Site Logo
mercoledì 18 maggio 2022

Lezioni di Vita

D-1 Ero sulla via del ritorno da un incontro notturno, che mi portava in un paesaggio
collinoso lungo una strada elevata. Giunsi alle rovine della vecchia casa di mio zio
vicino a San Gabriel, in California, che non era distante dalla sua nuova casa, e
pensai quanto sarebbe stato bello vedere la famiglia dopo l’incontro. Attraversai
una vecchia fontana circondata da sbarramenti e scavalcai un recinto quando fui
avvicinato da giovani guardie militari, simili a dei boyscout. Mi scortarono ad un
tribunale dove mi chiesero di dare una descrizione di me stesso. La diedi dettagliata
e poi mi dissero che il mio caso era sotto esame, quindi me ne andai.
Poi mi trovai su una barca con vista su una grande distesa d’acqua, quando una
delle guardie mi richiamò. Lo seguii al tribunale che mi informò che il giorno
seguente dovevo essere processato dalla corte marziale. Mi dissero di preparare la
mia difesa. Me ne andai pensando che mio cugino, il maggiore Z. poteva
difendermi.

R-1 Gli sbarramenti intorno alla fontana indicavano le critiche che provengono da
quelli che il sognatore stava per visitare, e la fontana stessa simboleggiava la tua
ricerca spirituale che sarebbe stata attaccata.
La barca e la grande distesa d’acqua erano gli orizzonti spirituali più ampi che si
stanno aprendo al sognatore, nonostante le critiche delle giovani guardie (i suoi
critici ben intenzionati ma immaturi).
Il tribunale rappresentava il giudizio delle persone non ancora consapevoli; il
maggiore, il sé superiore che aiuta sempre.
Quindi non avere timori, e ottieni la comprensione maggiore e la capacità di
applicarla nella tua vita. (195-42)
D-1 Mi destai dal sogno con le parole: ‘John, non mangiare tanti cappotti!’
R-1 Quello che viene detto è irragionevole. Per questo il sogno presenta sotto alcuni
aspetti un atteggiamento irragionevole dell’individuo nei confronti di John. Quindi
sii ragionevole! ; Capisci? (136-24)
D-1 Vidi scritta sulla parete la sola parola ‘bene’. Non capii. Poi mi vidi con un
vestito blu e bianco. Mi stavo inginocchiando davanti al medico ed egli mi diede un
colpetto sulla testa e disse: ‘Attraverso te e Dio Onnipotente nostra madre è stata
risparmiata. Preghiamo te il Signore Dio.
R-1 In questo sogno si richiama in mente la necessità di porre il proprio sé nelle
mani del Donatore di tutti i doni buoni e perfetti. Quindi scegli il miglior Medico che
conosci perché si prenda cura delle condizioni. Il bianco e il blu rappresentano
l’approccio puro e vero del sé in preghiera. Con ciò verrà la comprensione perfetta
che ‘tutto va bene’, capisci? Siccome la grafia della parola ‘bene’ era antica, essa
rappresentava non solo le tue capacità limitate ma anche le capacità illimitate del
Signore. E nella Sua coscienza tutto va davvero bene! (136-26)
D-1 Sognai che ero capace di fermare le pallottole in volo.
R-1 Ciò è simbolico del potere del Maestro nella vita di coloro che si
affidano alle leggi di Dio. E’ un esempio delle forze della natura che si
arrendono all’individuo una volta che egli diventa tutt’uno con le leggi di
Dio. Questa sottomissione porta l’effetto delle forze spirituali sotto il
controllo dell’uomo, come si vede nelle vite di Mosè, Elia, Eliseo, Giosuè
e in particolare di Gesù. (137-127)
D-1 Il mio innamorato di una volta venne a casa nostra per vedermi nel mio dolore
per la perdita di mia madre. Disse: ‘Sono venuto a trovarti solo perché ho amato
molto tua madre.’
R-1 Da un punto di vista materiale questo sogno dimostra il modo in cui l’amore
domina, guida e dirige il mondo. E’ stato detto: ‘Dio è Amore’. Come l’uomo cerca di
confortare, aver cari ed amare gli altri per il loro stesso amore per gli altri, così puoi
arrivare a capire come Dio ama le anime di coloro che amano e cercano di
osservare le Sue leggi.
Questo è quindi un bell’omaggio a questa entità e alla madre. La lezione è questa:
se l’amore filiale viene espresso nel mondo materiale, quanto più grande deve
essere l’amore dimostrato dal Padre nei cieli! (136-33)
D-1 Mia madre, che è morta, venne da me e mise le braccia intorno a me e mi disse
che mi amava. Le chiesi se sapeva quanto l’avevo sempre amata, ed ella replicò: ‘Sì,
l’hai sempre provato.’
R-1 I sogni arrivano agli individui quando la mente cosciente è soggiogata e la
mente subcosciente ha il comando. E’ allora, attraverso la mente subconscia
dell’anima, che si è capaci di comunicare con le menti subconscie di altri, sia che
quella mente si trovi nel mondo materiale o sul piano cosmico o spirituale (morte).
La madre, la quale è nel piano cosmico, essendo la persona che è, ha fatto questo
contatto ;
La madre vede, la madre sa, la madre ha quegli stessi sentimenti d’amore che sulla
Terra ella espresse così bene da rendere la casa una dimora celeste. Sebbene si
trovi nei piani spirituali, ella è ancora in grado di essere presente nelle menti e nei
cuori di coloro che anch’essi esprimono amore – il tipo di amore che il Maestro
dimostrò quando disse che avrebbe preparato la casa per coloro che avrebbero
cercato di amare. (243-5)
D-1 Sognai di avere il mal d’orecchio e stavo aspettando mia madre davanti ad una
farmacia nella mia vecchia città. L’orecchio mi faceva tanto male che volevo che ella
mi portasse da un medico. ‘Non ne hai bisogno. Puoi risolverlo da sola.’ disse. Lo
feci, e ne fui così sorpresa che lo raccontai alla mia amica C.C. ? Quello che ti
serve,’ disse, ‘è la Christian Science’. ‘No’, replicai, ‘ho la mia scienza personale – la
scienza ebraica.’ Mi curavo solo in modo naturale.
R-1 Qui vediamo una presentazione di verità difficili da accettare per qualcuno.
Come rimarcato nel sogno, le forze spirituali che portano la guarigione non sono
limitate ad una sola fede o religione. Esse sono l’espressione dell’Unica Fede,
dell’Unico Potere che si manifesta in tutti gli individui – capisci? Studia le verità
dell’unione di tutte le fedi nella forza di DIO. Perché esse sono tutt’uno; che siano
ebraiche, pagane, greche o barbare. (136-12)
D-1 Ero nel bosco per una commissione. Una vecchia signora mi chiese di indicarle
la strada, cosa che feci con piacere. Poi mi ritrovai a passeggio con tre amiche e
molte altre persone. Noi quattro dovemmo preparare la cena ed io dissi: ‘Date loro
tanta acqua, così si riempiono e mangiano meno.’
Poi qualcuno andò ad un armadietto lungo con uno specchio e lo
aprì. Eravamo tutti spaventati perché pensavamo che avrebbe
tirato fuori uno scheletro. Scappammo in preda al panico, ma
quando ci girammo vedemmo che lo scheletro era in realtà una
pagnotta di pane.
R-1 Qui vediamo in modo simbolico le forze psicologiche che l’entità sta studiando.
Il bosco rappresenta la condizione della mente come in un labirinto. Indicare la
strada significa che questi studi permetteranno all’entità di arrecare beneficio a
molti altri su questa strada.
La gita con le amiche e vedere lo scheletro che si trasforma in pane o cibo
rappresenta le idee nuove. Queste sono per ora solo lo scheletro di ciò che, una
volta compreso veramente, diventerà il sostegno della vita. Ecco la lezione: il
sostegno della vita dovrebbe essere sviluppato moralmente, mentalmente,
spiritualmente e finanziariamente. Meglio accettare la via! (136-16)
D-1 Ero paralizzata. Spaventata chiamai mia madre. Parti di me sembravano
spezzarsi i scoppiare, e fui incapace di controllare questo processo benché tentassi
disperatamente di farlo. Soffrii così intensamente che volevo morire.
R-1 Con un linguaggio simbolico l’individuo viene avvertito riguardo agli
atteggiamenti mentali. La mente deve svegliarsi ai concetti giusti, affinché la
coscienza superiore non venga paralizzata o travisata. Chiamare la madre
rappresenta la paura che nascerà se lo stato d’animo non viene cambiato. La
lezione è di espandere la consapevolezza spirituale piuttosto che negare la
coscienza interiore già espressa in esperienze precedenti. (136-89)
D-1 Nel sogno vidi il mondo come una grande palla di forma irregolare. Sembravo
abbandonarlo e uscire nello spazio, poi ritornare nuovamente alla Terra. Più tardi
uscii di nuovo nello spazio.
R-1 Questo simboleggia la capacità di un’entità di liberarsi dalle limitazioni della
mente cosciente e di entrare nelle forze supercoscienti o superiori della mente
subconscia. La lezione è di mantenerti in quello stato rivolto alla spiritualità
necessario per soddisfare adeguatamente i bisogni del sé fisico, mentale, emotivo o
spirituale. (900-64)
D-1 Vidi solo la testa e il collo di mia nonna morta posati su un tronco che
gridarono: ‘Nessuno vuole che io viva!’
R-1 Questo vuole ricordarti di ascoltare e ricordare i principi che la nonna
rappresentava, affinché tu possa udire la piccola voce silenziosa in te che risponde:
‘Tutto va bene.’ (900-64)
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza