Site Logo
lunedì 3 agosto 2020

La Diverticolite

Si stima che il 10% delle persone oltre i 40 anni siano affette di diverticolite,
cioè la presenza di minuscole sacche che protendono all’esterno da punti deboli nel
colon.
Secondo le letture di Cayce, la causa primaria di questo disturbo sono le
scarse eliminazioni. Perciò, per difendersi dallo sviluppo della diverticulosi e quindi
dalla più grave diverticolite è essenziale migliorare le proprie eliminazioni con il
piano suggerito da Cayce per la salute del colon:
- una dieta ricca di fibre, a reazione alcalina. Aumentare la quantità di fibre
nella dieta mantiene le feci morbide e abbassa la pressione nel colon così che i suoi
contenuti possono transitare con facilità, evitando così la formazione di sacche.
Inoltre accertarsi che la dieta sia di reazione alcalina: evitare quindi carni e dolci,
mangiare molta frutta e verdura e considerare il pesce come fonte sana di proteine
per costruire una salute ottimale.
-irrigazioni del colon. Mantenete il colon pulito mediante trattamenti regolari
con irrigazioni del colon.
- impacchi con olio di ricino. Impacchi di olio di ricino applicati esternamente
stimolano le eliminazioni. Una buona routine è applicare un impacco con olio di
ricino in tre giorni consecutivi, per un’ora per volta. Chi però avverte un attacco dei
sintomi di diverticolite (crampi addominali persistenti e ricorrenti, gonfiori e
costipazione), dovrebbe aumentare la durata dell’impacco a tre o quattro ore per tre
giorni di seguito. Può essere inoltre utile assumere mezzo cucchiaino di olio d’oliva
ogni due o tre ore il primo o secondo giorno. Questa routine è da seguire fino ad un
miglioramento, quindi si ritorna ai tre giorni alla settimana, un’ora per volta, ogni
settimana.
- lassativi leggeri. Essi sono necessari per tenere l’intestino attivo.
- osteopatia. Una o due correzioni osteopatiche alla settimana per tre a quattro
settimane possono fare molto per rimettere il corpo in equilibrio e ristabilire le
forze vitali necessarie per ritrovare la salute.
- massaggio spinale. I massaggi lungo la spina dorsale con parti uguali di olio
d’oliva e olio di arachide aiutano a stimolare l’eliminazione delle forze tossiche,
ristabilendo la salute in tutto il corpo.
- Atomidine. Per la correzione di una tiroide poco attiva è consigliato l’uso di
ormoni tiroidei e/o Atomidine.
- raggi UV. Si possono inoltre usare i raggi ultravioletti, posizionati a circa 95 -
100 cm dal corpo per un minuto e mezzo a tre minuti per volta, da tre a quattro volte
alla settimana per una a due settimane.
- esercizi di stretching. Gli Esercizi di stretching, particolarmente nella zona
addominale, possono fare molto per stimolare i movimenti intestinali.
- riposo.
I trattamenti descritti aiutano la purificazione del corpo. In alcuni casi, dopo
l’inizio di questi trattamenti, la condizione può peggiorare in apparenza. Ciò può
essere attribuito alla liberazione di “scorie” accumulate nel sistema. Con pazienza,
persistenza e coerenza si arriva di solito al miglioramento.

Da: True Health, ottobre 2006

Disclaimer: Il contenuto di questa sezione è soltanto informazione e non dovrebbe essere considerato come guida
all’auto-diagnosi o all’auto-trattamento. Per ogni problema medico consultate un medico.
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
La pubblicazione del materiale contenuto in questo sito è stata autorizzata dall’A.R.E., Inc., Virginia Beach, con tutti i diritti riservati all’A.R.E., Inc. Virginia Beach, all’A.R.E. Press, Association for Research and Enlightenment, Inc., a nonprofit organization, e, per le citazioni delle letture di Cayce, a Edgar Cayce Readings ©1971,1993,1994,1995,1996 by the Edgar Cayce Foundation.All rights reserved.
powered by Infonet Srl Piacenza