Site Logo
martedì 4 agosto 2020

L’Educazione, l’Iniziazione e i Viaggi di Gesù

D- Per favore, date questa volta un profilo della vita e delle attività di Gesù il Cristo dal momento
della Sua nascita fino all’inizio del Suo ministero in Palestina all’età di circa trent’anni; dando il
luogo di nascita, l’educazione, i viaggi, ecc.
R- Come si vede dai documenti che venivano tenuti allora sulle promesse e le loro realizzazioni in
molti paesi , “Tu Betlemme di Giuda (Matteo 2:6)—il luogo di nascita del Grande Iniziato, il Sacro,
il Figlio dell’uomo, l’Accettato del Padre.”
Durante quei periodi in conformità con quelle leggi e ordinanze, nella famiglia del padre.
Poi nella cura e nel ministero dal periodo della visita a Gerusalemme, dapprima in India, poi in
Persia, poi Egitto; perché “Mio figlio sarà chiamato dall’Egitto” (Matteo 2:15).
Poi una parte del soggiorno con il predecessore che fu dapprima proclamato nella regione intorno al
Giordano; e poi il ritorno a Cafarnao, la città dell’inizio del ministero. Poi in Cana e Galilea.
Negli studi che facevano parte della preparazione, questi includevano dapprima quelli che erano le
basi di ciò che era dato come legge. Perciò dalla legge nel Grande Iniziato deve venire amore,
compassione, pace, perché ci possa essere l’adempimento completo di quell’intento per cui, di cui
Egli fu chiamato.
D- A partire da quale periodo e per quanto tempo Egli rimase in India?
R- Da tredici a sedici. Un anno in viaggio e in Persia; la maggior parte era in Egitto. In questo la
parte più grande si vedrà nelle testimonianza lasciate là nelle piramidi; perché qui si insegnò agli
iniziati.
D- Descrivete gli insegnamenti ricevuti in India.
R- Quelle purificazioni del corpo in relazione con la preparazione per la forza nel fisico, nonché
nell’uomo mentale. Nei viaggi e in Persia l’unità di forze in relazione con quegli insegnamenti di
quello dato in quelli di Zu e Ra. In Egitto ciò che era stata la base di tutti gli insegnamenti in quelli
del tempio, e le conseguenze delle azioni del crocifiggere del sé in relazione agli ideali che
consentono le capacità di portare avanti ciò che si è stati chiamati a fare.
D- In quale piramide ci sono le testimonianze del Cristo?
R- Quello deve ancora essere scoperto.
D- Vi sono delle testimonianze scritte degli insegnamenti che non sono ancora state trovate?
R- Piuttosto di più delle persone frequentate maggiormente, e quelle testimonianze che devono
ancora essere trovate sulla preparazione dell’uomo, del Cristo, in quelle della tomba, o quelle
ancora da scoprire nella piramide.
D- Quando sarà data la possibilità di scoprire queste?
R- Quando vi è stato abbastanza della resa dei conti attraverso cui il mondo sta passando nel
presente. Trentasei—trentotto—quaranta. 5749-2
D- Per favore date dei fatti sull’educazione di Gesù in Palestina, le scuole che Egli ha frequentato,
per quanto tempo, che cosa ha studiato, sotto quale nome era registrato.
R- I periodi di studio in Palestina erano solo nel momento del Suo soggiorno nel tempio, o a
Gerusalemme durante quei periodi in cui Egli fu citato da Luca come uno fra i rabbini e gli
insegnanti. I Suoi studi in Persia, India e Egitto coprirono dei periodi molto più lunghi. Egli era
sempre registrato sotto il nome di Jeshua.
D- Per favore descrivete l’educazione di Gesù in India, le scuole frequentate—ha frequentato la
scuola essena a Jagannath diretta da Lamaas, e ha studiato anche a Benares sotto l’insegnante indù
Udraka?
R- E’ stato lì per almeno tre anni. Arcahia fu l’insegnante...
Questa non era la vera dottrina essena come veniva praticata dalle associazioni ebraiche e semiebraiche
nel Carmelo.
D- Per favore descrivete l’educazione di Gesù in Egitto nelle scuole esseni di Alessandria e
Eliopoli.
R- Non ad Alessandria,--piuttosto ad Eliopoli, per i periodi del raggiungimento del sacerdozio, o
per fare gli esami là—come fece Giovanni. Uno era in una classe, l’altro nell’altra.
D- Per favore descrivete il contatto di Gesù con le scuole in Persia, e ha Egli stabilito a Persepoli un
metodo per entrare nel Silenzio, nonché per dimostrare il Potere di guarire?
R- Quella fu piuttosto una parte dell’attività nella “città nelle colline e nelle pianure”.
D- Nominate alcuni dei Suoi insegnanti eminenti e gli argomenti studiati.
R- Non come insegnanti, ma per essere stato esaminato da questi; passando là gli esami. Questi,
come sono stati dal momento della loro istituzione, erano esami attraverso cui si raggiungeva la
posizione di essere accettati o rifiutati dalle influenze dei mistici, nonché dei vari gruppi o scuole in
altri paesi. Poiché, come indicato spesso attraverso questo canale, l’unificazione degli insegnamenti
di molti paesi fu stabilita in Egitto; perché quello era il centro dal quale ci doveva essere l’attività a
raggio dell’influenza sulla terra,-- come indicato dalla prima istituzione di quegli esami, o dalla
registrazione del tempo come è stato, era e sarà –finché il nuovo ciclo non sarà cominciato.
D- Perché la Bibbia non parla dell’educazione di Gesù, o ci sono ora dei manoscritti sulla terra che
daranno questi dettagli mancanti?
R- Ve ne sono alcuni che sono stati contraffatti. Tutti quelli che esistevano sono stati distrutti,-- cioè
gli originali – con le attività ad Alessandria.
D- Quando si rese conto Gesù che egli avrebbe dovuto essere il Salvatore del mondo?
R- Quando cadde ad Eden.
D- Gesù ha studiato sotto Apollo e altri filosofi greci?
R- ...Gesù, come Gesù, non si è mai appellato agli esperti delle cose del mondo.
D- Per favore descrivete le iniziazioni di Gesù in Egitto e dite se il riferimento del Vangelo ai “tre
giorni e notti nel sepolcro o nella tomba (Matteo 12:40)”, forse a forma di croce, indica
un’iniziazione particolare.
R- Questa è una parte dell’iniziazione, -- è una parte del passaggio attraverso ciò che ogni anima
deve raggiungere nel suo sviluppo, come ha fatto il mondo attraverso ogni periodo della propria
incarnazione sulla terra. Come si suppone, la testimonianza della terra attraverso il passaggio
attraverso la tomba, o la piramide, è ciò attraverso cui ogni entità, ogni anima, come iniziato deve
passare per raggiungere la liberazione dalla stessa, -- come indicato dalla tomba vuota che non è
mai stata riempita, chiaro? Solo Gesù fu capace di soggiogarla quando diventò ciò che indicava il
Suo compimento. E là, come iniziato, Egli uscì, -- per superare l’iniziazione, compiendola – come
indicato nel battesimo nel Giordano; non standovi dentro in piedi e nemmeno facendosi versare o
spruzzare addosso l’acqua! quando passò da quell’attività nel deserto ad affrontare ciò che era stata
la sua rovina in principio.
D- Perché gli storici come Giuseppe ignorano il massacro dei bambini e la storia di Cristo?
R- Qual era lo scopo degli scritti di Giuseppe? Per gli ebrei o per i cristiani? Questo si risponde da
sé! 2067-7
Giovanni era più esseno di Gesù. Gesù rimase fedele piuttosto allo spirito della legge e Giovanni
alla lettera della stessa ...
D- Parlate di come Giuditta insegnò a Gesù, dove e quali argomenti ella Gli insegnò, e quali
soggetti progettò di farGli studiare all’estero.
R- Le profezie! Dove? nella casa di lei. Quando? durante quei periodi dal suo dodicesimo al suo
quindicesimo-sedicesimo anno, quando Egli andò in Persia e poi in India. In Persia quando Suo
padre morì. In India quando Giovanni andò in Egitto per la prima volta, dove Gesù lo raggiunse ed
entrambi diventarono gli iniziati là nella piramide o nel tempio.
D- Quali argomenti Giuditta aveva in mente da farGli studiare all’estero?
R- Quello che oggi chiamereste astrologia.
D- Giuditta era presente alla Crocifissione o alla Resurrezione?
R- No. Nello spirito – cioè con la mente –presente. Perché, ricordate, l’esperienza di Giuditta in
quel periodo era tale che poteva essere presente in molti luoghi senza che il corpo fisico fosse là!
2067-11
Recentemente è stata scoperta nel paese etiope la documentazione fatta da questa entità degli
insegnamenti di Filippo e di Simone in quel paese. Poiché queste sono tra le testimonianze più pure;
perché furono scritte non solo sul papiro di migliore qualità ma nel paese etiope esso rimane sempre
intatto, questa esperienza dell’entità che incontrò Filippo e quali furono le parole e l’insegnamento
di Gesù di Nazareth.
Se l’entità in questa esperienza terrà questi come base, come criteri di base, come i principi in tutti
gli studi, tutte le ricerche dei misteri della natura, i misteri di come certi canti, incantesimi e
suggerimenti portano alla nascita delle influenze nell’esperienza dei corpi di altri, nonché nel sé, se
sono fondate in Lui, maggiori possono essere le benedizioni e i guadagni materiali, e – soprattutto –
lo sviluppo dell’anima in questa esperienza. 315-4
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza