Site Logo
venerdì 23 agosto 2019

Lasciar Andare e Lasciar Fare a Dio

D: Per far sì che una cosa o condizione desiderata si manifesti è consigliabile visualizzarla in
un’immagine o semplicemente coltivare l’idea nella preghiera e lasciare che Dio la produca a modo
Suo senza che noi ne facciamo uno schema?
R: Lo schema ti è stato dato nel monte. Il monte è nel tuo sé interiore.
Visualizzare creando delle immagini vuol dire diventare adulatori di idoli. Questo forse ti soddisfa,
con il tuo concetto del tuo Dio che ha detto: “Non avere altri dei al di fuori di me”? Il Dio nel sé, il
Dio dell’universo, ti incontra quindi nel tuo sé interiore. Sii paziente, e lascia fare a Lui. Egli sa di
cosa hai bisogno prima che tu lo chieda. Visualizzare significa dire a Lui che aspetto deve avere
quando l’hai ricevuto.
E’ quello il tuo concetto di un Creatore Onni-Saggio, Onni-Misericordioso? Allora fa’ piuttosto che
il tuo servizio sia sempre: “Non la mia volontà, Oh Dio, bensì la Tua sia fatta in me, attraverso me.”
Perché tutto è Suo. Quindi pensa di conseguenza - e, soprattutto, agisci di conseguenza. 705-2
D [303]: Datemi un messaggio che mi aiuti in questo periodo.
R: Come ti è stato dato, non ti stancare di quello che stai facendo; perché tu ti sei proposto nel tuo
cuore di conoscere il tuo Salvatore, ed Egli Si avvicina spesso a te nelle tue attività con il tuo simile.
Non essere incurante, non essere vanaglorioso, ma sappi: “Come hai fatto ai più piccoli di questi
miei fratelli, così hai fatto a me.” Essere semplicemente gentile, essere semplicemente paziente, è
tutto il dovere dell’uomo. Fa’ che Dio possa fare a modo Suo con te. Non inveire contro le
circostanze, cosa che sembra persino fare tremare corpo ed anima in quelle cose che a volte
opprimono la tua coscienza, perché di Dio non ci si può burlare - e quello che un uomo semina lo
deve anche raccogliere. Ma sei stato chiamato. Serbati fedele. Nella pazienza saprai che possiedi
l’anima che può essere data, nelle ore di sofferenza, nei periodi di prove che Lui il tuo Salvatore ti
vuole far fare. ApriGli la porta del tuo cuore. Nella tua preghiera, nella tua meditazione fa’ appello
a Lui; perché Egli è vicino. Non ha forse scelto il tuo corpo per uno dei Suoi compagni sulla terra?
Allora sappi che Egli non ti lascerà senza consolazione, bensì verrà da te. 262-69
D: Quali cambiamenti potrei fare nella mia routine attuale o nel modo di vivere per migliorare tutti
gli interessati?
R: Stai di nuovo ripetendo ancora ed ancora le stesse vecchie domande. Usa ciò che hai in mano
oggi per la gloria di Dio e non del sé, e domani ti verranno mostrate le cose necessarie da fare. Vuoi
forse dire a Dio come usarti? Lascia che Dio ti usi per quello che pare a Lui! Scegli forse di dire al
tuo vicino come lui dovrebbe servire Dio?
Piuttosto non dovresti scegliere di chiedere a Dio di usare il tuo vicino, con il tuo aiuto, come pare a
Dio - e non come pare a te? Questa fu la ribellione in cielo, ed è la ribellione nell’anima dell’uomo -
dire a Dio che cosa fare con ciò che Gli appartiene! 288-36
Lascia che Dio dia l’accrescimento. Perché la terra è del Signore e anche la sua pienezza. E noi, e
voi come figli Suoi, viviamo la vita - nell’unione di intenti, affinché attraverso le vostre mani,
attraverso le vostre associazioni, attraverso il vostro amore dell’uno per l’altro in Lui voi possiate
essere il mezzo, il canale attraverso il quale altri possano conoscere il Dio vivente. 688-4
D: Dove posso trovare aiuto e sollievo nella mia lotta per l’esistenza?
R: In Lui; Egli ti mostrerà la via, e coloro che hanno bisogno di ciò che viene fornito attraverso gli
sforzi fisici del sé e dei suoi associati cercheranno attraverso quel canale quello che desiderano. E
colui che lavora è degno della paga, nel mondo mentale, nel mondo spirituale e nel mondo
materiale. Non temere. Agisci rettamente. Tutto andrà bene.
Non essere seccato; non essere sopraffatto, bensì supera tutto con le Sue promesse.
D: Dio risponderebbe se pregassimo per avere un aiuto nei nostri affari materiali di tutti i giorni?
R: Semplicemente come abbiamo dato. 412-7
Tutto quello che fu fatto, fu fatto per mostrare ai figli, alle anime che Dio è memore dei Suoi figli.
Che effetto fanno essi sull’uomo? Che effetto ti fa una parola seccata? Che effetto ti fanno rabbia,
gelosia, odio, animosità come figlio di Dio? Se sei il padre di questi [sentimenti], spesso li nutri. Se
tu li ricevi dagli altri, dai tuoi fratelli, che effetto fa su di te? Gran parte di quella confusione che è
causata sulla terra da ciò che appare come una macchia solare. La spaccatura delle comunicazioni di
tutti i tipi fra gli uomini è che cosa? Ricorda la storia, l’allegoria se vuoi chiamarla così, della torre
di Babele.
Sì, tu dici che hai fiducia in Dio, eppure vuoi mostrare a Lui come fare! 5757-1
Per prima cosa ci deve essere la convinzione individuale della necessità di confidare in Dio per i
bisogni del Suo popolo in ogni momento e in ogni circostanza, che questo sia sotto una democrazia
o qualsiasi altra forma di governo. 3976-23
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza