Site Logo
mercoledì 20 ottobre 2021

La guarigione segreta di Gesù

Quando leggiamo nei Vangeli sul processo fatto a Gesù e sulla
sentenza di morte sulla croce pronunciata da Pilato, diventa piuttosto
evidente che Pilato cercasse di fare il proprio meglio per evitare che
Gesù fosse sottoposto al destino che gli era stato assegnato e che fu il
Sanhedrin e il suo gruppo rumoreggiante di sostenitori a causare in
fine la crocifissione di Gesù. Secondo la storia documentata nelle
letture di Edgar Cayce, Pilato aveva un motivo personale per
proteggere Gesù – non troppo tempo prima di quel fatidico giorno,
Gesù aveva guarito il figlio di Pilato che era stato afflitto di epilessia.
Nessuna delle anime reincarnate di Pilato, sua moglie o loro figlio
ebbero una lettura sulle vite passate da Cayce, se erano reincarnate in
quel periodo, ma diverse persone che erano state vicine alla famiglia di
Pilato si erano reincarnate e ottennero letture sulle vite passate. Il sig.
1217 apprese che aveva avuto un ruolo importante in questa
guarigione: “Poiché l’entità appartenne allora alla stessa guardia di
Pilato. All’entità era stato dato il privilegio di essere il compagno o la
guardia della moglie di Pilato che portò il figlio afflitto o epilettico al
Maestro per farlo guarire. Allora di nome Romoluon, l’entità progredì
..” (1217-1)
Anche la signorina 324 fu testimone di questa guarigione in una
vita precedente, come la informarono in una lettura: “L’entità fu allora
fra quelli della famiglia di Erode Antipa che portarono alle influenze
distruttive nelle menti di molti riguardo a quei rapporti con le attività
del Maestro. Tuttavia, quando c’erano state quelle attività in cui Eloin
(allora il nome dell’entità) vide di persona la guarigione di Bartimaeus
e poi la guarigione del figlio del governatore romano, l’entità si unì
piuttosto (insieme con quelli che facevano parte dei reali) a quella
gente che dava assistenza nella distribuzione delle attività e che
aiutava le persone che portavano alle attività in molte direzioni.
Mentre queste attività furono ciò che chiameremmo ‘fatte di nascosto’
in quel periodo, il cuore, l’anima, il desiderio dell’entità portarono ad
un periodo di contentezza e pace, ma senza scompigli e conflitti.”
(324-5)
La signorina 1754 scoprì di essere stata parte interessata di
questo segreto quando fu incarnata come un’amica della moglie di
Pilato: “Là hai sentito molto da parte di chi era di quella terra. Poiché
le tue frequentazioni, le tue condizioni durante l’esperienza ti hanno
portato a stretto contatto con molti di quelli di entrambi i sessi che
comandavano in quel paese. Poiché hai udito dalle labbra della moglie
di Pilato di come Egli guarì suo figlio, che era folle, epilettico, come lo
chiameresti. Queste cose hanno fatto delle impressioni sulla tua mente
durante quell’esperienza, quel soggiorno. E spesso hai tentennato
riguardo alla tua scelta, riguardo al gruppo a cui unirti, quando ci
furono quelli come Paolo, come Pietro, che arrivarono – Tito,
Philemon. Poiché sei stata nella casa di quella famiglia in cui Philemon
è stato servitore. Allora il nome fu Teleman ..” (1754-1)
La signorina 1207, benché non fosse presente alla guarigione nella
sua incarnazione in Palestina, fu profondamente commossa dalla
rivelazione di questo miracolo “L’entità fu allora fra gli intrattenitori
alla corte di Erode. E se l’entità leggerà spesso la descrizione della
danza di coloro che chiesero la testa di Giovanni Battista, arriverà –
nelle meditazioni – una sensazione di emozioni che non possono
essere suscitate da alcun altro tipo di esperienza. Tuttavia, quando
quelli della corte subirono l’influenza degli insegnamenti del Maestro,
quando ci furono le guarigioni del figlio di Ponzio Pilato da parte del
Maestro, l’entità si unì allora a coloro che, alquanto più tardi, vennero
chiamate le donne sante – che seguivano da lontano, sì, e portarono a
molte preparazioni per quelli che dovettero trovarsi sotto le
persecuzioni di quelli negli ultimi giorni. Allora l’entità, di nome
Cleopeo, progredì sempre; poiché quelle esperienze in pompa e potere,
nelle attività umili fra i bisognosi, i perseguitati, portarono per l’entità
una sensazione interiore che dovrebbe essere tenuta proprio come la
luce che arde sempre nel cuore, che può portare a ciò che è il suo
ideale in tutte le sue esperienze nel presente, proprio come nelle sue
comparse ed esperienze precedenti, quando teneva fede alla Legge
dell’Uno che fu un altro esempio uguale attraverso quegli
insegnamenti dati da Lui che fu per l’entità l’amico e il Salvatore.”
(1207-1)
Nella sua vita in Palestina, il sig. 1151 era stato non solo il marito
della sorella di Gesù, Ruth, ma anche un romano di posizione di
autorità elevata che sovrintendeva alla zona e riferiva le sue scoperte
ai cesari: “D: Vorrei avere una descrizione più dettagliata del rapporto
che feci a Roma riguardo al movimento cristiano in Palestina. R: … In
quel tempo in cui Pilato fu richiamato e in cui ci furono le relazioni che
erano state fatte riguardo alle attività della moglie di Pilato in
riferimento alla guarigione che era stata compiuta nella famiglia,
troviamo allora una relazione molto favorevole per i cristiani - benché
l’entità fosse interrogata a lungo da quelli che erano direttamente
sotto la direzione dell’entità. Ma la relazione fu accettata
dall’imperatore romano e si agì in base ad essa secondo gli ordini
dell’entità; che Pilato fosse rimosso e che fosse nominato al suo posto
uno più vicino nell’associazione o simpatizzante del movimento
cristiano – come si vede o com’è documentato dalla storia profana,
come viene anche dichiarato nella storia sacra.” (1151-10)
Pare che, dopo tutto, la guarigione del figlio di Pilato non fosse poi
stato tanto un segreto. Probabilmente gli apostoli ed altri discepoli di
Gesù ne furono consapevoli. Se così è stato, non è stata ritenuta
abbastanza importante da annotarla nelle sacre scritture oppure è
stata forse inserita in origine nelle sacre scritture e non è stata scelta
per la Bibbia o rimossa dalla Bibbia in una delle versioni successive?
Sarebbe bello conoscere la risposta a questa domanda!
Venture Inward, aprile-giugno 2010
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza