale, in sabbia, con la
punta incompleta; perché sopra questa ci sarebbe la luce come una fiamma. Nella parte destra
mettete la facciata del Tempio del Sacrificio, indicando al suo interno almeno tre altari rudimentali
costruiti di roccia. Sugli stessi ci sarebbero dei fuochi, ma non un sacrificio su alcuno di essi. Anche
un po’ più a destra di questa figura ci sarebbe il Tempio della Bellezza ...e sulle colonne ci
sarebbero le stelle—sette, indicate da una facciata di molte colonne di cui quella centrale porta la
stella più grande—più intensa nel colore nonché più importante nella grandezza. E l’ingresso allo
stesso sarebbe indicato dalla luce bianca e verde che proverrebbe dallo stesso.
Ai lati di questo indicate il cuore sulla sinistra e la croce sulla destra. Né lettere, né simboli
sarebbero vicino a questi. Questo verrebbe indicato piuttosto nelle attività sperimentate dall’entità
per tutto quel soggiorno egiziano; indicando l’ingresso, l’attività e quel conseguimento nel
sacrificio e nel servizio del tempio...
Sopra questo la figura centrale, anche una vignetta, sarebbe una serie, dapprima, di terrazze di
roccia—e l’uomo zoppo sulle stesse, con la luce dal cielo di sopra che risplende sulla figura; con il
corvo su una sporgenza della roccia e due colombi insieme su un’altra. Questo dovrebbe essere
come una figura centrale o più grande, il centro la roccia e l’uomo, anche se la figura dell’uomo
dovrebbe essere più piccola, ma che indica la zoppaggine.
Sulla sinistra mettete il segno o il simbolo di Venere, con i Pesci—quattro, con la faccia nera,
intorno allo stesso.
Sul lato destro mettete Urano; una parte dorata, una parte verde, l’oro nella parte superiore. Intorno
allo stesso ci sarebbe il simbolo di Bilancia, quattro come numero. Questi indicherebbero il luogo di
attività, e il modo con cui ci fu l’attività nell’esperienza.
Sopra questo, nella parte centrale a sinistra, mettete una nave o barca, con un albero piccolissimo;
con almeno tre persone dentro la stessa—una un uomo di mezza età, una un uomo più giovane ed
una ragazza. Indicateli, per mezzo dei loro abito, come orientali. A destra di questo, nel centro,
mettete l’ancora—questa non troppo grande ma in proporzione con la figura della nave, e la croce—
sempre sulla sinistra. La croce sarebbe in oro, mentre l’ancora sarebbe in grigio acciaio bordato di
grigio più chiaro; con una corda o cima sufficiente per farne una figura equilibrata.
Questo indicherebbe un periodo dell’attività dell’entità, e l’essere ancorato nella croce, attraverso
quel periodo a Laodicea.
Alla sinistra mettete il simbolo di Mercurio, e intorno allo stesso i simboli del Leone.
Alla destra mettete il simbolo di Marte, e intorno allo stesso i simboli dell’Ariete.
La figura al di sopra di questo sarebbe una piccola nave, una barca a remi. Questa sarebbe però sul
lato destro. La figura centrale sarebbe un bordello, o come un banco sul quale vengono distribuite
delle bibite, e la folla intorno alla stessa—la ragazza che balla indicata anche nella figura centrale. E
sulla sinistra si indicherebbe il fiume sul quale c’è la distruzione della zattera quando si tenta la
traversata.
Sul lato sinistro qui mettete Nettuno come simbolo, con i simboli dei Gemelli intorno allo stesso.
Sulla destra mettete il segno della terra, circondato dai simboli della Bilancia. Tutti questi simboli
sarebbero in nero, ma piccoli.
Per quanto riguarda il conseguimento dell’entità: In cima mettete l’occhio onniveggente—
l’unicità—l’occhio; questo piuttosto grande ma equilibrato con il resto del disegno o carta. Le
nuvole sarebbero intorno allo stesso in rosa o violaceo, azzurro o verde—tutto indicato dalle luci
che provengono dalla nuvola; con la croce, e questa si inclina solo un po’ verso destra. Qui, sotto la
stessa, mettete la piccola stella bianca. Sul bordo delle nuvole che si estendono sotto l’occhio
mettete la stella d’oro a otto punte.
Questi sono i simboli, questa è la carta dell’aura di questa entità Edgar Cayce. 294-206
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza