Site Logo
sabato 23 ottobre 2021

La preparazione degli Esseni alla venuta di Gesù

La storia della preparazione per la nascita di Gesù, come viene narrata nelle letture di
Edgar Cayce, fornisce alcuni dettagli sorprendenti sulla vita di Maria e Giuseppe e la loro
scelta come genitori di Gesù. Cayce parlò degli Esseni, una comunità spirituale la cui
presenza è stata in seguito confermata dai rotoli del Mar Morto scoperti dopo la morte di
Cayce. Ecco alcuni brani scelti sull’istruzione e la scelta di Maria:
D.: Per favore descrivete l’appartenenza associata delle donne nella fratellanza essena,
specificando i loro privilegi e le restrizioni, come sono entrate a far parte dell’Ordine e
quale furono la loro vita e l’opera.
R.: Questo fu l’inizio del periodo in cui le donne venivano considerate uguali agli uomini
nelle loro attività, nelle loro capacità di esprimersi, di vivere, di essere dei canali.
Sono entrate nell’Ordine per dedizione – di solito da parte dei loro genitori.
E’ stata tutta una questione di spontanea volontà, ma erano limitate solo per ciò che
riguardava alcuni cibi ed alcuni rapporti in vari periodi – che si riferivano al sesso, così
come al cibo e alle bevande.
D.: In che modo Maria e Giuseppe vennero inizialmente a contatto con gli Esseni e quale
fu la loro preparazione per la venuta di Gesù?
R.: Come indicato, furono consacrati da parte dei loro genitori.
D.: Per favore descrivete il processo di selezione e formazione di quelle che sono state
destinate ad essere donne sante, come p.e. Maria, Editha [587] ed altre come madre
possibile per il Cristo. Come furono scelte ed accoppiate e quale fu la loro vita e il lavoro
mentre aspettavano nel Tempio?
R.: Per prima cosa vennero consacrate e poi ci fu la scelta dell’individuo attraverso gli
sviluppi, se sarebbero state soltanto dei canali per i riti religiosi generali. Poiché queste
venivano scelte per delle funzioni speciali in vari momenti, come furono scelte le dodici a
quel tempo, e questo può essere usato come spiegazione. Ricordate, queste, vedete,
erano tramandate dai tempi in cui la scuola aveva avuto inizio.
Quando ci furono le attività in cui ci dovevano essere le purificazioni attraverso le quali
i corpi dovevano diventare dei canali …
Da qui il gruppo a cui ci riferiamo come Esseni, che fu lo sviluppo dei periodi di
preparazione dagli insegnamenti di Melchisedek, diffusi da Elia, Eliseo e Samuele.
Questi furono destinati a conservare se stessi in linea diretta di scelta per offrirsi come
canali attraverso i quali potesse giungere l’origine nuova o divina, capite?
Durante tali periodi di preparazione la loro vita e la loro opera erano dedicate alla
carità, alle buone azioni, alle attività missionarie – come si direbbe oggi …
(Lettura di Edgar Cayce 254-109)
D.: Date una descrizione dettagliata a scopo letterario della scelta di Maria sui gradini del
tempio.
R.: I gradini del tempio – o quelli che conducevano all’altare, questi erano chiamati i
gradini del tempio. Questi erano quelli sui quali splendette il sole quando sorse di mattina,
quando ci furono i primi periodi delle fanciulle scelte che andarono all’altare per pregare,
così come per bruciare l’incenso.
Questo giorno, quando salirono i gradini, tutte furono immerse nel sole del mattino,
cosa che non fece solo un bellissimo quadro, ma ricoprì anche tutte in porpora ed oro.
Quando Maria raggiunse il gradino più alto, allora ci furono tuono e fulmine, e l’angelo
fece strada, prendendo la bambina per mano davanti all’altare. Questo fu il modo di
scelta, questo fu l’indicazione del cammino, poiché in questo giorno particolare lei guidò e
altre.
D.: Fu quello il tempio ebraico ortodosso o il tempio esseno?
R.: Certo, quello degli Esseni …
D.: Quanto anni ebbe Maria nel momento in cui fu scelta?
R.: Quattro; e, come diresti, tra dodici e tredici anni quando fu designata come quella
scelta dall’angelo sui gradini.
D.: Descrivete l’educazione e la preparazione del gruppo delle fanciulle.
R.: Educate prima riguardo all’esercizio fisico, educate riguardo agli esercizi mentali
connessi a castità, purezza, amore, pazienza, sopportazione. Tutte queste per mezzo di ciò
che sarebbe definito da molti al presente come persecuzioni, però come prove per la forza
fisica e mentale; e questo sotto la supervisione di coloro che si prendevano cura
dell’alimentazione per mezzo della protezione nei valori nutrizionali. Questi furono i modi e
la maniera in cui furono educate, guidate, protette.
D.: Furono messe a fare una dieta speciale?
R.: Niente vino, mai data una bevanda fermentata. Cibi speciali, sì. Questi furono tenuti
bilanciati secondo ciò che era inizialmente stato stabilito da Aran [Aronne? Vedi Levitico
10,9 e 11,1-47] e Ra Ta.
(Lettura di Edgar Cayce 5749-8)
La storia della preparazione per la nascita di Gesù raccontata nelle letture di Cayce
fornisce alcuni dettagli sorprendenti della vita di Maria e Giuseppe e la loro scelta come
genitori di Gesù. Cayce parlò degli Esseni, una comunità spirituale la cui presenza è ormai
confermata dai rotoli del Mar Morto scoperti dopo la morte di Cayce. Ecco alcuni stralci sul
matrimonio di Maria e Giuseppe:
D.: In che modo Giuseppe fu informato della sua parte nella nascita di Gesù?
R.: Prima da Mattia o Giuda. Poi, dato che questo non coincideva con i propri sentimenti,
dapprima in un sogno e poi la voce diretta.
E ogniqualvolta che c’è la voce, questa è sempre accompagnata da odori nonché da
luci; e spesso la descrizione delle luci è la visione, capisci?
D.: Perché fu turbato quando Maria fu incinta mentre ancora vergine?
R.: Per il suo ambiente naturale e la sua età avanzata rispetto a quella della vergine
quando lei gli fu data; o, come si direbbe al presente, per ciò che dice la gente. Tuttavia
quando gli fu assicurato, vedi, che questo era il divino, non solo dai suoi fratelli, ma anche
dalla voce e da quelle esperienze, egli sapeva. Poiché, vedi, dal momento della prima
promessa, mentre ella veniva ancora educata ed era lontana dalla scelta, ci fu un periodo
di circa tre o quattro anni; ma quando egli andò a chiederla in sposa, nel periodo di – o fra
sedici e diciassette, fu trovata incinta.
D.: Quanti anni ebbe Giuseppe al momento del matrimonio?
R.: Trentasei.
D.: Quanti anni ebbe Maria al momento del matrimonio?
R.: Sedici.
D.: Dove furono eseguite le nozze? Di Maria e Giuseppe?
R.: Nel tempio là sul Carmelo.
(Lettura di Edgar Cayce 5749-8)
D.: Per favore descrivete le nozze esseni, nel tempio, di Maria e Giuseppe, fornendo la
forma della cerimonia e le usanze a quel tempo.
R.: Queste seguirono molto da vicino la forma descritta in Ruth. Non furono in alcun modo
un soppiantare, bensì un tenere in gran conto la sincerità di scopo nelle attività degli
individui.
Quando ci dovette essere l’associazione o le nozze di Giuseppe e Maria – essendo
Maria stata scelta come il canale dalle attività indicate sul gradino, dalla presenza sospesa
dell’angelo, dall’annuncio ad Anna e a Judy [1472] e al resto di quelli che erano
responsabili per le preparazioni a quel tempo – allora dovette essere trovato il parente più
stretto, sebbene non parente di consanguineità. Toccò quindi a Giuseppe, benché egli
fosse un uomo molto più vecchio ordinariamente paragonato all’età attribuita a Maria in
quel periodo. Seguì così il rituale regolare nel tempio. Poiché, ricordate, agli ebrei non si
impediva di seguire i loro rituali. A quelli degli altri gruppi, come gli egiziani o i parti, non si
impediva di seguire le usanze secondo la loro educazione; che non venivano eseguite nel
tempio ebraico, ma invece nel luogo d’incontro generale degli Esseni come organizzazionecorporazione.

(Lettura di Edgar Cayce 254-109)
D.: Dove visse la coppia durante la gravidanza?
R.: Maria trascorse la maggior parte del tempo nelle colline della Giudea e una parte del
tempo con Giuseppe a Nazareth. Da lì andarono a Betlemme per essere tassati o per
registrarsi –come direste voi …
D.: Celebriamo il Natale alla data pressappoco giusta?
R.: Non è una grande variazione, perché ci sono stati i molti cambiamenti nel conteggio
del tempo, … non molto sbagliato – ventiquattro, venticinque dicembre, come avete
adesso il vostro tempo.
(Lettura di Edgar Cayce 5749-8)
Da: www.edgarcayce.org (traduzione a cura di www.edgarcayce.it)
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza