Site Logo
venerdì 22 novembre 2019

Lo Sviluppo dell’Anima

LO SVILUPPO DELL’ANIMA
Ogni anima entra in ogni esperienza per lo sviluppo, affinche´ possa essere preparata a dimorare con cio` che cerca come la sua meta. Percio` la necessita` per ogni entita` di stabilire il suo ideale in ogni esperienza.
Percio` troviamo che gli sviluppi durante le attivita` dell’entita`, o in un soggiorno materiale o attraverso un’esperienza astrologica, non sono altro che un’evoluzione—o un rendere-pratico. Perche´ non e` quello che un’entita` individuale puo` proclamare cio` che conta; bensi` cio` che ogni anima—fa con cio` che ha stabilito come il suo ideale, nel rapporto con altri individui. 1235-1
Come l’uomo applica le leggi di cui diventa cosciente, lo sviluppo dell’uomo evidenzia quei risultati meritati da quella conoscenza... Questo, troviamo quindi, e` l’evoluzione. Lo sviluppo dell’uomo attraverso l’acquisizione dell’uomo, la comprensione dell’uomo delle leggi spirituali, delle leggi terreni, delle leggi di Dio, e l’applicazione delle stesse. 900-70
Gli attributi dell’anima e dello spirito sono tanti—e ancora di piu`!--quanti gli attributi della mente fisica o mentale. Ognuno, in principio, dotato con quella stessa condizione—posizione. Ognuno, in se stesso, costruendo se stesso, per mezzo del suo sviluppo attraverso le epoche come si manifestano sulla terra...
‘Sviluppare’ significa andare verso le forze superiori, o il Creatore. 3744-4
Quello che l’entita` e` oggi e` il risultato di cio` che e` stata nei giorni e nelle esperienze e nelle epoche e nei milioni di anni passati. Perche´ la vita e` continua; e sia che venga manifestata nella materialita` o nel regno di un solo individuo, essa e` una e sempre la stessa. 2051-5
Il se´ sta continuamente affrontando se stesso. E come puoi imparare a stare da parte e vedere il se´ passare, puo` arrivare sempre di piu` la conoscenza e la comprensione che e` serio, che e` reale; e che il reale e` l’invisibile piuttosto che quello che e` cosi` materiale da causare delusione, paure e quelle cose che rendono la mente dell’uomo timorosa.
Ci possono essere dei cicli a volte, ma nessun arresto per lo sviluppo di un’anima. Perche´ e` nel movimento, nel cambiamento che troviamo che le consapevolezze sono arrivate e arrivano e ci saranno sempre. Perche´ e` la legge divina. 1771-2
La vita e la verita` e la comprensione e la felicita`, nel suo senso piu` ampio, non sono altro che una crescita. Perche´ cresci nella grazia, nella conoscenza, nella comprensione. 1301-1
Nella crescita di ogni forza troviamo che il multiplo di se stessa per mezzo della sua attivita` su se stessa costituisce una crescita; sia questo nel se´ mentale, nel se´ spirituale o nel mondo fisico. E’ il multiplo di se stesso su se stesso; non per se stesso ma di se stesso. Come emette quindi da se´, cosi` cresce. Questo vale anche per l’entita`, quando usa cio` che ha in mano giorno per giorno. 416-10
La vita e` continua! L’anima va avanti, guadagnando da ogni esperienza cio` che e` necessario alla sua comprensione della sua parentela ... con il Divino. 1004-2
(La crescita dell’anima) puo` anche non essere sentita nella coscienza di materializzazione. Viene sperimentata dalla coscienza dell’anima. 254-68
D- Discutete le varie fasi dello sviluppo spirituale prima e dopo la reincarnazione sulla terra. R- ...Quando in principio ci fu l’avvento dell’uomo sul piano conosciuto come terra, e divenne
un’anima vivente, soggetta alle leggi che governano quello stesso piano, il Figlio dell’Uomo venne sulla terra come il primo uomo. Percio` il Figlio dell’Uomo, il Figlio di Dio, il Figlio della Prima Causa, si rese manifesto in un corpo materiale.
Questa non fu la prima influenza spirituale, il primo corpo spirituale, la prima manifestazione sulla terra, ma il primo uomo—carne e sangue; la prima casa carnale, il primo corpo soggetto alle leggi del piano nella sua posizione nell’universo.
Perche´ la terra e` soltanto un atomo nell’universo di mondi.
E lo sviluppo dell’uomo comincio` attraverso le leggi delle generazioni sulla terra; cosi` lo sviluppo, il ritardo o le alterazioni in quelle posizioni su un piano materiale...
Percio`, quando avvenne lo sviluppo di quella prima entita` di carne e sangue a livello terreno, egli divenne davvero il Figlio—attraverso le cose che Egli sperimento` sui vari piani, quando lo sviluppo arrivo` all’unita` con la posizione in cio` che l’uomo chiama l’Uno E Trino...
Nella materialita` troviamo che alcuni avanzano piu` velocemente, alcuni diventano piu` forti, alcuni diventano creature deboli. Fino a quando non c’e` la redenzione attraverso l’accettazione della legge (o l’amore di Dio, come manifestata attraverso il Canale o la Via), ci puo` essere poco sviluppo o non ci puo` essere alcuno sviluppo in un piano materiale o spirituale. 5749-3
D- Come create da Dio in principio, sono perfette le anime, e se si`, perche´ c’e` bisogno di sviluppo? R- Per questo troviamo la risposta soltanto in questo; l’evoluzione della vita come puo` essere compresa da una mente finita. Nella prima causa, o principio, tutto e` perfetto. Nella creazione dell’anima troviamo che la parte puo` diventare un’anima vivente e uguale al Creatore. Per raggiungere quella posizione, quando e` separata, deve passare attraverso tutti gli stadi di sviluppo, affinche´ possa essere una con il Creatore...
L’illustrazione di questo la troviamo nell’uomo chiamato Gesu`. Quest’uomo, come uomo, rende la volonta` la volonta` del Padre, diventando quindi uno con il Padre e il modello per l’uomo...
(In) Gesu` troviamo un’Unita` con il Padre, il Creatore, passando attraverso tutti i vari stadi di sviluppo; perfetto nella mente, perfetto nella collera, reso perfetto nella carne, diventato perfetto nell’amore, diventato perfetto nella morte, diventato perfetto nella psiche, diventato perfetto nel mistico, diventato perfetto nella coscienza, diventando perfetto nelle forze dominanti superiori. Cosi` Egli e` come il modello, e attraverso la conformita` con tali leggi resa perfetta, il destino, il predestinato, la premeditazione, la volonta` resi perfetti, la condizione resa perfetta, Egli e` un esempio per l’uomo, e soltanto come uomo, perche´ Egli visse soltanto come uomo, Egli mori` come uomo. 900-10
D- Da uno studio di questi (readings) pare che ci sia una tendenza verso il basso, dalle incarnazioni terrene verso una maggiore mondanita` e meno mentalita`. Poi c’e` un’oscillazione verso l’alto, accompagnata da sofferenze, pazienza e comprensione. E’ questo lo schema normale che risulta in virtu` e unita` con Dio ottenute dal libero arbitrio e dalla mente?
R- Questo e` corretto. E’ lo schema stabilito in Lui.
D- Ci sono diversi schemi che un’anima potrebbe assumere, a seconda della fase di sviluppo sulla quale desidera lavorare - cioe`, potrebbe un’anima scegliere di essere una fra diverse personalita` che sarebbero tutte adatte alla sua individualita`?
R- Corretto.
D- E’ la realizzazione dell’aspettativa dell’anima di piu` o di meno del cinquanta percento?
R- E’ un avanzamento continuo, cosi` e` piu` del cinquanta percento.
D- Sono eredita`, ambiente e volonta` fattori uguali nell’aiutare o ritardare lo sviluppo dell’entita`?
R- La volonta` e` il fattore maggiore, perche´ puo` superare tutti gli altri, a condizione che la volonta` venga resa tutt’una con lo schema, chiaro?
D- (Riguarda) i fattori dell’evoluzione dell’anima. Dovrebbe la mente, il costruttore, essere descritta come l’ultimo sviluppo, perche´ dovrebbe evolversi finche´ non ha delle fondamenta sicure di virtu` emotive?
R- A questo si potrebbe rispondere Si` e No, entrambi. Ma se si presenta in quanto, intenzionalmente, capisci, mantiene quel desiderio di essere in armonia, allora (questo desiderio) e` necessario per quel raggiungimento prima che riconosca la mente come la via. 5749-14
Quando lo sviluppo della terra come sfera divento` un luogo abitabile, capace di procurare le condizioni in cui un’entita` puo` assumere la sua dimora in qualsiasi forma, l’entita` fu fra quelle anime date a tali entita` per manifestare il divino sul piano terreno, e scelse da se´ di entrare, per diventare—da se´—una parte dello stesso, per dimostrare cio` che aveva di innato e manifesto nel se´ del divino stesso...
Come l’entita` va sempre avanti e passa attraverso queste sfere—il sole, i pianeti, la terra—verso cui si sviluppa—considerando tutto, essendo una parte del tutto, manifestando tutto—per riportarlo a quella fonte dalla quale e` venuto. 413-1
D- Quando un’entita` ha completato il suo sviluppo, in tal modo che non ha piu` bisogno di manifestarsi sul piano terreno, quanto e` lontana sulla via nel suo sviluppo completo verso Dio? R- Non deve essere dato. Raggiungi quel piano e sviluppati in Lui, perche´ in Lui la volonta` diventera` allora manifesta. 900-20
Non tanto sviluppo del se´, ma piuttosto sviluppare la Coscienza Cristica nel se´, essendo altruisti, affinche´ Lui possa agire con te a modo Suo, affinche´ Egli—il Cristo—possa guidarti, affinche´ Egli ti guidi nelle cose che fai, che dici. 281-20
Cio` che e` cosi` difficile capire nella mente o nelle esperienze di molti e` che le attivita` di un’anima sono per lo sviluppo del se´, ma devono essere altruiste nelle sue attivita` perche´ essa, l’anima, si sviluppi 275-39
Sulla terra si affronta soltanto il se´. Impara quindi a metterti da parte e a osservarti passare—anche in quelle influenze che a volte sono dei tormenti per la mente. 3292-1
D- Qual era lo scopo del mio ingresso sul piano terreno questa volta? R- Per completare il ritrovamento del se´ da parte del se´. 3407-1
Perche´ la vita—o la forza motivante di un’anima—e` eterna... Perche´ ogni anima cerca espressione. E come si muove attraverso associazioni e attributi mentali in cio` che la circonda, esterna cio` che diventa o reazione egoista del proprio ego o—per esprimersi—o l’IO SONO tutt’uno con il Grande IO SONO QUELLO CHE SONO.
Quali allora sono gli scopi per le attivita` di un’entita` su di un piano materiale, circondata da quegli ambienti che assicurano le espressioni del se´ o le attivita` del se´ nelle varie maniere?
Che cosa significa? Che il se´ sta crescendo verso cio` che essa, l’entita`, l’anima, deve presentare, per cosi` dire, al Grande IO SONO in quelle esperienze quando e` assente dalla materialita`.
Questo diventa a volte difficile da visualizzare per l’individuo; che il mentale e l’anima possono manifestarsi senza un veicolo fisico. Ma nelle meditazioni piu` profonde, in quelle esperienze quando quelle influenze possono sorgere quando lo spirito della Forza Creatrice, l’universalita` dell’anima, della mente - non come materiale, non come giudizi, non in tempo e spazio ma di tempo e spazio - puo` perdersi nel Tutto, invece dell’entita` che si perde nel labirinto di influenze confuse - allora le visioni dell’anima nascono nelle meditazioni.
E quando i centri si sintonizzano con le vibrazioni della forza corporea, questi danno una visione di cio` che per l’entita` puo` essere uno sbocco per le espressioni del se´, nella bellezza e nelle armonie e nelle attivita` che diventano, in ultima analisi: semplicemente essere pazienti, sopportare, essere dolci, gentili. Questi sono i frutti dello spirito di verita`; proprio come odio, malizia e cose simili diventano nella loro crescita quelle forze distruttive creando, causando quelle cose che non sono
altro che zizzanie, confusioni, dissensi nelle esperienze di un’entita`.
Quelli sono quindi gli scopi dell’ingresso di un’entita` in un piano materiale; scegliere cio` che e` il suo ideale. Quindi fatti la domanda - ricevi la risposta dapprima nella tua coscienza fisica:
“Qual e` il mio ideale di una vita spirituale?”
Poi, quando e` arrivata la risposta - perche´ e` stato dato da Colui che e` la Vita, che il regno di Dio, il regno dei cieli, e` dentro di te; e vediamo il regno di Dio all’esterno per mezzo dell’applicazione di quelle cose che fanno parte dello spirito della verita` - quando questo ha quindi avuto risposta, cerchi di nuovo nella coscienza intima: “Sono leale al mio ideale?”
Queste diventano quindi le risposte. Questo e quello e quell’altro; mai pro e contro. Perche´ la crescita nello spirito e` come Lui ha dato; tu cresci nella grazia, nella conoscenza, nella comprensione.
Come? Come tu vuoi che altri ti dimostrino pieta`, tu devi dimostrare pieta` persino a coloro che ti usano con perfidia. Se vuoi che ti venga perdonato cio` che e` contrario ai tuoi stessi scopi - ma attraverso le vicissitudini delle esperienze intorno a te, rabbia e collera cedono il posto ad un giudizio migliore - anche tu perdonerai coloro che ti hanno usato con perfidia; non avrai rancore. Perche´ vorresti che il tuo Ideale, quella Via che cerchi, non avesse rancore - si`, nessun giudizio - contro di te. Perche´ e` la vera legge della ricompensa; si`, la vera legge del sacrificio.
Perche´ non solo nel sacrificio Egli ha cercato i Suoi giudizi, bensi` piuttosto nella pieta`, nella grazia, nel coraggio; si`, nell’amore divino.
Le ombre di questi si vedono nella tua esperienza interiore con il tuo prossimo giorno per giorno. Perche´ hai visto come un sorriso, si`, una parola gentile, hanno scacciato la collera. Hai visto come una gentilezza ha dato speranza a coloro che hanno perso il contatto con lo scopo, diversamente dalla soddisfazione di un appetito - si`, diversamente dal soddisfare i desideri della mente carnale. Percio` come dai ricevi. Perche´ questa e` la pieta`, questa e` la grazia. Questa e` la bellezza della vita interiore vissuta.
Sappi quindi che non e` che si faccia giudizio qua e la`. Perche´ sappi che Dio guarda nel cuore ed Egli giudica piuttosto gli scopi, i desideri, gli intenti.
Perche´ che cosa cerchi di domare nella tua vita? L’intento del se´? Non sai che e` stato l’egoismo a separare le anime dallo spirito della vita e della luce? Quindi soltanto nell’amore divino hai l’opportunita` di diventare per il tuo prossimo una unica buona qualita`, una pieta`, si` anche un salvatore.
Perche´ finche´ non hai saputo nelle tue associazioni materiali che sei una unica buona qualita` per qualcuno, non puoi nemmeno conoscere tutta la pieta` del Padre con i figli degli uomini.
Non e` quindi un’abitudine meccanica; non e` un rituale che ha creato quelle influenze nella tua stessa esperienza; ma in chi, in che cosa hai posto la tua fiducia?
Egli ha promesso di incontrarti nel tempio del tuo stesso corpo. Perche´, come e` stato dato, il tuo corpo e` il tempio del Dio vivente; un tabernacolo, si`, per la tua anima. E nel sancta sanctorum della tua stessa coscienza Egli puo` camminare a parlare con te. Come? Come?
E’ portando un sacrificio? E’ bruciando l’incenso? E’ rendendoti umile?
E’ piuttosto che hai un proposito! Perche´ il tentativo, lo scopo del tuo se´ interiore, per Lui e` la rettitudine. Perche´ Egli ha conosciuto tutte le vicissitudini dell’esperienza terrena. Ha camminato attraverso la valle dell’ombra della morte. Ha visto le tentazioni dell’uomo da ogni fase che possa venire nella tua stessa esperienza; e, si`, Egli ti ha dato, “Se mi amerai, credendo che sono in grado, ti liberero` da cio` che ti assale cosi` facilmente in ogni esperienza.”
Ed e` cosi` che Egli c’e`; non come un Signore, ma come tuo Fratello, come il tuo Salvatore; che tu possa conoscere davvero la verita` che dolcezza, gentilezza, pazienza, amore fraterno generano - nel cuore dei tuoi cuori, con lui - quella pace, quell’armonia. Non come il mondo conosce la pace, ma come Egli diede : “Vi do quella pace; affinche´ possiate sapere che il vostro spirito, si`, la vostra anima, porti testimonianza con me che voi siete miei - io sono vostro,” proprio come il Padre, il Figlio, lo Spirito Santo.
Allo stesso modo la tua anima, la tua mente, il tuo corpo, possono diventare consapevoli di cio` che
rinnova la speranza, la fede, la pazienza in te.
E finche´ non esterni quella pazienza nel Suo amore, non puoi diventare consapevole della tua relazione con Lui. Proprio come Egli ha dato, nella pazienza diventi consapevole di essere quell’anima - che cerca la casa del Padre, che e` persino nella tua stessa coscienza...
D- Che cosa sta trattenendo il mio sviluppo spirituale?
R- Nulla lo trattiene ... fuorche´ il se´. Perche´ sappi, come e` stato dato nei tempi antichi, “Anche se prendo le ali della mattina col pensiero e volo nelle parti piu` estreme della terra, Tu sei la`! Anche se volo verso le milizie celesti, Tu sei la`! Anche se mi preparo il letto nell’inferno, Tu sei la`!”
E come Egli ha promesso, “Quando gridate a me, UDIRO’ - e rispondero` velocemente.”
Nulla impedisce - soltanto il se´.
Tieni distante il se´ e l’ombra. Volta il tuo viso verso la luce e le ombre svaniranno.
987-4 F.49 11/2/37
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza