Site Logo
martedì 4 agosto 2020

Il Morbo di Parkinson

Il Morbo di Parkinson
Molte persone con questo disturbo si recarono da Cayce, ma allora veniva
chiamato “paralisi agitante” o “paralisi di Parkinson”. I sintomi comprendono
rigidità muscolare, tremori, bradichinesi (il rallentamento dei movimenti e la perdita
graduale di attività spontanea), cambiamenti nel modo di camminare e nella
postura, nel linguaggio e nella calligrafia, e perdita di equilibrio e cadute frequenti.
Nelle 77 letture date su questo argomento. Il morbo di Parkinson è una
malattia neurologica cronica e progressiva. E’ interessante il fatto che Cayce
descrive uno scoordinamento del sistema ghiandolare come causa della mancata
coordinazione corretta del sistema simpatico e cerebrospinale manifestato in
questo morbo. Una lettura spiegò questo scoordinamento neurologico così: “Come
troviamo, le condizioni qui hanno raggiunto uno stato in cui non esiste controllo dei
riflessi nervosi volontari dal cervello ai centri di locomozione, eccetto nei momenti
in cui il corpo ha perso coscienza. Ciò indica come e dove quelle attività sono di
disturbo nel corpo, nei punti della circolazione emuntoria che controllano la
coordinazione fra il sistema nervoso simpatico e quello cerebrospinale.
“Vi è quindi mancanza di forza vitale nell’attività di quelle tendenze o energie
che riforniscono le forze ghiandolari e nervose.” (4085-1)
E’ interessante che Cayce indicò inoltre in un piccolo numero di letture che
anche medicine, avvelenamento da mercurio e “forze infettive” potrebbero essere la
causa del morbo di Parkinson. Anche la ricerca medica corrente, che non si trova
concorde sulle cause di questa malattia, elenca certe medicine e tossine, come il
manganese, il monossido di carbone e certi pesticidi come possibili colpevoli. La
ricerca considera anche lo stress da ossidazione come possibilità, una condizione
in cui i radicali liberi vengono o prodotti in eccesso dal corpo o non affrontati
correttamente. Potrebbero forse essere queste le “forze infettive” di Cayce?
Cayce definì due trattamenti fisici per il morbo di Parkinson, diede alcuni
suggerimenti per la dieta e raccomandò una “terapia” non fisica che insieme
possono costituire un regime terapeutico complementare al protocollo
raccomandato dal proprio medico.
In 64 casi delle letture sul morbo di Parkinson si raccomandò l’apparecchio a
pile umide, una batteria con poli metallici in una soluzione di acqua distillata,
solfato di rame, acido solforico, zinco e carbonella di salice. E’ collegato un vaso
per la soluzione nella quale viene riposto un elemento curativo, Nel caso del morbo
di Parkinson, l’elemento era di solito cloruro d’oro. Una lettura fu molto specifico,
suggerendo ”l’uso dell’Apparecchio a Pile Umide portando Cloruro d’Oro. Usate
questo ogni giorno per trenta minuti, preferibilmente di sera... (1989-1)
Similmente, il 73% dei casi riferiti a Cayce consigliò dei massaggi.
Un’istruzione molto specifica di questo tipo segue le istruzioni per l’Apparecchio a
Pile Umide: “...massaggiate le arti inferiori, dalla zona sacrale su tutta la zona
sacrale e in particolare le forze muscolari sotto il ginocchio; con una miscela uguale
di olio di oliva e tintura di mirra. Scaldate l’olio per aggiungere la mirra. Questo non
significa di frizionare questa miscela sul corpo, bensì prendetevi ogni volta circa
trenta minuti per massaggiare il corpo dolcemente con tutto ciò che riesce ad
assorbire. In seguito sciacquate il corpo con una debole soluzione di bicarbonato di
sodio, e poi - naturalmente - con acqua calda, e quindi con un po’ d’alcol, ma
preferibilmente con alcol di grano, non alcol da frizione.” (1989-1)
Cayce fece anche qualche raccomandazione specifica sulla dieta:
“Di mattina - succhi di agrumi oppure cereali, ma non consumate cereali e
succhi di agrumi nello stesso pasto. Occasionalmente qualche uovo cotto
lentamente e pancetta molto croccante. Toast integrale. Una fra queste cose. Con
l’avanzare della stagione si può consumare altra frutta, anche insieme ai cereali - o
separata. A mezzogiorno - solo verdure crude, o brodo di carne di montone o di
volatili. Di sera - pesce o agnello o volatili, con le verdure a foglie - solo quelle; non
le verdure col baccello né quelle che crescono sotto il suolo, anche se
occasionalmente va bene includere rape e batata - ma niente patate bianche o cose
simili. Il carciofo - sarebbe ottimo. In particolare consumate nella dieta serale il
carciofo di Gerusalemme circa due volte alla settimana - per l’effetto adrenalina sul
metabolismo e catabolismo del corpo.” (1555-1)
Infine, ad un individuo affetto di morbo di Parkinson Cayce diede un
consiglio utile a tutti e per tutti i disturbi:
“E’ possibile guarirlo? Sì, ma l’atteggiamento del corpo, la fede nel Divino,
non deve essere semplicemente presunta o proclamata - deve essere praticata nella
vita quotidiana con gli altri.” (3468-3)

Da: True Health, giugno/luglio 2006

Disclaimer: Il contenuto di questa sezione è soltanto informazione e non dovrebbe essere considerato come guida
all'auto-diagnosi o all'auto-trattamento. Per ogni problema medico consultate un medico.
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza