Site Logo
mercoledì 20 novembre 2019

Siamo i nuovi Esseni?

Con l’avvento del nuovo millennio è possibile che l’A.R.E. e i suoi membri
abbiano una parte nel facilitare la Seconda Venuta del Cristo? Io credo di sì -
proprio come Gesù fu attratto dagli esseni, un gruppo di individui che si
impegnarono ad avere un contatto con il Divino, anche i membri dell’A.R.E.
possono creare la vibrazione necessaria perché Lui torni fisicamente sulla Terra.
Storicamente gli esseni esistevano come piccolo gruppo di individui,
provenendo dalla Scuola dei Profeti, istituita da Elia e Samuele sul Monte Carmel in
Israele. Divennero un gruppo che cercava l’avverarsi delle profezie della venuta del
Messia. La loro attesa nacque da una sincera ricerca di un contatto diretto con il
Divino. Gli esseni sembrano aver compreso in varie periodi gli gnostici, terapeutiae,
nazareni, con sette in vari luoghi, incluso l’Egitto, l’India e Persia e varie sedi in
Israele.
Secondo le letture di Cayce, il Carmel era la sede per la scelta di Maria come
recipiente per l’influenza imminente di Dio. Più tardi Giuseppe e Maria vi si
sposarono.
Dal Carmel la guida degli esseni, Judy, mandò la famiglia a studiare nella
grande biblioteca ad Alessandria, Egitto. Più tardi Gesù venne mandato da lei ad
Eliopoli, Egitto (circa 10 km dal Cairo) per studiare quelle cose che erano state
“l’unione di forze connessa a quegli insegnamenti di ciò che era stato dato in quelli
di Zu e Ra” (5749-2); e ancora più tardi a Giza per ricevere le iniziazioni finali
insieme a Giovanni Battista nella Grande Piramide. E’ interessante notare che Egli
ritornò nel luogo dove aveva aiutato a disegnare la Grande Piramide e che più tardi
studiò quello stesso materiale mistico vicino allo stesso sito. Tutto questo
implicherebbe che la connessione egiziana fosse parte integrante dei riti di
passaggio della Fratellanza Bianca.
Più tardi Judy Lo inviò a studiare in India e Persia.
La lettura 2067-7 aggiunge anche che Gesù ricevette
insegnamenti a Benares per circa tre anni.
Un’ulteriore casa degli esseni in Israele era Qumran
vicino al Mar Morto. Prima della scoperta delle
Pergamene del Mar Morto a Qumran la setta era praticamente sconosciuta, eccetto
un cenno da parte di Josephus nelle sue Antiquità e da diversi altri storici. Col
passare del tempo gli esseni diminuirono di numero, ma in seguito si ristabilirono
grazie allo scriba Ezra. Ancora più tardi, secondo Cayce, furono di nuovo ridotti in
pochi immediatamente prima dell’arrivo del Messia. Generalmente gli storici
pensavano che si fossero estinti intorno al primo secolo d.C.
Avendo perso il passo con le autorità civili e religiose del giorno, gli esseni
vennero interrogati sui loro intenti e sui loro scopi e sulle fonti di qualche loro
materiale. Malgrado questa vessazione erano noti per il loro zelo e per dividersi le
risorse in comune. Erano delle persone devote che cercavano la purezza
attraverso la legge e le buone azioni occupandosi di malati ed anziani. Secondo
Josephus insegnarono che “in tutte le cose ci si dovrebbe affidare a Dio”, e
credettero nell’immortalità dell’anima e nella ricompensa della rettitudine.
Rivedendo questa storia alla luce delle letture di Cayce ci si può chiedere: la
storia della nostra Associazione contiene uno schema che attrarrebbe in modo
naturale il Cristo nuovamente sulla Terra attraverso noi? Cayce come Ra e Cristo
come Enoch/Ermete (architetto della costruzione della Grande Piramide) furono
connessi nella costruzione di questa Grande Sala dell’Iniziazione. Anche Uhjiltd,
un’incarnazione persiana di Cayce, procreò Zend, una manifestazione del Cristo
nello stesso paese. Zend fu il padre di Zoroastro il quale, scrivendo lo Zend Avesta,
diede a quella parte del mondo una comprensione maggiore di Dio e della
spiritualità applicata.
Persino durante il ministero di Gesù troviamo le stesse anime attratte l’una
all’altra. Cayce, come Lucius, il vescovo di Laodicea, fu attratto ai Principi incarnati,
benché non sia noto se Lucius abbia mai conosciuto Gesù personalmente.
Sembra che molte di quelle anime che hanno circondato questa Opera siano
storicamente entrate come precursori per preparare la vibrazione mentale
necessaria per attrarre il Cristo nella nostra esperienza. Queste entità antiche
hanno spesso applicato dei punti di vista sulla dieta equilibrata stabilita dapprima
da un’entità sconosciuta, Aran, e da Ra Ta. Possiamo anche citare il rapporto del
Battista con Gesù, del quale la Bibbia e Cayce
affermarono che è stato Elia, e l’influenza di
innumerevoli altri che aiutarono a stabilire la Fratellanza
in Egitto e sul Carmel.
Di conseguenza potremmo aspettarci che il Battista
farà ingresso in questa Opera di nuovo in questo
secolo, se prepareremo l’energia mentale e fisica
necessaria per compiere questo.
Judy fu associata in Egitto con Ra Ta (e forse anche con Enoch). Proveniva
dallo stesso paese di Ra Ta e, quando si reincarnò in questa vita, venne attratta a
questa Opera, scrivendo ampiamente sugli esseni.
Quanto alla connessione con Enoch, la lettura 2072-4 indicò che Enoch
“spesso cercò di agire in armonia e parlare con quell’influenza divina; con le
capacità latenti e manifesti nel sé per trovare il sé nei vari regni di consapevolezza
come canale attraverso cui le benedizioni sarebbero potuti venire e anche
raccomandazioni e ammonimenti avrebbero potuto essere indicati ad altri”. Sembra
come se l’anima del Cristo abbia per sempre stabilito il livello di come dovremmo
manifestarci dopo aver ricevuto il feedback dal Divino. Molte scuole dei misteri
sostenevano di avere una conoscenza speciale di Dio e delle leggi spirituali
tramandate da Enoch.
Quindi, come potremmo applicare oggi questa storia? L’A.R.E. ha molti membri
di varie chiese, templi, religioni e denominazioni che si aspettano di costruire una
relazione direttamente con Dio. Propongo di esaminare “come o perché e
quando ... furono gli intenti che produssero la materializzazione di Gesù nella
carne”. (5749-7) Il gruppo originale era dedito ad instaurare un contatto con il
Divino. Alcuni furono convinti che ogni individuo potesse parlare con Dio
direttamente. Queste promesse sembrano riflettersi nelle letture di Cayce e nella
Bibbia.
Ma all’interno degli esseni pochi sentivano di poter creare una manifestazione
diretta di Dio nella carne. Provvedevano all’istruzione di coloro che avrebbero
potuto avere quel contatto attraverso sogni e visioni. Un gruppo interno provvide
anche all’istruzione dell’Uno che sarebbe stato la manifestazione di Dio nella carne.
Non possiamo fare lo stesso? Con dedizione possiamo creare nel nostro corpo la
capacità di parlare direttamente con Dio e di udirLo direttamente.
Che cosa è successo alla fine agli esseni? Secondo Cayce essi divennero la
Chiesa Cattolica! Non è interessante che, con tutta la speculazione che circonda la
scomparsa del gruppo, esso possa essersi evoluto diventando un’organizzazione
(cattolicesimo) che per molte volte si è divisa in diverse sette (cristianesimo)?
Edgar Cayce provenne da questa tradizione di cui la bibbia è intrisa e da lui venne
l’A.R.E., un gruppo che potrebbe proprio aiutare a preparare il ritorno di Gesù. E,
proprio come gli esseni, l’A.R.E. include tutti. Il significato di cattolico è universale
e, come fu detto degli esseni, essi presero allo stesso modo ebrei e non ebrei,
uomini e donne. Così fa anche l’A.R.E.
Il proposito principale degli esseni era l’educazione dell’individuo. Noi abbiamo
molto di quell’atteggiamento. Però il nostro non è altrettanto sistematico. Ne
abbiamo qualche espressione nel nostro programma per i gruppi di studio della
Ricerca di Dio, che educa l’individuo in modo inerente ad un rapporto migliore o
diretto con il Divino, ma nell’ambiente sicuro del gruppo. Altri studiano sogni, il Libro
dell’Apocalisse, le letture sull’Opera e la guarigione spirituale. Abbiamo anche
individui che hanno seguito uno studio di respirazione, numerologia, astrologia,
frenologia (anche se non conosco troppe persone che si siano dedicate allo studio
dei bernoccoli che hanno in testa!) e gli schemi o concetti associati con la
reincarnazione - tutti con un occhio allo sviluppo individuale di una comprensione
migliore di se stessi, di altri e il loro relativo posto nell’universo. Abbiamo anche
persone che hanno proseguito per sviluppare doni psichici e spirituali specifici,
incluso guarigione, dare letture in trance profonda e channeling.
Un’altra parallela è che questi esseni educarono Maria all’esercizio fisico
(yoga) e poi l’educarono in “esercizi mentali riferiti a castità, purità, amore,
pazienza, resistenza.” (5749-8) Molti membri dell’A.R.E. praticano vari tipi di yoga.
Gli esercizi mentali possono essere facilmente paragonati al materiale della
Ricerca di Dio o ad uno sforzo per rimanere fedeli ad un senso pratico e applicabile
della Coscienza Cristica.
Gli esseni persino misero in rilievo la dieta corretta, come lo fece Cayce. Come
Giacomo, figlio di Maria e Giuseppe, abbiamo spesso un punto di vista molto
austero su com’è una dieta spiritualmente giusta, nel tentativo di migliorare il nostro
“veicolo” e di manifestare un rapporto più intimo con il Padre/Madre/Dio. Attraverso
Ra molto è stato dato su come rendere perfetto il fisico e come rimuovere gli
impedimenti al corretto funzionamento dell’anima sulla terra. Attraverso Edgar
Cayce abbiamo ricevuto molte informazioni sul nostro rapporto mentale, fisico e
spirituale con Dio attraverso il Cristo.
Proprio come Gesù venne ai Suoi nel periodo esseno, credo che Egli possa
ritornare e che ritornerà in questo periodo. Alla conferenza dell’anno scorso Mark
Thurston speculò su quante persone ci vorrebbero per inaugurare la Nuova Era e
per indurre il ritorno del Cristo. Attingendo ad
un’interpretazione che Cayce diede del Libro di San
Giovanni sull’Apocalisse, Thurston parlò del numero
mistico 144 000 che indica il numero di cellule perfette
necessarie per trasformare il corpo umano. Secondo
San Giovanni queste cellule esistono già e sono state
messe da parte da Dio per fare questo lavoro notevole
di trasformare il corpo dell’umanità. Guardando la
proporzione della popolazione della terra necessaria ci
dà un quoziente del 2,61 percento. Questo significa che sarebbe necessario solo il
2,61 percento dei nostri membri o un po’ più di 700 persone, per creare oggi un
cambiamento.
Il numero effettivo sarebbe naturalmente molto più piccolo. La Bibbia, come
interpretata da Cayce, aveva come argomento il numero di cellule richieste per
cambiare l’intera struttura. Quel numero sembra essere astronomico e il suo
paragone con il numero di cellule nel corpo fa inorridire al solo pensiero! Eppure
indica chiaramente quanto poche persone coscienti di Cristo sono necessarie per
produrre il cambiamento. Capisco perché la bibbia dice che solo 10 persone giuste
potrebbero salvare un’intera città. Cayce continuò dicendo che potrebbe essere
fatto da una sola persona. Considerate questo: un Uomo giusto salvò l’intero
Universo dalla sua incoscienza ed esiste ora nel Corpo di Dio per vibrare il resto di
noi indietro alla nostra vera natura.
La formula come sopra non vuole indicare che dobbiamo aspettare la nascita
di individui “finiti” per assaporare il nostro più grande successo. Al contrario,
dobbiamo incoraggiarci a vicenda. Il processo richiede semplicemente che quelli
che sono consapevoli della loro inerente unione con Dio agiscano in modo
coerente con la natura, applicando i frutti dello Spirito in tutte le cose e attendano la
direzione di Dio. Con questo stato mentale come punto di riferimento non c’è nulla
che non possiamo fare.
E’ notevole che nel passato l’A.R.E. abbia lottato per creare ogni tipo di
impresa destinata a fallire: affari, un ospedale, un’università - tutti destinati a fallire.
Eppure la promessa biblica è sempre stata: “Qualsiasi cosa voi chiediate nel mio
nome, quello lo farò.” (Giovanni 14:13) Forse l’unica qualità che mancava è stata
una coscienza coerente di ciò che è la nostra eredità e il nostro uso di quello come
fondamento solido degli sforzi dell’A.R.E.
Come i nuovi esseni forse tutto ciò che dobbiamo fare è provvedere ad un
viaggio più gradevole per i nostri compagni di viaggio sulla terra. Iniziare una
scuola, creare una clinica o anche tirare su dei mistici non è poi così difficile da
farsi. Nei secoli molte organizzazioni hanno compiuto tali cose. Credo che lo Spirito
ci abbia tenuti in scacco così a lungo in modo che, organizzativamente, potessimo
mettere a posto la nostra coscienza collettiva. Infatti è lodevole quello che l’A.R.E.
è stata in grado di compiere con nient’altro che pura forza di volontà,
determinazione e un’eredità tramandata attraverso lo sforzo di un paio di individui.
Gli atlanteani hanno avuto il loro periodo di potere, guidando l’Opera agli
estremi - grandi alti e grandi bassi. Così anche gli egizi, quelle anime che
permeano il movimento con tendenze mistiche ed occulte. Come eredi della
tradizione essena possiamo ora costruire su quello che c’è stato prima,
incoraggiandoci a vicenda ad un’espressione creativa continua. Essi cominciarono
in modo etnocentrico, essenzialmente come organizzazione ebraica che si separò
dalle fazioni inconsce nell’ebraismo. Alla fine compresero ebrei e non ebrei. In
modo analogo l’A.R.E. cominciò come un’organizzazione bianca del sud, dominata
dai protestanti, includendo alla fine cittadini di molte razze, nazioni, religioni e
credenze.
Gesù venne da Maria grazie a persone “che erano conformi alle leggi delle
forze spirituali.” (609-1) La preparazione richiese 300 o 400 anni. Per mezzo delle
leggi di karma e reincarnazione il tempo è compresso. Dovremmo guardare il
completamento fra breve. Non sarebbe possibile attirare quella stessa vibrazione
Cristica a noi nel nostro sviluppo personale osservando quelle stesse leggi? Come
anime possiamo scegliere di diventare tutt’uno con il tutto o separati da esso. Molti
di noi hanno scelto quell’unione inerente come la nostra manifestazione preferita
sulla terra.
E’ la mia convinzione che Gesù e gli esseni includessero il meglio
dell’ebraismo in quelle cose insegnate ai Suoi seguaci. Sospetto che, a causa della
Sua formazione della Sua educazione, i discepoli fossero noti come cattolici, che
significa “che comprende tutto” o “universale”. Che evoluzione naturale per
l’organizzazione della chiesa! Ma, come nella maggior parte delle istituzioni quando
è coinvolto l’ego umano, ci fu un processo degenerativo.
Questa stessa tendenza mentale comprensiva può essere la causa da cui
provenne l’A.R.E. Generalmente tendiamo ad incorporare le cose. Sono più
stupefatto per il numero di persone che immediatamente raccontano di essere stati
atlanteani, egiziani, indù ed indiani nel passato che per il fatto che accettino la loro
attuale eredità culturale, etnica o nazionale. Ciononostante siamo sempre nel
processo di essere persone che incorporano tutto. La maggior parte delle persone
che vengono ai nostri eventi vengono subito esposte ai nostri resti di queste
antiche culture. Anni fa un amico mi disse: “Ricordati, siamo stati tutti insieme in
Egitto”. La mia risposta immediata fu: “Che cosa intendi con noi?” Ma preferisco
portare questo pensiero al suo fine naturale: che ricordiamo le altre razze e culture
che abbiamo sperimentato per preparare l’energia di dare il benvenuto ad altri di
coloro che in precedenza non hanno avuto molto accesso a questa grande Opera.
Essendo afro-americano, con un po’ di “Heinz 57” nel sottofondo, osservo i residui
delle mie vite passate intorno a me. Sono veloce nel condividere con gli altri il fatto
che tutti questi amici e conoscenti che ho trovato in questa organizzazione sono in
verità il mio buon karma da soggiorni passati in cui ho combattuto per agire nel
modo giusto. Negli anni recenti l’A.R.E. ha istituito dei centri in tutto il mondo.
Sebbene il numero dei membri sia piccolo per alcune razze, tutti cinque i gruppi
razziali maggiori sono rappresentati.
In fine, proprio come un numero di entità egiziane e persiane di ritorno
attraversarono l’Opera durante il tempo di Gesù (secondo le letture di Cayce
abbiamo visto molte anime potenti attraversare questa Opera, ognuna
contribuendo in qualche piccola misura al compimento della promessa) nemmeno
una raggiunse il punto di diventare la Promessa. La reincarnazione di così tanti
apostoli e discepoli - Andrea, Paolo, Maria Maddalena, Nicodemo, Marta, Ruth -
sembra indicare che questa è la Sua Opera.
Guardando al futuro portiamo questa eredità alla sua conclusione naturale. Gli
esseni svilupparono la capacità profetica. Josephus afferma che alcuni membri
diventarono esperti nel predire il futuro attraverso lo studio dei “libri sacri” e gli scritti
dei profeti. Ecco un’altra parallela: Cayce incoraggiò quelli che volevano sviluppare
la capacità psichica a studiare i profeti nella bibbia. Essi documentarono delle
esperienze psichiche; noi dovremmo fare allo stesso modo. Insegnarono a se
stessi di mettersi in contatto con Dio direttamente. Anche noi dovremmo farlo.
Dedicarono i propri figli a questo studio. Di nuovo, anche noi dovremmo farlo.
Creiamo un ambiente per uno studio comprensivo di quelle cose che danno
una comprensione migliore a questi bambini della Legge dell’Uno: astrologia,
numerologia, frenologia, sviluppo psichico e lo schema della reincarnazione.
Perché non offrire una laurea nello studio dei principi
delle anime sulla terra, mentre le si equipaggia di una
capacità maggiore di governare l’esperienza della loro
vita? Potrebbe essere una laurea col dottorato, come
definita da un’istituzione accreditata, ma mirata
all’applicazione pratica.
Cominciamo anche a tener care e a prendere nota di
esperienze sovrannaturali e fuori dal comune in sogni,
visioni, voci ecc. per incoraggiare altri a cercare Dio.
Abbiamo avuto il nostro periodo egiziano con l’influenza dei Blumenthal e di
Edgar e Hugh Lynn Cayce. Abbiamo espresso i nostri periodi atlanteani e persiani
attraverso molti degli stessi leader e abbiamo visto una grande influenza di anime
che sono state direttamente connesse non solo al Cristo in varie manifestazioni, ma
anche nel periodo palestinese come Jeshua.
Inoltre Hugh Lynn, quasi da solo, tenne viva l’eredità quasi allo stesso modo
con cui i profeti si comportarono con gli esseni e con la loro attesa di sperimentare
infine l’influenza diretta di Dio. Sostengo che ora noi, che possiamo aver ricevuto
l’eredità degli esseni, dobbiamo arrivare al potere. Tocca a noi rendere il Suo
sentiero diritto direttamente, così che vibrazionalmente, Egli possa ritornare. E’
vicino il momento per la venuta del Messia all’individuo.
Generiamo un eccitazione infantile per la possibilità di contattare Dio faccia a
faccia e uno ad uno. Con quell’attesa c’è poco o nulla che non possiamo fare. E se
ci impegnassimo a vivere in modo che altri si cercheranno un sentiero fino alla
nostra porta a causa dell’abbondanza dei frutti dello spirito che vi trovano? Di
sicuro la gente saprà allora chi siamo. Saprebbe che apparteniamo a Lui per via del
nostro amore, della nostra pazienza, misericordia, gentilezza, pace, gioia, perdono,
tolleranza e sopportazione. Possiamo essere così pieni di energia per la probabilità
della Seconda venuta del Cristo dentro di noi che possiamo essere noti per la
nostra gentile competizione nel darci più frutti l’un l’altro che non l’altra persona! La
promessa nelle letture è che “Chiunque farà di sé un canale può essere innalzato
ad essere un canale di benedizione...” (5748-6)
Sforziamoci di essere così innalzati e di essere quella benedizione.

Venture Inward, novembre/dicembre 1998
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza