Site Logo
domenica 22 settembre 2019

La Vera Guida, la Vera Via

“Sappi che non solo Dio è Dio, ma che il sé è una porzione di
quell’Unione.” (900-181)
Questo è per noi un nuovo livello di comprensione. Siamo una porzione dell’Unione
infinita, universale che è Dio. Di solito pensiamo a Dio come ad un essere separato
da noi che vive in questa realtà distante, separata a cui preghiamo per ottenere
aiuto. Ma Cayce sta dicendo che possiamo raggiungere un livello di comprensione
in cui sappiamo che noi, proprio qui ed ora, siamo una porzione di Dio – all’interno
di Dio – e Dio è consapevole di noi.
Cayce rivolge queste parole a tutte le anime.
“Tutte le anime provengono dall’Uno, perché tutte le anime furono create
nell’Uno.” (1770-2)
Come ci rendiamo conto della nostra parte nell’essere infinito di Dio? Secondo
Cayce, ci sono solo due modi. Rivelò questo in una lettura per un giovane di
ventinove anni (311) che stava cercando consigli. Durante la lettura, arrivò un’entità
attraverso Cayce. Era stato un fratello di 311 nei tempi antichi, che ora era
diventato un essere illuminato nel cielo. Il sig.311 fu molto impressionato e
domandò se poteva tornare per ricevere altri consigli da questa entità. La risposta
dell’entità rivelò la nostra situazione.
D: “Posso chiamare questa entità per ottenere aiuto a consigli nel futuro?”
R: “Questo, fratello mio, è chiedere molto, perfino da me, tuo stesso fratello nella
carne, nello spirito e nella mente. Può spesso diventare un ostacolo per il tuo
stesso sé, poiché, come si vede, nessuno avvicina il Trono o la Soglia della
Coscienza Universale senza lo scopo di elevare il sé a quella coscienza o di farci
scendere al loro ideale.” (311-5)
Questa entità che viveva nella Coscienza Universale e che amava il sig. 311 non
poté acconsentire a diventare la sua fonte di guida, perché ciò avrebbe limitato la
capacità di 311 di espandere la propria coscienza. C’erano solo due modi perché
ciò avvenisse: 311 poteva portare gli esseri celesti giù al proprio livello o innalzarsi
alla consapevolezza cosciente della Coscienza Universale, da cui proviene ogni
buona guida. E così è anche per noi.
L’entità prosegue, dando al sig. 311 un consiglio per raggiungere livelli superiori di
coscienza:
“Quindi, stabilisci il tuo ideale nelle promesse del Dio vivente; poiché nemmeno per
la tua rettitudine il bene può arrivare a te, ma perché il Santo ha promesso che
‘coloro che mi cercano mi troveranno’. Perché dovrei proprio io farti
vacillare.” (311-5)
Come Gesù insegnò: “Ebbene, io vi dico: chiedete e vi sarà dato, cercate e
troverete, bussate e vi sarà aperto. Perché chi chiede ottiene, chi cerca trova, e a
chi bussa sarà aperto.” (Luca 11,9-10)
Ecco i punti chiave: stabilite il vostro ideale (come vorreste che fosse la vostra vita
e la vostra consapevolezza) in queste promesse che sostengono che Dio vive
dentro di noi e, se chiediamo, cerchiamo e bussiamo alla porta della nostra
coscienza, Lui risponderà.
E’ interessante vedere come l’entità celeste disse che nemmeno la nostra
rettitudine ci porterà del bene. Dobbiamo elevarci nella nostra coscienza se
vogliamo avere le piene benedizioni dell’amore di Dio e della Sua presenza dentro
di noi.
In un’altra lettura Cayce chiede:
“Qual è il tuo ideale? In chi hai creduto e in che cosa hai creduto? Ciò in cui hai
creduto è capace di tenerti per sempre davanti agli occhi ciò che Gli hai affidato?
Sì, attraverso il tuo angelo, attraverso il tuo sé che è l’angelo, parli col tuo
Ideale!” (1646-1)
Questo passaggio bellissimo indica che quella porzione di noi che è Dio, che è
dentro di Dio e verso cui possiamo elevarci, è simile ad un essere angelico. Ad un
livello più profondo, noi siamo la nostra guida angelica e quella porzione di noi può
parlare e parlerà direttamente a Dio, il nostro ideale di Dio, per noi.
Questa serie di letture mostra che, per essere guidati bene, non abbiamo bisogno
di guide o antenati o fonti esterne. Dobbiamo elevarci fino a raggiungere quella
porzione di noi che è l’angelo e poi le promesse di Dio si impossesseranno di noi e
allora troveremo, riceveremo e potremo entrare totalmente alla presenza di Dio.
Queste letture indicano anche che gli intermediari possono essere un impedimento
per noi e per il nostro diritto di nascita di conoscere Dio appieno e di vivere nella
Sua presenza amorevole, questa una promessa da parte di Dio.
Ecco la risposta in una lettura ad una domanda sull’angelo custode:
D: “Che cos’è l’angelo custode?”
R: “Il compagno di ogni anima quando essa entra in un’esperienza materiale.
L’angelo custode è sempre un’influenza che serve a mantenere quella sintonia fra
le Energie o Forze Creative dell’entità-anima e salute, vita, luce ed
immortalità.” (1646-1)
E’ chiaro che siamo guidati a sapere che Dio ha promesso di incontrarci e che,
nella nostra costituzione, abbiamo a disposizione una porzione angelica per godere
dell’aiuto e della guida che cerchiamo. Questa parte del nostro essere ci aiuta a
conservare uno stato di sintonia fra noi e le Energie Creatrici di Dio, portandoci
salute, vita, luce ed immortalità.
“Per prima cosa, sappi qual è il tuo ideale. In chi hai posto la tua fiducia? Quali
sono le Sue promesse nei tuoi confronti? Fino a che punto rendi tue quelle
promesse?
Rispondi a queste domande nella tua coscienza. E non prenderle alla leggera.
Perché sono la base della tua filosofia, sono le domande a cui devi rispondere di
fronte al tuo angelo custode che sta sempre al cospetto di Colui che sei tu
stesso!” (1620-2)
Quest’ultima riga riafferma quanto siamo parte di Dio e che esistiamo in Dio. E’
un’Unione che dobbiamo conoscere e vivere consapevolmente.
Allora stabiliamo il nostro ideale in queste idee ed applichiamoci per realizzarle.

Personal Spirituality, dicembre 2008
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza