Site Logo
martedì 4 agosto 2020

Prendersi le Proprie Responsabilità

D- Come posso addossarmi le responsabilità con maggiore grazia e facilità e calma e sicurezza?
R- Da te puoi fare poco. Prendi il Signore in società con te! Ma sii onesto con Lui e con te stesso,
come vorresti che Lui fosse onesto e sincero con te!
Questo non significa che il sé diventi “tre volte buono” o uno che abbia troppa paura per fare questo
o quello! Ogni forza, ogni potere che è manifestato sulla terra emana da una forza spirituale o divina
- quando si manifesta. L’uomo nella sua follia, o nel suo egoismo, la trasforma in ciò che diventa o
miracolo nelle esperienze dell’uomo o crimine che produce il grido della gente che non le dà retta.
Sappi che il Signore è buono!
E fare il bene, essere gentile, essere dolce, sorridere anche nel dolore, alzare lo sguardo anche
quando gli altri ti calpestano i piedi e elogiano Lui nel sé intimo è ciò che Lui cerca. E Lui ha
promesso gloria e onore a coloro che fanno tali cose.
I misteri del Suo amore, è l’uomo che li fa. Poiché Lui non è lontano, ma dentro il tuo stesso cuore.
Poiché il tuo corpo è in verità il tempio del Dio vivente. Lo tieni, e anche la mente, in condizione da
poterveLo ricevere?
Allora fallo.
Poiché come fai al più umile o ai più grandi lo fai a Lui. Poiché colui che vorrebbe essere più
grande fra gli uomini è il servo di tutti! 815-3
Quindi nelle tue occupazioni quotidiane con gli altri non dimenticare di interpretare la lezione, il
problema del giorno, da un punto di vista spirituale. Non in una maniera tre volte buona; non come
routine per amor della routine, bensì - come viene espresso nella natura - passo per passo, riga su
riga, regola su regola, perché dà tale sicurezza nella vita e nelle sue espressioni sulla terra da
renderle più proficue.
... Tuttavia affronta i problemi ogni giorno. Ma mettili da parte quando tenti di aiutare gli altri.
1204-3
D- Ho sempre trovato difficile prendere delle decisioni e affrontare le situazioni. Qual è la causa di
questa indecisione e come posso correggere questo atteggiamento?
R- Come abbiamo indicato con le esperienze dell’entità nei suoi rapporti con gli individui, questi
sono spesso stati deludenti. E’ rispetto agli individui e ai loro rapporti che arriva la più gran parte
delle indecisioni.
Non guardare le personalità. Guarda l’individualità dell’individuo e sappi che quella viene dal sé
spirituale e non da quello personale. Questo renderà molto più facile prendere delle decisioni per
quanto riguarda cose, circostanze e individui. 2582-3
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza