Site Logo
sabato 23 ottobre 2021

Alcuni Detti sconosciuti di Gesù

Ci sono molti libri (o rotoli) al di fuori della Bibbia che citano i detti
di Gesù. Molti di questi assomigliano parecchio ai detti documentati nel
Nuovo Testamento, mentre altri sono diversi.
“I Detti Sconosciuti di Gesù” (The Unknown Sayings of Jesus,
Harper San Francisco, 1998) è una raccolta di questi detti, ricercati da
Marvin Meyer, uno delle massime autorità in questo campo e
traduttore del Vangelo di Tommaso.
Molti di questi detti sono alquanto intriganti. Per esempio: “Allora
mia madre lo spirito santo mi prese per uno dei miei capelli e mi portò
sul grande monte Tabor.” (Vangelo degli Ebrei)
Si pensa che il monte Tabor sia il luogo della trasfigurazione di
Gesù (Matteo 17,1-13), e nel giudaismo nonché nella Kabbala ebraica
più recente lo Spirito Santo è rappresentato come la Shechinah
femminea - la presenza di Dio.
Un altro detto del Vangelo degli Ebrei è allo stesso tempo toccante
e bellissimo: “E non essere mai lieto eccetto quando guardi tuo fratello
con amore.”
Con vena profondamente mistica, dal Vangelo di Filippo: “Egli
disse in quel giorno di ringraziamento: ’Voi che avete unito la luce
perfetta con lo spirito santo, unite con noi anche gli angeli, le
immagini’.” Dobbiamo meditare sul significato di questo detto per un
po’ di tempo, ma penso che esso contenga una verità profonda.
Un’altra dichiarazione trovata nel Vangelo di Filippo è vicina alla
versione nel Vangelo di Tommaso. Essa è: “Egli disse: ‘sono venuto per
rendere quello che è sotto uguale a ciò che è sopra, e quello che è fuori
uguale a ciò che è dentro, e per unirli in quel luogo.” Questo detto
viene spesso interpretato come simile nel suo significato a “venga il
Tuo regno, sia fatta la Tua volontà, in Terra come in cielo”, con in più il
pensiero di rendere il nostro sé interiore e il nostro sé pubblico più
simili l’uno rispetto all’altro.
Il Libro Segreto di Giacomo (fratello di Gesù e capo della chiesa di
Gerusalemme) fa notare che egli è del tutto colmo della luce dello
spirito, come in “siate colmi di spirito”; “per questa ragione io vi dico:
siate colmi e non lasciate alcuno spazio vuoto dentro di voi”; e questa
parabola: “Perché il regno dei cieli è come la testa di una spiga di
grano che germogliava in un campo. E quando fu matura essa
sparpagliò il suo seme, e di nuovo riempì il campo con teste di spighe
di grano per un altro anno.
“Così sia anche con voi, siate desiderosi di raccogliere per voi
stessi la testa di una spiga del grano della vita, affinché possiate
essere colmi del regno.”
Nelle letture di Edgar Cayce ci sono molti riferimenti alla coscienza
universale. Egli la descrisse come la coscienza che abbiamo quando
siamo dall’altra parte, non incarnati nel mondo delle forme, e nella
quale possiamo entrare nella meditazione. Le letture ci incoraggiano a
metterci in sintonia con la coscienza universale. Ora paragonate
questo con un altro detto tratta dal Libro Segreto di Giacomo: “Di
nuovo, vi esorto, Oh voi che esistete. Siate come coloro che non
esistono, affinché possiate dimorare con quelli che non esistono.”
Altri due detti provenienti dalla stessa fonte mettono in guardia
dall’orgoglio spirituale: “Non permettete che il regno dei cieli diventi
un deserto dentro di voi. Non siate orgogliosi per via della luce che
illumina.”
E questo, il mio detto preferito della raccolta - perché, sebbene
sorprendente, è anche il più pungente: “Io vi dico, se fossi stato
mandato a coloro che mi ascoltano e se avessi parlato con loro, non
sarebbe mai stato necessario che scendessi sulla Terra.”
Da: Personal Spirituality, novembre/dicembre 2006
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza