Site Logo
martedì 11 agosto 2020

La Sfinge

D- Qual è il significato del tipo di figura della Sfinge?
R- In questo particolare periodo di Araaraart e del sacerdote (che iniziò quelle comprensioni - - e
che attraversò quelli dell’inferno nell’interpretazione sbagliata delle stesse) ci fu anche allora la
ricerca attraverso quei canali che oggigiorno vengono chiamati ricerca archeologica. In quei periodi
in cui era venuto il primo cambiamento nella posizione del paese c’era stata un’uscita di gente - - o
cose, come si direbbe oggi - - dal paese di Atlantide, quando il Nilo (o Nolo, allora) si svuotò in ciò
che è ora l’Oceano Atlantico, sul lato del Congo del paese. Quello che ora è il Sahara fu una terra
fertile, una città che fu costruita sul bordo del paese, una città di coloro che veneravano il sole - -
poiché i suoi raggi venivano usati per rifornire dagli elementi ciò che al presente è necessario far
crescere in una stagione; o le capacità di usare sia quelli di introgressione sia di regressione - - e per
lo più retrogradi, come siamo al presente. Gli inizi di questi tumuli erano un’interpretazione di ciò
che si stava incrostando nel paese (Vedi, la maggior parte della gente aveva la coda allora!). In
questi inizi questi vennero abbandonati.
Quando ci fu l’ingresso di Arart e Araaraart essi cominciano a costruire su quei tumuli che vennero
scoperti tramite la ricerca. Con il magazzino o casa dei documenti [piramidi] (dove le
documentazioni devono ancora essere scoperte) c’è una camera, o passaggio, dalla zampa anteriore
destra [della Sfinge] a questo ingresso della camera delle documentazioni, o tomba delle
documentazioni. In questa non si può entrare senza una comprensione, poiché coloro che venivano
lasciati come guardiani possono essere oltrepassati solo dopo un periodo della loro rigenerazione
sul Monte, o quando inizierà la quinta razza originale.
Nella costruzione della piramide, e ciò che viene ora chiamato il Mistero dei Misteri [la Sfinge],
questo era destinato ad essere un monumento - - come lo si direbbe oggi - - per quel consigliere che
dominò o governò, o che agì nella sua funzione di direttore nelle cose materiali nel paese. Con il
ritorno del Sacerdote (quando era stata fermata) questa fu più tardi - - da Iside, la regina, o la figlia
di Ra - - girata in modo da presentare a quella gente nel paese i rapporti dell’uomo e dell’animale o
del mondo carnale con quei cambiamenti che svaniscono o diminuiscono nei loro vari effetti.
Queste cose possono essere viste, presentate in modo diverso, in molte delle varie sfingi, come
vengono chiamate, in altre parti del paese - - come il leone con l’uomo, le varie forme di ali, o
caratterizzazioni nei loro vari sviluppi. Queste cose erano presentazioni di quelle proiezioni che
erano state tramandate nel loro vari sviluppi di ciò che diventa uomo - - come nel presente. 5748-6
(L’entità fu il) capo consigliere durante il regno del primo conquistatore (Arart) di questo popolo,
ma viene ritenuto il consigliere di quel governatore. Quando il secondo governatore (Araaraart) si
eleva alla sua posizione, sempre ritenuto capo consigliere, e nel periodo delle divisioni fra i popoli,
in considerazione delle condizioni che nascevano fra il sommo sacerdote (Ra Ta), o il capo dello
studio religioso, come si direbbe oggi, il consigliere persuase, governò, per così dire, con il re per
l’esilio del sacerdote dominante, poiché - come è stato stabilito - la legge è al di sopra del suo
artefice, ed è, come è stato visto e dato, un fattore oggi nella vita dell’entità ...
Durante questo periodo ci fu il completamento del monumento che oggi sta per il mistero di tutte le
epoche, e questa (la Sfinge), come si è visto, rappresenta questo consigliere dei re, poiché, come si
vede nella figura stessa, non è come uno dei re reso in forma da bestia, bensì sovrintende, dirige, dà
consiglio, dà forza ai re prima e ai re da allora. Il volto, proprio come fu dato allora, è la
rappresentazione di questo consigliere a questo grande popolo. Queste cose e molti ritrovamenti,
come dato, possono essere trovati sulla base dell’avambraccio sinistro, o gamba sinistra, della bestia
prostatica, sulla base delle fondamenta. Non nel canale sotterraneo (che venne aperto dal
governatore molti anni, secoli, più tardi), bensì nella vera base o ciò che verrebbe definito nel
linguaggio attuale la pietra angolare. Il consiglio dell’entità in quei giorni portò molte cose buone ai
popoli, non solo di quel paese, ma di molti altri. 953-24
Allora l’entità ebbe il nome Arsrha e fu il disegnatore di pietre e pietre preziose e l’intagliatore per
quell’entità, il governatore, Araaraart. L’entità diede anche le forze geometriche alla gente, essendo
allora il matematico, e un assistente dell’astrologo e l’indovino del giorno. Dispose allora i primi
monumenti che venivano restaurati e costruiti in quei luoghi, essendo allora il fondatore del mistero
dei misteri di adesso, la Sfinge.
D- In quale funzione questa entità agiva per quanto riguarda la costruzione della sfinge?
R- Quando i monumenti venivano ricostruiti nelle pianure di quello che ora viene chiamato la
piramide di Gizeh questa entità costruì, mise le fondamenta; cioè la sovrintese, previde la posizione
geometrica della stessa in rapporto a quegli edifici che venivano eretti in connessione con la sfinge.
E i dati relativi a questo possono essere trovati nelle volte della base della sfinge. Vediamo che
questa sfinge fu costruita così:
Le escavazioni per questa vennero fatte nelle pianure sopra il posto dove si era trovato il tempio di
Iside durante il diluvio, che aveva avuto luogo alcuni secoli prima, quando questo popolo (e questa
entità fra di loro) entrò dal paese del nord e prese possesso del dominio di questo paese, istituendo
la prima dinastia. L’entità fu con quella dinastia, anche nella seconda dinastia di Araaraart, quando
quegli edifici vennero iniziati. La base della sfinge fu disposta in canali, e nell’angolo rivolto alla
piramide di Gizeh si può trovare la dicitura di come questa venne fondata, dando la storia del primo
governatore d’invasione e l’ascensione di Araaraart. 195-14
D- Chi scoprirà la storia del passato in forma di documentazione di cui si dice che si trovi vicino
alla Sfinge in Egitto?
R- Come è stato stabilito in quelle documentazioni della legge dell’Uno ad Atlantide, che sarebbero
venuti tre che avrebbero avuto il perfetto modo di vivere. E quando si trovano quelli che, nella loro
esperienza dal loro soggiorno sulla terra, hanno creato un equilibrio nelle loro esperienze o
esistenze spirituali, mentali, materiali, essi possono così diventare quei canali attraverso i quali
possono essere proclamate ad un corpo che cerca, che attende, che è desideroso, quelle cose che
proclamano come sono state conservate sulla terra (quello che è un’ombra della provvista mentale e
spirituale di Dio per i Suoi figli) quelle verità che sono state proclamate così a lungo. Quindi quelli
che fanno di sé quel canale. Poiché, come Lui ha dato, chi deve proclamare non sta a me dirlo, ma
coloro che sono arrivati a tale portata della loro esperienza da essere degni di proclamare. 3976-15
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza