Site Logo
lunedì 23 maggio 2022

La medicina energetica e la guarigione

La medicina energetica e la guarigione

Che cos’è la medicina energetica?
… Farmaci, chirurgia e alimentazione sono essi stessi applicazioni di energie.
Nel secolo scorso chiropratica ed osteopatia hanno incontrato sempre più vasta approvazione. Tecnicamente ogni terapia è basata sull'energia. Tuttavia , in generale, gli approcci che chiamiamo medicina energetica sono attualmente considerati per lo più alternativi, complementari o olistici. Alcuni di essi vengono ora gradualmente presentati come parte della medicina integrativa. Certo, molte terapie della medicina energetica sono spesso usate da persone comuni. In verità, negli ultimi vent’anni studi frequenti dimostrano che la maggior parte delle persone usa una o più alternative che includiamo nella medicina energetica …
La domanda importante forse è: “Quando è giusto usare la medicina energetica e quando è indispensabile la medicina convenzionale?” Nella malattia grave è molto importante cercare una valutazione medica e consigli da un medico competente. Ci sono determinate malattie che richiedono l’attuale medicina convenzionale …
Quando la valutazione medica stabilisce che non c’è bisogno della chirurgia o di un farmaco salvavita e, in particolare quando il disturbo diventa cronico o quando la terapia medica raccomandata è estremamente tossica e crea grandi rischi, allora la responsabilità appartiene ai pazienti di valutare e decidere riguardo alla potenzialità della medicina energetica di dare benessere e guarigione. Questa decisione può essere la più importante della vostra vita!

Il potere risanante del colore

Lo studioso di fisica sa che la luce opera su varie lunghezze d’onda e frequenze. Questo vale anche per i colori e ciò si vede in un arcobaleno o nell’effetto di un prisma. Tuttavia è importante rilevare l’energia metafisica dei colori, dato che i colori influiscono sulla nostra vita in continuazione. Possono anche essere usati con l’intenzione di far guarire.
… considerate l’effetto del colore stesso sul tuo proprio corpo quando cerchi di applicarlo per mezzo di concentrazione, dedizione o meditandoci sopra. Poiché, come è stato dato, il colore non è altro che vibrazione. Vibrazione è movimento. Movimento è l’attività di una forza positiva e negativa. L’attività del sé in rapporto a queste cose è quindi positiva? (281-29)
Di rado troverai degli individui che siano intolleranti nei confronti di altri se indossano qualcosa di essenzialmente intagliato; o mai molto, molto matti se indossano il blu … (578-2)
… I colori sono fortemente collegati con particolari chakra e ghiandole. Per esempio, le ghiandole surrenali sono collegate con il giallo; il timo con il verde; la tiroide con il blu e il viola è collegato con la ghiandola pineale. Il viola è collegato con la ghiandola pituitaria. In relazione con altri chakra, le gonadi sono identificate come arancione (secondo chakra) e la creatività è connessa con le gonadi. Le ghiandole surrenali, nel terzo chakra e nella milza, sono gialle. La tiroide e le ghiandole paratiroidee nel quinto chakra sono blu scuro. La ghiandola pineale, collegata con il sesto chakra, è color indaco.
Cayce scrisse: “Come con tutto, ci sono cose positive e negative collegate con il colore. Il rosso può essere il colore che è collegato con creazione, energia e vitalità, ma il suo aspetto negativo può essere la rabbia.” Secondo Cayce la ghiandola pituitaria trasforma i colori dei raggi della luce in energia rivitalizzante per ricostruire quei centri che sono privi di energia e per rafforzare le energie che vengono create da ogni ghiandola.
Ogni corpo, ogni attività, ogni entità-anima vibra meglio con questo, quello o quell’altro colore. (288-38)


La guarigione magnetica
Molto spesso Cayce allude al ruolo della vibrazione nella guarigione, alle forze vibratorie fino al livello di atomi individuali.
D: Se io ho il potere, in quale forma si esprimerà?
R: Imponendo le mani, quando il corpo stesso è stato purificato dalla guarigione nel proprio sé e le vibrazioni sono state innalzate fino al punto in cui l’aura o la forza vibratoria del sé può accordarsi o armonizzarsi immediatamente con le vibrazioni di altri individui che cercano aiuto. (516-4)
Ad un paziente affetto di cancro della gola Cayce raccomandò l’uso, una volta alla settimana, di un magnete di potenza sufficiente per sollevare un bullone ferroviario collocato sulla zona colpita. Disse: “Questo aiuterà a smagnetizzare o produrre una vibrazione che distruggerà le forze attive del consumo di cellule che vengono animate dall’infezione.” (3313-1)

L’energetica spirituale
La parola “spirituale” è connessa con ciò che riguarda lo spirito o l’anima. Lo spirito è considerato “la parte intelligente o immateriale dell’umano distinta dal corpo” o “il principio animatore o vitale della vita”.
L’anima è la parte che sopravvive alla morte fisica. I guaritori spirituali dicono tutti di essere solo dei canali per l’energia di Dio …
Che cos’è questa “energia” che chiamiamo spirituale, e può essere “incanalata” o guidata dagli esseri umani? Gli antichi concetti di chi, qi o prana possono essere usati per definire ciò che oggi chiameremmo energetica spirituale …
La domanda sostanziale è quindi: questa energia è in qualche modo diversa dalle qualità fondamentali che i mistici chiamano Dio? …
Nelle letture Cayce menziona gli ideali più di 10.000 volte. Gli ideali sono, infatti, il modo in cui esprimiamo la nostra spiritualità. Credenze, valori, atteggiamenti ed azioni sono sostanzialmente la base per gli ideali spirituali. L’ideale spirituale fondamentale dovrebbe essere “unione con Dio”. Secondo i Veda, la realtà è uno spirito eterno onnipervadente, non creato, autoluminoso. Il tutto energetico ultimo dell’universo, il potere di tutte le forze tangibili, la coscienza che emana da tutti gli esseri coscienti è Dio. Il nostro viaggio sta nell’apprendere che non c’è differenza tra anima, Dio e l’universo stesso. La meta è diventare “come Dio”. Questa verità è universale. In sostanza, l’importanza è rendersi conto dell’unità del tutto …

La religione e la spiritualità nella guarigione
Nonostante ciò che qualcuno potrebbe considerare come le differenze fondamentali tra religione e spiritualità, è stato dimostrato in diversi studi indipendenti che l’impegno religioso è collegato con meno debilitazione fisica, meno depressione e una vita sana più lunga rispetto a persone che non frequentano regolarmente le cerimonie religiose. Gli anziani che frequentano regolarmente delle funzioni religiose hanno un sistema immunitario più forte e più sano e, infine, per coloro che frequentano le funzioni religiose è tre volte più probabile che sopravvivano alla chirurgia cardiaca a cuore aperto rispetto a chi non lo fa. Fondamentalmente è, naturalmente, quella relazione nella personalità vista nei meccanismi interiori della connessione con il mondo superiore della spiritualità a determinare la salute generale. La salute mentale di per sé richiede un equilibrio fra comportamento fisico, emozionale, cognitivo e i valori spirituali …

Quanto siete spirituali?
Ci sono molti tratti caratteriali che sono fondamentali per un essere spirituale avanzato. Seguono gli atteggiamenti e le credenze essenziali per la salute spirituale personale:
Perdono – in generale l’atteggiamento più importante per la guarigione è il perdono. Portare rancore è come prendere del veleno voi stessi e aspettarsi di uccidere il vostro peggior nemico.
Tolleranza – accettazione di differenze, credenze e comportamenti umani senza dare giudizi. La tolleranza non condona azioni dannose da parte di o verso altre persone. La capacità di onorare la diversità impedisce di avere dei pensieri e delle azioni veramente dannosi.
Serenità – la capacità di essere in pace, specialmente quando c’è dello scompiglio intorno a voi.
Amore – il desiderio incondizionato di aiutare o assistere gli altri.
Compassione – un atteggiamento non critico; compassione per coloro che sono meno fortunati o stanno subendo un trauma personale.
Carità – un desiderio da condividere con chi è meno fortunato.
Motivazione – una spinta interiore a realizzare la gioia; gratitudine e piacere per la bellezza della vita.
Fede – che lo scopo della vita sia buono.
Speranza – che il futuro sarà migliore.
Fiducia – credere in se stessi.
Coraggio – la forza per affrontare gli ostacoli.
Volontà – la capacità di esprimere e perseguire i propri bisogni e desideri.
Ragione – logica e razionalità; saggezza, discernimento spassionato e una capacità di scegliere la soluzione migliore per tutti gli interessati …
Inoltre si dice che abbiamo degli angeli personali che ci guidano, fondamentalmente agendo come la nostra coscienza per tutta la vita e molti, forse tutti noi, abbiamo angeli che agiscono come insegnanti. E naturalmente, a seconda delle proprie preferenze religiose, si può pregare direttamente Cristo, Buddha e gli stessi angeli ed arcangeli …
Venture Inward, luglio/settembre 2016

Disclaimer: Il contenuto di questa sezione è soltanto informazione e non dovrebbe essere considerato come guida all’autotrattamento o all’autoconsultazione. Per ogni problema medico consultate un medico.




Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza