Site Logo
mercoledì 13 novembre 2019

Edgar Cayce e “Il Simbolo Perduto” di Dan Brown

Preparatevi ad un altro thriller dal ritmo veloce, stracolmo di azioni, con Tom Hanks
nel ruolo del professore di Harvard, Robert Langdon, che cerca di decifrare il codice
misterioso di simboli esoterici per scoprire il segreto che porrà fine all’orrore! In
realtà, in questo più recente thriller, il professore Langdon sta cercando una
piramide che contiene la chiave per trasformare uomini in dei. Langdon viene
trascinato in questo mondo oscuro per salvare il suo mentore, Peter Solomon, il
direttore rapito e mutilato della Smithsonian Institution (e che, ovviamente, indica il
tempio di Salomone e i massoni). Per cominciare, il più recente libro di Dan Brown
“Il Simbolo Perduto” (The Lost Symbol) è stato stampato in lingua inglese in 6,5
milioni di copie.
In questo nuovo thriller, Brown rivela ciò che molti hanno presunto, che, cioè,
Washington, D.C., fu progettata secondo un codice geometrico segreto dai
massoni, quei governatori estremamente riservati e clandestini delle nazioni.
Secondo la tradizione, gli uomini che costruirono il tempio di Salomone fondarono
la massoneria e molti dei Padri Fondatori degli Stati Uniti furono in realtà massoni.
Delle 56 persone che nel 1778 firmarono la Dichiarazione di Indipendenza, 15 furono
massoni. Dei 39 firmatari della costituzione degli Stati Uniti, 28 furono massoni di
grado elevato. Quattordici presidenti furono pubblicamente massoni; di altri nove si
sospettò che fossero massoni.
Il principale fra i progettisti fu Thomas Jefferson, il quale sviluppò piani iniziali e
modificò i piani finali per la zona più importante della nuova nazione – malgrado
l’assunzione di Pierre L’Enfant come architetto principale. Jefferson, insieme con
molti Padri Fondatori, incluse il simbolismo segreto della massoneria nelle icone
della nuova nazione, specialmente il Grande Sigillo della nazione – i suoi due lati
compaiono sul biglietto da un dollaro.

Annuit Coeptis significa “annunciando la nascita di” e Novus Ordo Seclorum
significa “nuovo ordine mondiale”, quindi recita: “Annunciando la nascita del
nuovo ordine mondiale”. La data in numeri romani è 1776. Il latino E Pluribus Unum
significa “Di molti, uno”.
In una delle sue famose letture sulle vite passate (1208-1), Edgar Cayce identificò
Thomas Jefferson come la reincarnazione di un altro creatore di nazioni che aveva
costruito anch’egli un’enorme biblioteca: Alessandro Magno che costruì la famosa
biblioteca di Alessandria in Egitto. Stranamente, nel 1814, quando la prima
Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti fu distrutta dal fuoco, come era successo
con la grande biblioteca di Alessandria, fu la biblioteca di Thomas Jefferson a
sostituire la Biblioteca perduta del Congresso.
Cayce disse inoltre: “L’americanismo, con il pensiero universale che è espresso e
manifestato nella fratellanza dell’uomo che entra nel pensiero di gruppo, come
viene espresso dall’ordine massonico, sarà la norma finale nella sistemazione degli
affari nel mondo. Non che il mondo debba diventare un ordine massonico, ma i
principi che vi sono compresi saranno la base sulla quale il nuovo ordine della pace
dovrà essere istituito J Quando queste cose vengono, quindi, prese in
considerazione, è lampante che gli individui dovrebbero darsi da fare.” (1152-11)
Quali sono alcuni dei motti e codici dell’ordine massonico? Il libro di
Dan Brown si concentra sulla massoneria con rito scozzese, ponendo
il suo sigillo sulla copertina del suo libro. Vi vediamo il numero 33, che
è il grado più elevato conferito nel rito scozzese; l’aquila a due teste,
che simboleggia l’oriente e l’occidente uniti, e le parole “Ordo ab
chao” che significano “ordine dal caos”. La massoneria sposa i valori
dell’amore fraterno, conforto (cioè carità) e verità (cioè buoni principi morali). La
parte della massoneria deriva dall’idea che, applicando nella nostra vita i precetti
degli antichi capomastri, possiamo tutti trarne vantaggio – naturalmente, quei
precetti sono conoscenze di proprietà massonica. La massoneria crede in un
Principio Creativo o forza creativa, da cui ogni cosa scaturisce. I massoni usano il
simbolismo architetturale per spiegare la vita.
Uno dei loro simboli principali sono la squadra e la bussola
dell’architetto, utensili di mestiere dei massoni. Come strumenti di
misurazione, gli utensili rappresentano giudizio e discernimento. La
bussola, che viene usata per disegnare dei cerchi, rappresenta il regno
dello spirituale e dell’eternità. E’ simbolica del principio che definisce e
limita e anche dei confini infiniti - le sfere della Cabala sull’Albero della
Vita. La squadra misura l’angolo, il simbolo della terra e il regno del materiale. La
squadra rappresenta equanimità, equilibrio, fermezza e cose simili, che è riflesso
nei modi di dire come “on the square” (corretto, n.d.tr.) e “squared away” (messo a
posto, n.d.tr.). Qualcosa che è squadrato è qualcosa che è solido, una base su cui
costruire. La squadra rappresenta la materia e la bussola dell’architetto simboleggia
lo spirito o la mente. La bussola dell’architetto è a cavalcioni della squadra, il ché
rappresenta l’interdipendenza delle due. Nello spazio tra di esse è collocato a scelta
una stella in fiamme o un altro simbolo di Luce, che rappresenta la verità o la
conoscenza. In alternativa c’è spesso la lettera G, che dovrebbe rappresentare Dio
(in inglese “God”, n.d.tr.) e/o la Geometria Sacra.
Nel nuovo libro di Dan Brown, il Monumento a George Washington è
al centro del reticolato geometrico segreto e la sua copertura
contiene il segreto perduto! George Washington fu un massone
solido e all’interno dell’entrata al suo monumento, appena sopra la
sua immagine, c’è l’Orbe Alato Egizio della Coscienza di Dio, con due
cobra, che simboleggia l’energia kundalini o forza vitale, e una stella a cinque
punte, che rappresenta i cinque sensi e le appendici del corpo.
La premessa di Dan Brown che la pianta di Washington, D.C. fu progettata in
segreto secondo uno schema massonico sarà una sorpresa per chi vive a Sandusky
in Ohio, perché, secondo i documenti storici della loro città, Hector Kilbourne, il
primo “Maestro Venerabile” della Loggia massonica di Sandusky, nel 1818 disegnò
la pianta del centro commerciale di Sandusky in Ohio, come l’unica città nel mondo
disegnata originariamente sulla base di simboli massonici.
Le letture di Cayce dicono: “Washington è e sarà il centro del mondo. Da quei
dintorni deve provenire gran parte di ciò che governerà o comanderà i pensieri degli
uomini del mondo, ovunque.” (3003-1)

Ecco l’ipotetica pianta di Washington. Il triplice Tau è il “Nome Sacro” che esprime
la Trinità del Divino e viene usato segretamente nei riti e disegni massonici. Il
Grande Capo dell’Antico ed Accettato Rito Scozzese di Massoneria, Albert Pike,
scrisse: “Il triplice Tau, al centro di un cerchio e di un triangolo (vedi illustrazione)
rappresenta il Sacro Nome e anche la Sacra Triade dei Poteri di Creazione,
Conservazione e Distruzione [gli dei indù Brahma, Vishnu e Shiva, quest’ultimo è il
distruttore delle illusioni]; nonché le tre grandi luci della massoneria: Saggezza,
Forza ed Armonia.”
Secondo Il Simbolo Perduto, i massoni nascosero inoltre parole
perdute di grande potere all’interno della loro griglia segreta. Il cattivo
in questo libro è un culturista, coperto dalla testa ai piedi di tatuaggi
occulti, che soprannomina se stesso Mal’akh (Moloc), in onore di uno
dei diavoli nel Paradiso Perduto. E determinato a possedere quella
parola magica.
Ricordate, Dan Brown scrive della fiction piacevole, per quanto la faccia sembrare
realtà!
da: www.edgarcayce.org
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza