Site Logo
mercoledì 13 novembre 2019

Il DNA delle Lacrime di Sangue

Padre Pietro della Puglia, Italia, vide una statua di Maria, la madre di Gesù, piangere
sangue. Questo evento ebbe luogo nella sua camera da letto il 3 maggio 2003. Gli
altri sacerdoti nella casa vennero chiamati per essere testimoni dell’evento e se ne
fece un video. Padre Pietro mandò dei campioni di sangue al Laboratorio Forense di
Genetica dell’Università di Bologna, specializzato in tutto ciò che riguarda il DNA.
Questo laboratorio lavora con i servizi di polizia di molti paesi e anche con molti
altri laboratori in casi difficili. Esso diede una strana risposta riguardo la
composizione del sangue che poi spiegheremo.
Un anno dopo, il 27 maggio 2004, Padre Pietro entrò nella sua stanza, e questa volta
trovò che la figura di Gesù aveva delle gocce di sangue sul viso. Chiamò il prete
della parrocchia, il dottore e la polizia perché venissero nella casa dove esso vive,
per osservare il sangue scorrere dalla fronte della statua giù sulle guance e sulla la
barba e più già sulla cornice del quadro. Questa esperienza durò per un’ora e
mezza.
Nuovamente Padre Pietro spedì un campione del sangue allo stesso laboratorio per
farne esaminare il DNA. Grazie alla reputazione del laboratorio, ogni verdetto
pronunciato da esso sul DNA viene sempre preso per verità assoluta. Ecco un
riassunto di ciò che il documento asserisce sia sulle lacrime (di sangue) di Maria e
sul sangue di Gesù.
“Si tratta di sangue umano: AB maschio, e risulta identico nei due campioni testati.
Il sangue delle lacrime dell’Icona della Vergine e il sangue apparso sul volto di Gesù
sono identici. La combinazione delle caratteristiche genetiche trovate nel
cromosoma Y non corrisponde a nessuna combinazione presente nella banca dati
mondiale in cui sono stati immagazzinati i dati di 22.000 soggetti maschili da 187
diverse popolazioni.
Il sangue è così raro che è da considerarsi quasi unico. Per calcolo, la probabilità
statistica di trovare, nel corso dei millenni, una tipologia dello stesso tipo di sangue,
è quasi nulla: la probabilità matematica di questo evento è nell’ordine di uno a
200,000.000.000 (200 bilioni): cioè, 30 volte più grande della popolazione della Terra
oggi. Ciò che gli scienziati stanno dicendo è che questo sangue potrebbe
appartenere solo ad una persona e soltanto ad un’unica persona in tutta la storia
dell’umanità. Proviene perciò da un uomo che non aveva antenati e che non aveva
discendenti. In altre parole, sia Maria che Gesù devono aver avuto corpi unici e
vogliono che noi lo sappiamo.
Un ricercatore scrisse a padre Pietro: “Quando fui confrontato con i risultati
dell’analisi non riuscii a nascondere le lacrime.” Un altro scrisse: “Questo è vero
sangue umano ma sembra in realtà venire da un altro mondo.” Il rapporto principale
è firmato dal ben noto e rispettato autore Renzo Allegri. L’indirizzo del Padre è
Padre Pietro Maria Chiriatti, Alberobello, Puglia, Italia.
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza