Site Logo
lunedì 3 agosto 2020

La Distrofia Muscolare

Le distrofie muscolari possono essere definite come un gruppo di malattie
primarie, degenerative. Nelle letture di Cayce questo processo patologico è visto
come un cattivo funzionamento ghiandolare con un effetto secondario sui nervi
motori dei muscoli che poi risulta come processo degenerativo nel tessuto
muscolare. Evidentemente il corpo può equilibrare se stesso in qualsiasi momento
se le condizioni sono giuste, e sembra che le manifestazioni diverse sono causate
dalla variazione della funzione ghiandolare in tutto il corpo negli individui
particolari, e inoltre dal grado di gravità della cattiva funzione ghiandolare esistente.
Nelle letture inoltre si evidenzia continuamente che i centri ghiandolari sono
“portatori di karma” e sede della memoria dell’anima. Per l’individuo [4014], una
donna di 27 anni, questo processo patologico venne considerato come attività
puramente karmica, mentre per un ragazzo di 10 anni [5078] “questo è karma sia per
i genitori sia per il corpo.”
La lettura 3681-1 per una donna di 34 anni affetta di distrofia muscolare discute
un fattore causativo interessante: “Analizzando le condizioni qui troviamo che
molto di questo sia prenatale, eppure non è ciò che potrebbe essere chiamato il
peccato dei padri, né dell’entità stessa, bensì piuttosto ciò attraverso cui pazienza e
coerenza potrebbe essere la lezione per l’entità in questa esperienza”. Dal punto di
vista della mente incosciente di Cayce c’erano quindi degli individui che avevano
scelto di imparare pazienza e coerenza in questo modo piuttosto difficile.
L’Approccio Terapeutico Raccomandato
Secondo le letture di Cayce sulla distrofia muscolare si dovrebbero seguire i
questi punti:
1. Iniziare con l’atteggiamento spirituale dell’entità nei confronti della vita
La vita stessa è una manifestazione di ciò che sulla Terra viene chiamato Dio.
Manifesta riconoscenza per il fatto stesso che sei cosciente di te stesso, pur con le
fragilità del corpo; che la tua mente e i tuoi scopi e le tue mani possono fare molto
per mostrare l’apprezzamento nel sé dell’opportunità in questa esperienza di essere
un canale per gli altri, nel rendere noto agli altri l’amore del Cristo per coloro che
sono deboli nel corpo, i quali sono impediti dalle attività di un mondo fisico normale.
Perché Lui, il tuo Dio, il tuo Cristo, è cosciente di te e ha bisogno di te; altrimenti il
tuo sé individuale come [5064] non sarebbe consapevole della tua coscienza di
essere chiuso dentro, non sarebbe consapevole che ci sono attività materiali in
cui l’entità potrebbe entrare - anche che puoi, se lo vuoi, essere un testimone per il
tuo Creatore. (5064-1)
2. Stimolare e rafforzare maggiormente il tessuto muscolare con il massaggio.
3. La terapia deve portare a migliorare la funzione ghiandolare.
4. Aggiungere al sistema ciò che assisterà il tessuto nervoso del corpo a
guadagnare forza e vitalità.
5. Migliorare l’assimilazione in modo che il corpo riacquisti gradualmente la sua
capacità di prelevare dai cibi le sostanze necessarie e di distribuirle nel sistema.
Il Regime Terapeutico Raccomandato
Una volta che gli atteggiamenti spirituali dell’individuo interessata sono stati
considerati e corretti, la parte restante della terapia per la distrofia muscolare si
semplifica notevolmente.
Le quattro mete restanti possono solitamente essere raggiunte mediante l’uso
del massaggio che è stato utilizzato come prima cosa per ogni caso; l’apparecchio a
pile umide, con cloruro d’oro, nitrato d’argento, canfora e Atomidine usati nei vasi
di soluzione, e correzioni dietetiche che variano a seconda dell’individuo. Ci sono
diverse altri consigli - vitamine, succo di carne di bue, osteopatia, cloruro d’oro e
sodio assunti internamente - ma questi non fanno parte della routine di tutti i casi.
I massaggi dovrebbero essere praticati per un minimo di 30 minuti al giorno
dopo aver usato l’apparecchio, principalmente su quelle aree della colonna
vertebrale che sono in corrispondenza con le estremità più colpite, ma anche sulle
estremità e le giunture e persino sull’area addominale. Si dovrebbe usare olio in
grandi quantità in modo che la pelle ne assorba il più possibile. Gli oli e le miscele
di oli consigliati sono:
1. Olio di arachide, 2 once; olio d’oliva, 2 once; lanolina fusa, ½ oncia
2. Olio d’oliva e olio di arachide, in parti uguali
3. Olio d’oliva e tintura di mirra, in parti uguali
4. Olio di arachide, 5 once; Kerosene, 1 oncia
5. Solo olio di arachide. In caso di esantema, aggiungere la lanolina.
6. Burro di cacao.
Nel caso [3649] si dovette praticare un massaggio con burro di cacao dalla base
del cranio alle piante dei piedi con movimenti rotatori. Le persone che eseguirono la
terapia ricevettero l’istruzione di usare suggerimenti di tipo costruttivo durante i
trattamenti. Il massaggio per una donna di 34 anni, [368-] doveva essere praticato
sulla spina dorsale e sugli arti, nuovamente usando il burro di cacao, e in seguito
dovette essere praticato tutti i giorni un trattamento con vibratore elettrico sulla
spina dorsale. In altri casi le letture consigliarono gli oli. E’ importante praticare
questi massaggi in modo regolare, continuo. In alcuni casi il successo dipendeva
dalla continuità e la persistenza delle persone curanti.
L’apparecchio a pile umide doveva essere usato per 30 minuti al giorno in tutti i
casi. Qui i dettagli sull’uso e sulle soluzioni da usare furono indicati in modo molto
puntiglioso.
Per quanto riguarda la dieta raccomandata, essa variò a seconda degli individui,
tuttavia doveva sempre essere ben equilibrata e evitare i cibi fritti, la farina bianca e
lo zucchero bianco, ma comprendere pesce, pollame e agnello come carni.
Le eliminazioni dovrebbero essere mantenute regolari. Le letture raccomandano
irrigazioni del colon, se necessarie, e evitare la costipazione.
Per un bambino di 7 anni, la sua lettura consigliò l’osteopatia settimanale per
sei mesi finché non iniziò la terapia con l’apparecchi a pile umide. In altri casi erano
necessari l’oro e il sodio per via orale. Per un altro individuo Cayce raccomandò il
consumo di succo di carne di bue come fonte di vitamine.
La terapia consiste quindi principalmente in un massaggio di tipo accurato ma
dolce, diretto soprattutto alle aree più colpite, e, prima del massaggio, nell’uso
dell’apparecchio a pile umide che, con le sue vibrazioni apporta al sistema le
influenze che, apparentemente, non possono essere assorbite attraverso il tratto
intestinale. Queste due modalità terapeutiche hanno il maggior peso nel riportare le
ghiandole del corpo il più possibile alla normalità, ringiovanendo e rianimando i
nervi che, in un certo senso, sono stati bruciati, e rigenerando il tessuto muscolare.
Durante questo processo esse invertono i cambiamenti negli organi interni che
possono essersi verificati.

Da: www.edgarcayce.org, “The Cayce Health Database”

Disclaimer: Il contenuto di questa sezione è soltanto informazione e non dovrebbe essere considerato come guida
all’auto-diagnosi o all’auto-trattamento. Per ogni problema medico consultate un medico.
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza