Site Logo
venerdì 22 novembre 2019

Edgar Cayce e l’I Ching

L’I Ching fu creato tremila anni fa come oracolo regale per una dinastia cinese.
Rappresenta la saggezza di saggi che sapevano come operavano e funzionavano le forze
cosmiche. Cercando un’analogia nella tradizione giudeo-cristiana si potrebbero
considerare i libri biblici Qoelet (Ecclesiaste)o Proverbi. La filosofia alla base dell’I Ching è
che ogni cosa nell’universo si muove in cicli e che nulla è statico o immutabile. Il
cambiamento stesso è una forza potente che governa il mondo ed è la chiave per
comprendere gli eventi cosmici, è l’ultima realtà, analoga all’idea cristiana di Dio. L’I Ching
consiste di 64 esagrammi che vengono creati ciascuno da sei linee orizzontali, continue o
interrotte, e le loro combinazioni danno quindi luogo a 64 esagrammi che simboleggiano
altrettanti temi universali della condizione umana o stanno a significare schemi del
processo di cambiamento come 64 situazioni archetipiche in germe dell’attività cosmica.
Questa versione dell’I Ching è unica in quanto comprende del materiale parallelo di
supporto dalle letture di Edgar Cayce. Ciò non intende dire che Cayce abbia mai offerto
una traduzione della filosofia taoista, benché abbia certamente sostenuto gli sforzi di chi
cercasse di trarre ispirazione spirituale dagli insegnamenti d’oriente. Ciò che appare come
un’aggiunta ad ogni esagrammo fa parte del meglio che la filosofia di Cayce ha da offrire
sui 64 temi vitali archetipici.
Seguono quindi alcuni esempi di esagrammi dell’I Ching con le relative parole di
saggezza tratte dal testo originale delle letture di Cayce.
1 / L’iniziativa creativa
La personificazione di tutto ciò che è forte, creativo e che si muove in
avanti – puro yang – il mascolino. Questo impulso creativo è costante –
fluisce attraverso le nostre vite e il nostro mondo. E’ l’essenza di tutte le
cose – rigenerazione perpetua senza spreco. Secondo questo esempio
cosmico si può modellare il proprio intimo sé, aspirando all’iniziativa
creativa e alla coerenza dei movimenti nel flusso dell’unità cosmica. E’
con questo potere incessante del cielo che la meta è realizzata.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
(D) Come posso ottenere maggiore iniziativa?
(R) Dipendendo di più da Lui e meno da te. Questo non è contraddittorio, benché lo
sembri finché non no lo si mette alla prova. Cammina spesso con Lui ed Egli ti darà
sempre l’iniziativa. 2746-2
(D) Si possono dare dei suggerimenti sul come si può sviluppare il dominio di se stessi,
cioè la forza di volontà e l’iniziativa?
(R) Studia questo dall’angolo spirituale, se vuoi che ci sia quel potere, quella forza per
riuscire. Poiché, com’è stato dato, l’idea di ogni cosa si trova dapprima nello spirituale. Il
mentale costruisce. Questo vale per pianificare la vita, i rapporti ed ogni fase dell’esistenza
o esperienza dell’uomo. 2322-2
Ricorda, il Signore tuo Dio è Uno! Le tue esperienze sulla terra sono quindi uno. Le
attività del tuo corpo, della tua mente, della tua anima dovrebbero, quindi, essere uno.
Ogni esperienza che ti capita arriva come quelle influenze che portano a rigenerazione,
incoraggiamento, l’esperienza che, se assimilata nelle tue attività, diventa il mezzo per
portare armonia e pace nell’intimo sé. 1183-1
Coloro, quindi, che sono entrati nella nuova vita, la nuova comprensione, la nuova
rigenerazione, vi è quindi la nuova Gerusalemme 8 il luogo non è solo un luogo, ma
anche una condizione, un’esperienza dell’anima.
In senso figurato e simbolico Gerusalemme significava il luogo sacro, la città santa –
poiché là vi è l’arca dell’alleanza, l’arca dell’alleanza nelle menti, nei cuori, nelle
conoscenze, nelle comprensioni di coloro che hanno messo da parte i desideri terreni e
sono diventati come i nuovi scopi nella loro esperienza, diventati la nuova Gerusalemme,
le nuove imprese, i nuovi desideri. 281-37
8 poiché che ci sia, com’è stato dato, l’ascesa nei cieli per portare giù ciò che si
sarebbe compreso, o la discesa nelle profondità per portare su ciò che si avrebbe udito o
che si fosse andato oltre i mari per riportare ciò che è stato studiato, visto o visionato da
altri, ciò che è stato dato è sempre lo stesso: che si trova nell’intimo di ogni entità, che si
desta allo spirito della verità o all’essenza della rigenerazione nello spirito della verità, che
porta alla continuità o alle forze attive nello spirito della vita o alla sua essenza stessa.
294-140
Come i cibi carnali portano alla forza, alla vitalità fisica, così i cibi dello spirito portano
alla forza nel Signore 8 274-3
********************
2 / La ricettività reattiva
Se si deve essere in contatto con il flusso cosmico, si deve sviluppare un
flusso cosmico che permetterà la comunicazione. E’ necessario un
rapporto reattivo con l’Uno. Cedevoli ed aperte, le forze del cielo possono
penetrare nelle profondità della mente. Attraverso l’ampia porta della
consapevolezza del suo spirito, il saggio riceve la forza designata alla
terra ed umilmente ne fa uso per tutta la gente. Questo è puro yin – il
femminile – e un segno di coinvolgimento pacifico nella vita.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
E quando i centri vengono messi in sintonia con le vibrazioni della forza corporea,
danno una visione di ciò che per l’entità può essere uno sfogo per l’espressione di sé,
nelle bellezze, armonie ed attività che, in ultima analisi, diventano: semplicemente essere
paziente, longanime, dolce, gentile. Questi sono i frutti dello spirito della verità; proprio
come odio, malizia e simili diventano, nella loro crescita, forze distruttive quando creano,
portano a quelle cose che sono solo zizzanie, confusioni, discordie nelle esperienze di
un’entità.
Questi sono quindi gli scopi dell’ingresso di un’entità in un piano materiale; scegliere
ciò che è il suo ideale. 987-4
Ne diventano coscienti solo coloro che si sono messi in sintonia con ciò che è in
accordo o che cercano – quindi – di conoscere la Sua volontà; poiché ciascun’anima, ogni
anima dovrebbe cercare di sintonizzare la sua mente, la sua anima – anzi, le vibrazioni del
suo corpo – sul fatto che Egli, il Figlio dell’uomo, la Dio-Madre in Gesù il Cristo, vive sulla
terra. Sintonizzati sul quella luce, ed essa diventerà bella; in ciò che tu pensi, sei, vivi! 254-
68
Ma sappi che ogni anima, anche tu stessa, avrebbe imparato molto di più stando
vicina alla natura. E dare un calcio ad una zolla può essere per qualcuno una cosa molto
sconveniente, ma in questo si è più vicini alla Madre Terra e a Dio che nell’ascoltare molti
individui che farneticano su ciò che altri dovrebbero fare! 257-253
Poiché ogni singolo individuo dovrebbe possedere terreno a sufficienza per essere
autosufficiente. Poiché la terra è la madre di tutti; proprio come Dio è il Padre nello
spirituale, la terra è la madre nel materiale. Queste sono le riserve, le fonti, da cui gli
individui sostengono o ricevono sostentamento per le imprese materiali. 470-35
Si può essere così gioiosi, essendo gentili, essendo amorevoli, essendo cordiali, di
larghe vedute riguardo a quelle cose in cui nella parola detta, nella manifestazione del
sorriso sul viso, negli occhi, verso coloro che contatti, viene suscitato quello nei cuori, nelle
menti, nelle anime di coloro che l’entità contatta giorno per giorno!
Rivolgiti quindi nell’intimo, in dati periodi, in momenti specifici. 274-3
A meno che tu non diventi altrettanto di larghe vedute, a meno che tu non possa
diventare matto e combattere e poi perdonare e dimenticare. Poiché è la natura dell’uomo
combattere, mentre è la natura di Dio perdonare. 3395-3
********************
11 / La pace
Vivi in pace con le forze ed influenze potenti intorno a te. Rafforzati per
poter affrontare fatiche inevitabili, ma sentiti sempre accentrato in modo
pacifico. Coltiva un genere di ordine interiore che ti permetta di
concentrarti pacificamente e completamente su ciò che hai a portata di
mano in questo momento.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
(D) Come posso superare la sensazione di frustrazione?
(R) Sappi in che cosa hai creduto e chi è l’autore. Poi vivi secondo questo e vivi con
questo e troverai la pace. Poiché la promessa da parte Sua è: “Certamente verranno le
offese, ma guai a colui per mezzo di cui arriveranno.”
Non ti lasciar disturbare, come Egli dice, dalle frustrazioni. Sappi: “io ho vinto il mondo,
e se dimori in me, porterò la pace.” E la pace è distante dalla frustrazione. 2528-3
E può essere che tutti siano in fiamme per i poteri che possono manifestarsi attraverso
loro; diventando sempre meno egocentrici, sempre meno egoistici; e sempre di più in pace
e armonia con quelle esperienze che appartengono loro quando si mettono a dimostrare
agli altri il Suo amore, attraverso l’applicazione di ciò che tutti acquisiscono grazie ai loro
rapporti con Lui nella preghiera, nella meditazione. 262-38
Ciascuno è stato scelto come un canale, e ciascuno a modo suo – e non soltanto per
sé, bensì il manifestare la vita attraverso l’amore porterà alla reazione dello Spirito nelle
esperienze giornaliere di ogni anima. Poiché essi sono uno – tutti credono, tutti hanno
udito. Quindi, chi ha occhi, veda e chi ha orecchie, senta ciò che lo Spirito dice loro
durante una tale meditazione nel sé interiore.
Poiché la bocca parla dall’abbondanza del cuore; e l’amore del Padre attraverso il
Figlio obbliga tutti, se tutti saranno meno egoistici, meno egocentrici, più desiderosi di
dimostrare il Suo amore, la Sua misericordia abbondante, la Sua pace, la Sua armonia
che arriva quando si sta tranquilli nel Signore, si è gioiosi nel servizio, felici in qualunque
stato ci si trovi; sapendo che chi il Signore ama lo chiama al servizio, se soltanto ogni
anima volesse cercare di conoscere il Suo modo invece che “il modo mio o il modo tuo”.
Che i vostri sì siano dei sì nel Signore. La vostra comprensione si impossessi delle cose
dello spirito, perché solo queste sono eterne. 262-46
Poiché qualunque cosa l’entità scelga di fare può essere compiuto; a condizione che
l’ego non vada avanti all’IO SONO nell’esperienza dell’entità. Poiché, se il sé viene messo
al primo posto, questo è come il “piccolo libro” che, quando viene divorato, diventa fiele
nell’esperienza dell’entità. Usando le capacità in qualunque direzione per la gloria delle
Forze Creatrici può portare onore e fama, così come i beni di questi mondi. Se ci si lascia
diventare egocentrici, gli amici migliori possono essere come esclusi dall’entità, e pace ed
armonia nel sé saranno distrutte. 3126-1
Tuttavia tu, nel tuo stesso sé, hai ciò che può mettere in fiamme il mondo per il
Signore; la sincerità con te stessa. Tieni puro il tuo cuore. Tu puoi portare pace ed
armonia a molti per mezzo della dolcezza delle parole del Cristo attraverso il tuo stesso
sé. 281-19

********************
35 / L’opportunità per progredire
Ecco un momento in cui è facilmente possibile un movimento in avanti.
Per te è un momento per prosperare nella piena luce del sole. Le
opportunità per prosperare sono ora davanti a te. L’attenzione ai propri
doveri e l’estensione del proprio sentiero spirituale sono le chiavi per il
buon uso di questo momento favorevole.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Non è quindi la conoscenza, ma ciò che si fa con le proprie capacità, le proprie opportunità
nei rapporti con gli altri che porta allo sviluppo o al ritardo di quell’individuo. 1293-1
Da quelle cose fornite riguardo alle esperienze e all’applicazione del sé si può vedere
che la sola conoscenza non rende saggi. Con le capacità di usare ciò che hai per le mani
può arrivare la comprensione. 540-1
Conviene giungere a quel pieno concetto che tutto ciò che c’è nella materialità è dello
spirito; è dello spirito della verità se è costruttivo. Coloro che vivono secondo lo spirito,
attraverso gli attributi mentali dello stesso, prospereranno nel Signore. Coloro che vivono
con tutte le proprie forze, benché i loro giorni possano essere affascinanti, scoprono che la
contentezza si dileguerà; e quelle cose che portano a disordine, disturbo, sfiducia devono
comparire nell’esperienza, poiché questi non sono i frutti dello spirito. Poiché essi sono:
semplicemente essere gentili, semplicemente essere in quel modo in cui, giorno per
giorno, si serve il prossimo; e che il risultato di questo sia amicizia, pazienza, gentilezza,
dolcezza, amore fraterno – queste cose manifestate nell’esperienza; non per scatti e brevi
forzi, ma come un esempio vivente giorno per giorno, da non essere visto solo dagli
uomini, ma invece ciò che è fatto in segreto verrà gridato ai quattro venti. 391-8
(D) Questa ditta avrà successo e prospererà?
(R) Com’è stato indicato, come troviamo, fintanto che si resterà fedeli agli ideali di tutti,
essa avrà successo. 877-17
Quando si cerca di conoscere quell’opportunità che al presente è offerta a tutti, è una
cosa vivere in modo che possa essere presentato ad un altro ciò che rivelerà l’opportunità
di quell’altro; e sta a te riconoscere ed usare l’opportunità nel tuo stesso sviluppo.
Ma sappi, dato che tutti sono chiamati, che verrà l’opportunità più grande nel tuo sviluppo,
nella tua comprensione quando preparerai ciò che serve all’illuminazione del tuo
vicino. 262-50
In quello che è stato presentato finora, ogni individuo sta trovando a modo suo la
coscienza dell’opportunità. E le lezioni provenienti da tali individui che possono essere
presentate possono essere rese utili nell’esperienza di coloro che cercano di comprendere
l’opportunità dal punto di vista che è stato presentato, in quanto l’opportunità stessa –
dell’attività spirituale nell’esperienza degli individui – giunge alla materializzazione in ciò
che l’individuo fa rispetto a quello che l’individuo considera come l’attività spirituale di
un’esperienza del genere riguardo al suo ideale. 262-51
********************
53 / La crescita
Le condizioni sono di buon augurio, ma c’è bisogno di pazienza per
permettere alla cose di progredire come dovrebbero. Questo non è il
momento per cercare di spingere a una decisione. Il progresso è un
processo graduale. Mantenendo un impegno vincolante nel proprio posto
nell’ordine sociale – anche se a volte non sembra eccitante o stimolante –
questo è comunque l’approccio diretto e decisivo alla crescita. Fa’ ricorso
alla tua capacità interiore di resistenza per perseverare nel tuo progresso
costante.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
(D) Dovrei imparare qualcosa o fare un altro lavoro?
(R) Questo sarebbe contrario a ciò che è stato appena indicato. Poiché queste cose sono
tutt’uno. Come la vita stessa è una, così il lavoro è uno. Il lavoro al presente è una crescita
o una preparazione per il prossimo passo. Poiché in verità voi siete (questo non è solo
filosofare) degli dei in crescita. E via via che vi applicate oggi, il passo di domani vi verrà
dato. 1554-6
Sebbene tempeste e prove siano necessarie in ogni anima, come vediamo manifestato
nella natura, soltanto nella contentezza si rende manifesta la crescita. Non contentezza
che arriva alla soddisfazione, poiché una mente o anima soddisfatta smette di cercare. Ma
soltanto nella contentezza essa può ricevere e dare. Nel dare un’anima cresce, proprio
come un albero, proprio come una roccia, proprio come un tramonto, proprio come un
mondo cresce nella sua influenza su ciò che ha intorno. Quella forza è cresciuta talmente
che troviamo manifestato sulla terra ciò che veneriamo come influenza costruttiva di Dio,
riguardo allo scopo Onnisciente o riguardo allo Spirito Santo o riguardo a quelle influenze
che vivificano nel dare, nel rendersi manifesti. Così voi siete dei in formazione, disse Colui
che camminò fra gli uomini come l’insegnante maggiore di tutte le esperienze ed epoche.
699-1
Non esiste stare fermi. O si progredisce o si rallenta, e chi non usa ogni mezzo per
svilupparsi e per ottenere la comprensione migliore di come usare ciò che si ha per le
mani, sta rallentando. Chi si applica seguendo il modello che è stato stabilito nel materiale
lo trova soltanto esaltato nella coscienza spirituale, capisci? 900-309
(D) E’ stato fatto alcun progresso nelle ultime due o tre incarnazioni?
(R ) Che tu vada avanti o indietro, il progresso c’è! Il punto è: muoversi! 3027-2
E a meno che ogni anima (e questa entità specialmente) non renda il mondo migliore,
quell’angolo o posto del mondo un po’ migliore, un po’ più incoraggiante, un po’ più
paziente, dimostrando un po’ più d’amore fraterno, un po’ più di gentilezza, un po’ più di
longanimità – per mezzo delle stesse parole ed azioni dell’entità, la vita è un insuccesso;
specialmente per quanto riguarda la crescita. Sebbene tu ottenga il mondo intero, quanto
poca stima di te devi avere se perdi lo scopo per il quale l’anima è entrata in questo
particolare soggiorno! 3420-1
(D) La soddisfazione media delle attese dell’anima è di più o meno del cinquanta
percento?
(R ) E’ un progresso continuo, quindi è di più del cinquanta percento. 5749-14
Adattamento da: Synchronicity as Spiritual Guidance di Mark Thurston a cura di
www.edgarcayce.it
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza