Site Logo
sabato 24 agosto 2019

Il frassino spinoso

Forse l’uso più frequente del frassino spinoso è un rimedio molto efficace per il trattamento della piorrea, chiamato originariamente IPSAB secondo le lettere degli ingredienti primari. La formula fu sviluppata per la pima volta nel 1925, e nel 1934 nella trascrizione 1800-20 furono date le istruzioni su come pubblicizzare ed etichettare questo nuovo prodotto. La formula comprende cloruro di calcio, iodio atomico, acqua, essenza di menta ed era raccomandata per il trattamento della piorrea, la sindrome di Rigg, gli ascessi alla gengive e altri disturbi della bocca.
Uso interno
Il frassino spinoso è raccomandato oltre 60 volte come ingrediente in formule composte o tonici assunti internamente e viene descritto come una “forza attiva” nel fegato e nel dotto biliare e lavora come stimolante nel pancreas e nell’attività della milza. Secondo altre trascrizioni agisce sui dotti chiliferi.
Nella lettura 1012-1 il frassino spinoso fa parte di un composto raccomandato per un caso di tossiemia:
“A un gallone di acqua distillata aggiungete:
corteccia di ciliegio selvaggio …. ½ oncia
radice di salsapariglia ……………½ oncia
radice di romice crespa ………… ½ oncia
radice di bardana .................... ½ oncia
corteccia di frassino spinoso …..½ oncia
fiore di sambuco ……………………½ oncia
Riducete questo bollendolo lentamente … filtrate e mentre è ancora caldo aggiungete un’oncia di puro alcol etilico con ½ dramma di balsamo di Tolù tagliato in esso. Agitate bene la soluzione prima di prendere la dosi, che sarebbe mezzo cucchiaino per tre volte al giorno, dopo i pasti.”
Nella lettura 2790-1 per un caso di epigastralgia fu fatta questa raccomandazione:
“Per alleviare la condizione per questo corpo manterremmo le forze per il sistema grosso modo come sono al momento. Solo stimoleremmo le forze del corpo per dare la vibrazione corretta nel sistema con l’aria e l’acqua, come è mostrato nel corpo, come in questo:
A un gallone di acqua aggiungeremmo:
corteccia di ciliegio selvaggio ………4 once
radice gialla ……………………………….2 once
radice rossa ……………………………….. 2 once
corteccia di frassino spinoso ………..1 oncia
fiore di sambuco ………………………... 1 oncia
Riducete questo sobbollendolo, non bollendo, a un quarto, filtrate e mentre è caldo aggiungete:
balsamo di Gilead ……………………………2 dramme
alcol etilico ……………………………………. 6 once

La lettura 457-3 illustra l’azione del frassino spinoso in una formula composta:
“… La corteccia del ciliegio selvatico serve a purificare il flusso sanguigno. … La corteccia di frassino spinoso è per i dotti chiliferi e la loro attività di diffusione in tutto il sistema.”
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza