Site Logo
domenica 17 novembre 2019

Comprendere i Cambiamenti Terrestri Interiori ed Esteriori

Da quando è nata come pianeta, sulla Terra sono in corso dei cambiamenti
continui, e proprio come la Terra cambia incessantemente, così avviene anche nei
nostri corpi. Siamo fatti degli stessi elementi planetari e, in realtà, sostituiamo tutti
questi elementi corporei almeno una volta ogni sette anni – sempre restando la
stessa persona. I sistemi fisici sulla Terra si sono evoluti attraverso un processo
caotico di distruzione e creazione, di disgregazione e poi ricreazione in un modo
nuovo. Le nostre cellule, fatte del pianeta Terra, riflettono quella storia.
Edgar Cayce rilevò che all’interno di ogni cellula – all’interno di ogni atomo di
ogni cellula – c’è coscienza e memoria profonda. Proprio come la Terra cresce
attraverso i cambiamenti radicali, così cresciamo anche noi umani. E’ nel nostro
inconscio ed è nei nostri sogni e nei nostri miti. I popoli indigeni parlano di una
distruzione enorme. I loro miti riprendono il tema della storia biblica di Noè che a
volte Dio produce questi cambiamenti radicali per necessità, per liberare la strada
all’evoluzione dell’umanità verso una specie più soddisfacente per Dio. In tempi di
grandi cambiamenti nella storia è perciò naturale che la gente tenda ad essere
particolarmente sensibile ai cambiamenti sulla Terra, dato che colpiscono nel
profondo, ricordandoci i cambiamenti che potenzialmente dobbiamo attraversare
per raggiungere il nostro destino. Durante i 43 anni in cui eseguì le letture, Edgar
Cayce trattò 10.000 argomenti diversi. Sia che siamo interessati all’acne o al
zoroastrismo o a qualcosa in mezzo, il materiale di Cayce indubbiamente contiene
idee ed informazioni riguardo al nostro campo di indagine. Tuttavia, nonostante che
questo argomento sia immenso, varie volte da quando è morto Cayce le
informazioni sui “cambiamenti terrestri” hanno ottenuto la massima attenzione.
Sfortunatamente questa pubblicità ha indotto molte persone a credere
erroneamente che il materiale di Cayce sui cambiamenti terrestri possa essere
riassunto con catastrofi preannunciate come un futuro globale pieno di terremoti,
l’inabissamento della California nell’oceano (potenzialmente ad est fino al
Nebraska), uno spostamento dei poli e un disastro calamitoso che collegherebbe i
Grandi Laghi con il Golfo del Messico e sostanzialmente dividerebbe ciò che
rimarrebbe degli Stati Uniti continentali in due continenti. Queste supposizioni
sbagliate presentano un punto di vista estremamente limitato sul vero senso delle
informazioni di Edgar Cayce sui cambiamenti terrestri interiori ed esteriori.
Fondamentalmente le catastrofi geologiche e i terremoti non sono che le
manifestazioni di un processo spirituale più profondo che riguarda l’umanità
Per la notorietà del materiale di Cayce sui cambiamenti terrestri la maggior
parte delle persone è estremamente sorpresa quando viene a sapere che, in realtà,
sono meno di 20 letture (su oltre 14.000) che affrontano il potenziale dei
cambiamenti terrestri fisici. Oltre a queste letture, tuttavia, c’è in realtà una grande
ricchezza di informazioni potenzialmente più importanti che trattano cose come i
cambiamenti economici, politici e sociali per il futuro. Ci sono inoltre delle letture
che parlano del destino della nostra coscienza collettiva come famiglia umana e
delle forze e debolezze di varie nazioni, compresa la loro lezione collettiva come
società. Per di più ci sono parecchie informazioni che descrivono in dettaglio i
cambiamenti terrestri nella preistoria e nel passato geologico del pianeta. Infine
nelle letture ci sono delle informazioni che sembrano sbagliate o quanto meno male
interpretate.
La preistoria
Le letture che trattano di cambiamenti nella preistoria parlano di cose come
le origini della creazione e l’entrata in scena dell’umanità sulla Terra. Questo
materiale comprende il soggetto di Atlantide, così come brevi accenni alle civiltà di
Lemuria e dei maya. Comprende inoltre informazioni sull’aspetto della superficie
terrestre nella preistoria e come parte di quella superficie geologica è cambiata nel
tempo. Oltre a parlare di siti archeologici nascosti e testimonianze di civiltà
dimenticate, Edgar Cayce sosteneva che la storia dell’umanità abbia avuti inizio
circa 10 milioni di anni fa. Benché sia quasi impossibile verificare gran parte di
questo materiale, la ricerca contemporanea ha scoperto delle prove che
confermano alcune informazioni date nello stato di trance di Cayce. Per esempio,
diverse letture approfondiscono il fatto che il Nilo abbia cambiato il suo corso nei
secoli e che una volta abbia attraversato il Sahara e che sia sfociato nell’Oceano
Atlantico. Queste letture trovarono conferma decenni dopo grazie alla tecnologia
topografica satellitare ed indagini archeologiche sul posto.
Le letture che trattano i cambiamenti futuri comprendono l’analisi di una vasta
gamma di argomenti, comprese le profezie trovate nella Grande Piramide e
nell’Apocalisse. Comprendono inoltre informazioni connesse alla scoperta finale di
testimonianze che, stando a quel che si dice, furono lasciate da Atlantide, la
premessa di Cayce che ogni 24-25 anni ci sia un declino economico ciclico, la
possibilità di una pace mondiale durevole ed informazioni connesse con il destino
finale della coscienza umana.
Non travisate le letture
Una delle letture che trattano i cambiamenti terrestri fisici, la quale era
ovviamente in errore (o perlomeno sbagliata riguardo alla collocazione nel tempo),
fu una lettura data nel 1931 quando Cayce predisse che un terremoto a San
Francisco nel 1936 sarebbe stato così catastrofico che, al confronto, il terremoto
del 1906 sarebbe sembrato “un neonato”. Ovviamente un evento del genere non si
verificò. Altre informazioni di Cayce che sono state travisate comprendono un
sogno fatto da Edgar Cayce nel quale vide che era nato nel 2158 sulla costa del
Nebraska e aveva scoperto che l’opera della sua vita come Edgar Cayce veniva
ancora studiata. Questo sogno è stato spesso interpretato fuori dal contesto per
mezzo di dichiarazione come “Edgar Cayce predisse che il Nebraska sarebbe stato
la linea costiera” quando, in realtà, questo non è affatto il caso. Il sogno capitò dopo
che Edgar Cayce era stato arrestato per l’esercitazione della medicina senza
autorizzazione – un fatto che lo preoccupò molto. Fu eseguita una lettura che gli
disse che il sogno era arrivato per assicurargli che nonostante quello che avveniva
nel mondo esteriore (p.e. l’arresto) la sua opera era importante e sarebbe
sopravvissuta – non aveva a che fare con cambiamenti terrestri fisici.
Un altro esempio di una lettura che è forse stata travisata è una lettura del
1934 in cui Cayce asserisce: “La parte più grande del Giappone deve entrare in
mare. La parte superiore dell’Europa verrà cambiata in un batter d’occhio”.
Sebbene interpretata da molti come terremoti, questa affermazione non potrebbe
anche benissimo indicare la distruzione dell’impero del Giappone e la carta
geografica in trasformazione dell’Europa, entrambe le cose un risultato della
seconda guerra mondiale? Invece di terremoti o spostamenti di poli, il 1936 segnò
l’inizio della guerra civile in Spagna; Hitler invase la Renania in violazione del
trattato di Versailles; e l’aggressione in corso fra il Giappone e la Cina diventò una
guerra totale, specialmente nel 1937. Gli eventi si erano messi in tal modo da
causare lo scoppio della seconda guerra mondiale, e i cambiamenti che Cayce vide
si espressero negli affari dell’umanità. In realtà, nel 1935, in risposta ad una
domanda riguardo gli affari globali, Cayce mise in guardia un noleggiatore di 20
anni contro eventi catastrofici che stavano contribuendo ad un mondo in guerra che
avrebbe coinvolto austriaci, tedeschi e l’esercito giapponese, in modo che il mondo
intero sarebbe stato “messo a fuoco” dal conflitto globale.
Ovviamente la formazione geologica del pianeta rende necessari alcuni
cambiamenti terrestri fisici. Tuttavia, invece di considerare questi cambiamenti
come eventi apocalittici, la scienza emergente della “teoria del caos” vede questi
cambiamenti come un processo ciclico continuo del “demolire per costruire in modo
migliore” che in natura si verifica in continuazione. Per esempio, persino la
distruzione disastrosa che avvenne con l’eruzione esplosiva del monte St. Helens
portò ad un processo di ringiovanimento sorprendente, dato che la cenere
proveniente dall’esplosione fornì minerali che accelerarono la crescita e la varietà
della vegetazione. Un evento simile si verifica ogni volta che un fulmine causa un
incendio boschivo che, sebbene dapprima devastante, porta alla creazione di un
nuovo bosco.
Cambiamenti interiori
I cambiamenti personali possono creare una simile spinta alla crescita e al
cambiamento nella nostra vita. Per esempio, spesso sentiamo come un problema
di salute ha portato la persona a fare seriamente i suoi esercizi fisici e la dieta. Le
sfide della vita possono inoltre
indurre le persone a ricorrere a
risorse che non sapevano di
possedere e a trasformare le loro
vite per poter affrontare ciò che
la vita ha costretto loro a subire.
Per aiutare con questo le letture
di Cayce sottolineano
l’importanza di sintonia
personale, preghiera e
meditazione, in modo che
possiamo essere guidati dalle
nostre stesse risorse superiori. A
volte viviamo gli eventi che
portano alla crescita come uno
scompiglio di maggior rilievo che
dà l’impressione che la terra si
sia mossa. Un esempio comune
per questo tipo di cambiamento
terrestre interiore è qualcuno che fa un sogno su forti terremoti solo per vedersi
arrivare poco dopo degli scossoni maggiori nella propria vita.
A volte, rifiutarsi di prendersi le proprie responsabilità per il cambiamento
personale fa sì che la persona sia particolarmente affascinata dai cambiamenti
terrestri. Citiamo la storia di un uomo di mezza età che, infelice sul posto di lavoro,
si rese conto di volersi licenziare, ma temeva di farlo per il futuro incerto che ne
sarebbe derivato. Affascinato prese nota di tutte le notizie su vari disastri terrestri,
inondazioni, incendi e terremoti che distruggevano le vite e richiedevano sforzi
enormi nella ricostruzione. Pensando a come un’inondazione che avrebbe distrutto
la sua casa sarebbe stata un buon motivo per lasciare il suo posto di lavoro e
cominciare una vita nuova, comprese uno schema che proveniva dal suo passato:
non aveva mai lasciato un posto di lavoro volontariamente, ma di solito si era fatto
licenziare e allora era stato costretto a fare i cambiamenti che aveva comunque
desiderato di fare. Comprese che aveva usato delle crisi esteriori per indurre se
stesso all’azione, per la sua stessa paura di assumersi la responsabilità di iniziare
un cambiamento. Si rese inoltre conto che il suo interesse affascinato per i
cambiamenti terrestri aveva una motivazione simile: gli piaceva il fatto che eventi
esteriori lo costringessero a crescere. C’era qualcosa in questa passività che gli
sembrava sbagliato, e decise di fare un cambiamento e di iniziare a lasciare il suo
posto di lavoro. Quando lo fece, il suo interesse per i cambiamenti terrestri
scomparve.
! !
Le letture indicherebbero che, qualunque cambiamento incontriamo nella vita
come individui, come società o cittadini globali, fondamentalmente esso non ha a
che fare con la trasformazione della Terra, bensì con la trasformazione di ognuno di
noi. Come collettività non riusciamo più a seguire il nostro scopo sulla Terra e il
nostro destino evolutivo risponde stimolando la consapevolezza. Gli avvenimenti
mutevoli nel nostro mondo e nella nostra vita devono metterci in condizione di
ricordare perché siamo qui. Se la nostra fede è focalizzata sul denaro, allora le
nostre finanze possono essere messe alla prova, dato che non siamo sulla Terra
per il profitto monetario. Se abbiamo posto la nostra speranza per il futuro nei partiti
politici o nel governo, allora possiamo aspettarci degli sconvolgimenti politici. Se
affidiamo la nostra sicurezza al nostro posto di lavoro, allora ci serve forse uno
scossone sociale perché ci aiuti a riacquistare una prospettiva su ciò che è
veramente importante. Se dobbiamo incontrarci come un popolo unito globalmente,
forse abbiamo bisogno di una catastrofe globale o di un avvenimento calamitoso
per motivarci ad aiutarci l’un l’altro.
! !
In realtà le letture che trattano i cambiamenti negli affari mondiali sono arguti
ed anche ispiranti. Queste letture rivelano che lo Spirito Cristico assistette il
presidente Woodrow Wilson quando propose la Lega delle Nazioni. Sono anche
categoriche nella loro posizione che tutta l’umanità deve sforzarsi di trovare un
ideale comune. A prescindere dalle nostre differenze di razza, cultura o religione e
a prescindere dalle nostre idee diverse, le letture lasciano intendere che possiamo
condividere un ideale comune: “Amerai il Signore Dio tuo con tutto il cuore, tuo
vicino come te stesso!”
Altrove le letture rivelano che, ogni volta che guerra, conflitto e disordine si
verificano negli affari dell’umanità, compaiono le macchie solari come conseguenza
naturale. In un caso Cayce arrivò ad affermare che il fenomeno delle macchie solari
sia inestricabilmente connesso con l’instabilità e gli scompigli sul pianeta. In altre
parole, l’instabilità fra la gente porta all’instabilità sul pianeta e in tutto l’universo.
Secondo un ragionamento simile, quando una donna di 40 anni richiese ulteriori
informazioni su se stessa e il suo rapporto con l’universo, arrivò la risposta che, per
tutti gli individui, tutto ciò che non è in accordo con lo spirito e le leggi divine, in
qualche modo ha un impatto sul cielo stesso. Un’altra volta Cayce disse ad un
gruppo: “Poiché come la gente di ogni nazione prega e poi vive quella preghiera,
così deve operare lo Spirito.”
Il caos serve ad uno scopo superiore
Le letture presentano la
premessa che,
ogniqualvolta che non
siamo in conformità
(fisicamente, mentalmente,
spiritualmente o anche
globalmente) con la legge
divina, portiamo il caos
nella nostra esperienza.
Perché? Perché il caos
può servire allo scopo di
reintrodurre la creatività in
una situazione stagnante.
Per converso, quando
operiamo in conformità allo spirito e in armonia l’uno con l’altro, possiamo
provocare il cambiamento nella nostra vita e nel nostro mondo. In realtà una delle
dinamiche più interessanti delle persone che lavorano insieme è che possono
innalzare la “vibrazione” dell’energia e del pensiero ad un livello più alto. Detto in
maniera semplice, ciò significa che persino potenziali cambiamenti terrestri fisici
potrebbero essere invece dei cambiamenti che avvengono su un livello diverso.
Certo, continueranno a verificarsi dei terremoti come parte dell’evoluzione
fisica naturale del pianeta. Potenzialmente, però, dei cambiamenti anche più forti
potrebbero derivare da disordini politici mondiali, sfide economiche globali e molti
altri “sconvolgimenti” che non sono necessariamente di natura geologica.
Riguardo a cambiamenti più grandi, che cosa ha visto Cayce per il nostro
futuro collettivo? Le letture asseriscono che, alla fine, una caratteristica dell’Era in
cui stiamo entrando potrebbe essere descritta semplicemente come “purezza”. E’
importante far notare che non ci sveglieremo uno di questi giorni e penseremo:
“Oh, perbacco, siamo entrati in un’era di purezza!” Invece esiste una transizione
graduale fra le epoche. Oltre alla purezza, le letture lasciano intendere che l’Era sia
fondamentalmente un’epoca di globalizzazione in cui ci sarà la comprensione che
ogni individuo è responsabile per ogni altro individuo. Certo, con la globalizzazione
delle comunicazioni portata da Internet questo può già essere diventato realtà.
Infine, oltre alla globalizzazione e la purezza, le letture di Cayce sostengono che la
coscienza spirituale raggiungerà tali alti livelli di sviluppo durante questo periodo
che alla fine ogni individuo sarà in grado di comunicare direttamente con il Divino.
La meta è l’evoluzione spirituale
Alla fine le letture di Cayce
sui cambiamenti terrestri
vertono veramente sul fatto
che sta nascendo un mondo
nuovo. I cambiamenti
terrestri che vediamo – che
siano geologici, economici,
globali, politici o personali –
offrono una possibilità per
comprendere il nostro
rapporto l’uno con l’altro e ci
fanno nuovamente mettere
a fuoco le nostre priorità.
Queste sono mete evolutive
che sono sostenute dalle Forze Creatrici come dinamica motrice.
E’ arrivato il momento di considerare il materiale di Cayce sui cambiamenti
terrestri sotto una luce nuova. Gli avvenimenti mutevoli nel nostro mondo e nelle
nostre vite esistono per permetterci di ricordare perché siamo qui. Il nostro pianeta
è nel bel mezzo di sconvolgimenti che ovunque metteranno gli individui in
condizione di arrivare a questa comprensione: con Dio come nostro Creatore siamo
tutti parte della stessa famiglia. Quella comprensione ed esperienza è il nostro
destino collettivo. Non vogliamo ingannare noi stessi: la condizione geologica del
pianeta rende inevitabili alcuni cambiamenti terrestri. In altre parole, continueranno
ad esserci dei terremoti. Ma lo scopo dei cambiamenti che stiamo vivendo non sta
nei cambiamenti terrestri stessi, ma è semplicemente un passo verso il nostro
risveglio al nostro destino comune come esseri spirituali che si manifestano sulla
Terra. Noi e la terra siamo come una sola creatura che cambia, che cresce – una
creatura che è guidata dallo spirito per crescere nella sua consapevolezza di se
stessa e del suo rapporto con la creazione. Riprendendo la premessa di Cayce, ma
riguardo alla sua ricerca della mitologia dei cambiamenti radicali, lo psichiatra Carl
Jung osservava spesso: “Chi gli dei non riescono a guidare, li trascinano.”
Idealmente, come Cayce lo direbbe, sceglieremmo di seguire la guida.
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza