Site Logo
venerdì 21 giugno 2024

Le idee di Cayce sulla trasformazione del mondo

Le persone che cercarono le letture di Edgar Cayce lo fecero durante i loro momenti personali di sconvolgimenti e preoccupazioni – durante l’ascesa del fascismo, il conflitto sociale, due guerre mondiali, la grande depressione e l’incertezza diffusa se l’ordine sarebbe sopravvissuto al caos. Il genere umano è sopravvissuto, e come specie siamo contemporaneamente diventati più consapevoli dei diritti umani, di uguaglianza e giustizia.
Quando queste persone alla ricerca di risposte e rassicurazione arrivarono da Cayce, egli consigliò loro di scegliere una via di responsabilizzazione e cocreazione, così che potessero costruire un mondo migliore.
Cayce approfondì la prescrizione per lo sviluppo dell’anima – stabilire un ideale, meditare, pregare e servizio – oltre l’individuo … Ecco alcuni esempi dei consigli che le sue fonti diedero.
Tuttavia, se ogni uomo e donna ricorre al pensiero di Dio, allora possiamo risolvere ogni problema. Poiché non è per mezzo del solo pensiero, non per mezzo di alcuna attività se non la forza motrice in ogni entità, ogni corpo; e quando l’individuo usa e tiene nel cuore più pazienza, più tolleranza, più il pensiero di altri, ciò conferisce potere, quell’influenza, quella forza per il bene. (3976-24; 16 giugno 1939)
Perché avvengono disordini, conflitti e guerre? Cayce spiegò:
Con le condizioni attuali, quindi, che esistono – queste hanno tutte raggiunto quel posto nello sviluppo della famiglia umana in cui ci deve essere una resa dei conti, un punto su cui tutti possano essere d’accordo, che da questo scompiglio nato dalla vita sociale, le differenze razziali, la visione del rapporto dell’uomo con le Forze Creative o del suo Dio, e le sue relazioni reciproche, si deve giungere ad una base COMUNE su cui tutti POSSANO essere d’accordo. Tu dici subito che tal cosa è inattuabile, impossibile! Che cosa ha causato le condizioni attuali, non solo a casa ma anche all’estero? E’ quella presa di coscienza che fu chiesta alcune migliaia di anni fa: “Dov’E’ tuo fratello? Il suo sangue GRIDA a me dal suolo”? e l’altra parte del mondo ha risposto, STA rispondendo: “Sono il guardiano di mio fratello?” Il mondo COME mondo – che porta allo sconvolgimento, al malcontento – ha perduto il suo ideale. Molti possono non avere la stessa IDEA. L’uomo – TUTTI gli uomini – possono avere lo stesso IDEALE! (3976-8, 15 gennaio 1932)
La causa della discordia negli individui e nella società è la stessa. E’ l’oblio dei due grandi comandamenti: ama il Signore Dio e ama il tuo vicino. Gli appelli all’azione in questa lettura appassionata sono chiari:
• trovare un ideale comune e riunirsi per viverlo
• fare di più che occuparsi del proprio sviluppo spirituale individuale: servire, aiutare, proteggere ed elevarsi reciprocamente
Condividere un ideale comune può sembrare impossibile, come infatti le fonti di Cayce affermavano, tuttavia nel corso della storia ci sono stati molti di questi miracoli di unione. I coloni in America affrontarono il potente impero britannico, e anche se avrebbero dovuto essere annientati, i loro ideali trionfarono e mostrarono al mondo un modo di governare nuovo e più giusto. Piccoli gruppi di quaccheri iniziarono il movimento abolizionista negli Stati Uniti, che portò all’emancipazione dei suoi schiavi. La piccola isola della Gran Bretagna respinse la macchina da guerra nazista con poco più che fermezza e una convinzione determinata che non sarebbero stati sconfitti. E, di recente memoria, il blocco comunista e il muro di Berlino caddero, quasi dall’oggi al domani.
Quindi, sì, è possibile riunirsi per sfruttare il potere della Mente Universale, la forza di Dio in ciascuno di noi, e per dirigere quella forza verso un obiettivo comune. Richiede lavoro, pazienza e, forse più di tutto, chiarezza.

La tabella di marcia per la trasformazione
Senza intesa e un’intenzione radicata nello spirito è difficile andare oltre la paura ed entrare in una realtà che ci allinei con dei principi spirituali creativi. Ciò vale per individui e per le nazioni del nostro mondo.
(D) L’America sta compiendo il suo destino?
(R) Piuttosto si dovrebbe porre la domanda, figli miei, se gli individui stanno soddisfacendo quei canali ai quali sono stati portati attraverso la propria applicazione della conoscenza in loro stessi per adempiere alla loro posizione. Poiché ogni nazione è guidata – proprio come in cielo. Poiché ciò che vedi sulla terra è uno SCHEMA di ciò che è nella MENTE, come ben sai, ed è come un’ombra della verità, vita e luce spirituali. (3976-15; 19 gennaio 1934)
Così anche le nazioni hanno un karma. Di nuovo il tema è chiaro; le nostre scelte come individui influiscono sui gruppi che a loro volta influiscono sulle masse. Noi influenziamo e fanno la storia.
La tabella di marcia per la trasformazione mondiale segue questi principi chiave:
• Il caos nel mondo esterno riflette le forze mentali e spirituali mal applicate e noncuranza del benessere del bene superiore.
• Reindirizzando le nostre forze spirituali, mentali e fisiche possiamo riorientare il corso degli eventi.
• I nostri pensieri e atteggiamenti influenzano la nostra realtà esterna.
• Le nazioni, come gli individui, sono governati dalla legge di karma e grazia.
E la prescrizione per un cambiamento collettivo di cui Cayce parlava con chi cercava ai suoi tempi ancora è valida per noi oggigiorno:
• Vivere e agire con Dio nel cuore.
• Essere il guardiano delle nostre sorelle e dei nostri fratelli.
• Riunirsi all’insegna di un ideale comune ed esprimere quell’ideale attraverso canali spirituali, mentali e fisici.
• Essere fiduciosi perché anche un piccolo gruppo di persone buone può salvare il mondo.

Il potere della mente nella guarigione
I principi di Cayce per la guarigione comprendono molto di più che usare la batteria a pile umide o gli impacchi di olio di ricino: è lo spirito ad essere la forza vitale dietro la guarigione e la mente deve essere attivata per visualizzare la guarigione. Il miglioramento quindi segue a livello fisico. Se questo concetto funziona per guarire il corpo fisico di una persona, perché non il nostro corpo sociale?
Ogni azione, ogni pensiero di ogni corpo contribuisce alla realizzazione del Suo Regno sulla terra o contribuisce a ciò che gli impedisce di diventare manifesto su questo piano materiale; per il quale siamo i Suoi agenti, i Suoi soldati nella lotta attraverso ciò che chiamiamo Vita. (911-6)
Un numero crescente di studi scientifici ora mostrano che i nostri pensieri e le nostre intenzioni effettivamente influenzano la nostra realtà fisica – per esempio, la meditazione collettiva riduce i crimini violenti nelle zone urbane, e pensieri intenzionali e focalizzati possono cambiare la composizione molecolare dei cristalli d’acqua. Il Progetto della Coscienza Globale, che iniziò alla Princeton University, è una collaborazione internazionale di scienziati e ingegneri che negli ultimi quindici anni hanno continuamente raccolto dati da una rete globale di generatori di numeri casuali fisici. In breve, ciò che i dati di questo progetto stanno mostrando è che quando i pensieri collettivi delle persone sono in sincronia – ciò che gli scienziati chiamano coscienza coerente – essi creano ordine nel mondo. I dati dimostrano anche che sottili interazioni ci connettono l’uno con l’altro e con la terra. Così sembra che le azioni e i pensieri spiritualmente allineati possano cambiare il mondo.

Realizzarlo
Una tecnica per la crescita che è raccomandata nelle letture di Cayce è identificare gli ideali a cui aspiriamo – il nostro ideale spirituale, il nostro ideale nel regno mentale e un ideale per la nostra vita fisica. Quando viviamo secondo i nostri ideali li manifestiamo. Ricordate, “lo Spirito è la vita, la mente è ciò che costruisce e il fisico è il risultato”. Che cosa succederebbe se applicassimo questa tecnica non solo a noi stessi nella nostra crescita individuale, ma anche al nostro paese e al mondo?
Vorrei parlarvi di un esercizio utile ad aiutarvi ad applicare questa tecnica proprio in questo modo. Vi servono due fogli di carta, qualcosa con cui scrivere e un posto tranquillo dove potete scrivere e riflettere. Cominciate lasciando una pagina vuota, mentre sull’altra disegnate tre cerchi concentrici, uno dentro l’altro. Dovrebbe avere l’aspetto di un occhio di bue.
Ora prendetevi un momento di silenzio e riflessione per connettervi con lo Spirito, con Dio. Chiedete di essere guidati ed esprimete gratitudine per la guida che verrà data. Forse trovate utile questa preghiera:
Circondandoci con la luce bianca di protezione trovata nel pensiero del Cristo ci apriamo alle forze invisibili di grazia, bellezza e potere. Chiediamo ai poteri superiori, ai nostri angeli custodi, e al nostro sé superiore di illuminarci, rafforzare il nostro proposito e darci forza d’animo per il compito che ci aspetta di guarire noi stessi e il nostro mondo.
Ora, con gli occhi chiusi, vedete il mondo come vorreste che fosse. Immaginate di volare sopra la terra, ma abbastanza bassi per vedere il terreno e l’acqua. Che cosa vedete? Com’è il terreno? Badate a fattorie, foreste, laghi, fiumi. Che aspetto hanno le città? Come sembrano? Quando volate sull’oceano, che cosa vedete? Cercate di percepirli non solo con la vista, ma anche con tutti i vostri sensi. Ricordate, Questa è la vostra visione ideale del mondo; rendetela vivida nella vostra immaginazione.
Poi atterrate dolcemente nella vostra comunità. Fate un giro a piedi e vedete i vostri vicini, le case, la gente che lavora, vive e gioca. Che aspetto ha tutto questo? Come interagiscono le persone? Come si spostano? Che aspetto hanno gli edifici? Vedete degli animali? Stanno interagendo con gli umani? Sentite i suoni e le conversazioni. Impegnate tutti i vostri sensi. Assaporate questa visione meravigliosa.
Quando siete pronti tornate al presente; poi usate il foglio di carta vuoto per annotare la vostra esperienza:
Nel mio mondo ideale la terra è …
Nel mio mondo ideale, la gente è …
Potete scrivere le descrizioni come volete. Forse volete anche fare dei disegni. Più coinvolgete i vostri sensi, più vi apparirà reale il vostro mondo ideale.
Ora che avete “vissuto” il vostro mondo ideale siete pronti per definire i suoi ideali spirituali, mentali e fisici.
Fase 1. Tenendo nella mente la vostra visione unica considerate qual è l’ideale spirituale dominante per quel mondo. Fate questa domanda non solo alla vostra mente quotidiana ma anche al vostro Sè superiore. Qual è la parola, la qualità che rappresenti l’ideale spirituale nel vostro mondo immaginato? La parola può essere amore. Può essere fede o speranza, giustizia, cooperazione. Quale parola o frase coglie lo spirito, la forza vitale che deve essere manifestata nella vostra visione ideale del mondo? Sul foglio con i tre cerchi concentrici scrivete quella parola o frase all’interno del cerchio più piccolo.
Fase2. Come si traduce questo ideale nel regno mentale? Quali sono le idee sul piano mentale che possono portare questo ideale spirituale nelle menti di uomini e donne, ispirandoci a unirci per realizzarlo? Queste idee potrebbero essere qualcosa come “trattamento equo per tutti”, “cooperazione per il bene maggiore”, “sicurezza economica per tutti”, “rispetto di tutte le fedi”, “rispetto per il nostro mondo naturale”. Identificate le idee che porterebbero i pensieri e gli atteggiamenti della gente in tutto il mondo a esprimere l’ideale spirituale per la vostra visione di un mondo migliore. Forse avete più di un’idea, ed è probabile che sia così. Annotate queste idee nel secondo cerchio del vostro occhio di bue.
Fase3. Ora pensate a ciò che il mondo sarebbe se l’ideale spirituale nel nostro cuore fosse allineato con le nostre idee e atteggiamenti mentali. Come si manifesterebbe questa congruenza nel mondo fisico? Che cosa faremmo? Cosa potremmo fare per rendere questo mondo ideale la nostra realtà? La cosa più importante, che cosa potete fare per agire secondo i vostri ideali? Le possibilità sono molte. Forse siete già impegnati in alcune di queste azioni allineate. Per stimolare le vostre idee, ecco qualche esempio di questioni sociali che hanno bisogno delle nostre azioni:
• prendersi cura delle persone afflitte e sole
• guarire i pregiudizi con accettazione e amore
• trovare soluzioni creative per porre fine alla povertà
• sviluppare sistemi sanitari di cibo sicuro e nutriente
• pulire l’ambiente per guarire la terra
Anche se tali obiettivi possono sembrare imponenti, ricordate che la vostra specifica azione è parte dell’iniziativa più grande. Annotate le vostre idee nel terzo cerchio, il più grande dell’occhio di bue.
Quest’ultima parte dell’esercizio che tratta di misure pratiche per un cambiamento sociale sul piano fisico può richiedere più di quanto alcuni di noi che ci consideriamo spirituali sono abituati a fare. Ma quando pensiamo alle letture di Cayce è chiaro che il servizio è un obbligo, non un’opzione:
Lo stresso vale per le condizioni economiche. Colui che dice di amare Dio e vede il vicino bisognoso di cibo o di un cappotto e dice “Va’ in pace – Dio sia con te” e non fa nulla per aiutarlo è un bugiardo e un ladro, dovunque egli possa essere; è falso verso se stesso e un giorno creerà quelle cose che porteranno scontento e controversie sulla terra. (3976-28; 20 giugno 1943)
Il servizio rende utile la nostra vita su questo piano terrestre. Qualunque sia la vostra età o la circostanza, c’è sempre un modo per essere utile.
Usate il disegno del vostro occhio di bue e le descrizioni dei vostri ideali nelle vostre preghiere e meditazioni quotidiane. Fissate queste immagini saldamente nella vostra immaginazione. Quando delle preoccupazioni si insinuano nella vostra coscienza, sostituitele con pensieri sui vostri ideali. Sostituite la ruminazione negativa con la preghiera e l’affermazione. Fate contare ogni momento. In questi tempi di grandi sfide siamo chiamati ad aggiungere muscoli alla nostra dieta spirituale. Siamo chiamati a partecipare alla creazione del mondo migliore che desideriamo.
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza